Ultima edizione | Archivio giornali | Archivio tematico | Archivio video

CNR: Alamanacco della Scienza

Archivio

N. 11 - 22 giu 2011
ISSN 2037-4801

Libreria

Quando la medicina sorge a Oriente

Quando la medicina sorge a Oriente

Come hanno fatto in passato  ‘Le mille e una notte' o ‘Il Decamerone' di Boccaccio, ‘101 storie sull'Islam che non ti hanno mai raccontato', di Angelo Iacovella, mostra la bellezza della cultura musulmana attraverso un insieme di racconti che l'autore ha raccolto viaggiando in terra islamica o consultando antichi testi. Leggendoli è possibile ritrovare personaggi e temi che appartengono anche all'immaginario occidentale, a testimonianza di come le due culture siano molto più vicine di quanto si pensi.

L'esempio più emblematico è forse nel raccontoUn dottor Frankenstein alla corte dei califfi', nel quale l'autore presenta la controversa figura  "del celebre Masawayh il Vecchio (o Masûyeh, secondo la pronuncia persiana), detto anche Mesuè il Vecchio o Giovanni da Damasco, medico siro di religione cristiana, convertito all'islâm". Il quale, grazie alle sue abilità, "da semplice addetto alla triturazione delle erbe (...) era asceso rapidamente, in quel di Baghdâd, al rango di docente".

Un professore, si legge nel racconto, dal  pugno di ferro con gli studenti meno volenterosi e un fine oratore durante le serate a corte. La passione per l'anatomia e la mancanza di scrupoli nella pratica medica hanno però gettato un'ombra sulla sua fama trasformandolo in un "Frankenstein ante litteram". Il medico, con l'obiettivo di ampliare le sue conoscenze sul corpo umano inizia infatti a praticare "pionieristiche autopsie" sui cadaveri, suscitando l'ira del califfo al-Ma'mûn.

Accusato di contravvenire, con questa pratica, ai "precetti della religione dominante e alla sensibilità degli uomini dell'epoca", il medico si difese "invocando il primato della scienza sulla morale, e arrivando ad affermare - con grande scandalo dei presenti - che egli era pronto, se solo glielo avessero permesso, a sezionare vivo il suo unico figlio (un debole di mente), pur di non pregiudicare il radioso progresso della medicina". Un'affermazione che ricorda la spinosa polemica tra religione e scienza su cui tanto si dibatte anche nell'Occidente: fino a quale limite può spingersi la scienza per il bene del progresso? È giusto che la morale e la religione impongano dei limiti?

Attraverso il libro l'autore mira a "istruire dilettando" e a far conoscere al lettore la cultura musulmana, liberandola dai pregiudizi che l'avvolgono.

Silvia Cirioni

titolo: 101 storie sull'islam che non ti hanno mai raccontato
categoria: Narrativa
autore/i: Iacovella Angelo
editore: Newton Compton
pagine: 256
prezzo: € 14.90