Ultima edizione | Archivio giornali | Archivio tematico | Archivio video

CNR: Alamanacco della Scienza

Archivio

N. 16 - 1 set 2021
ISSN 2037-4801

Recensioni a cura di Patrizio Mignano

Il firmamento: un libro aperto<a href="/author/cw_usr_view_recensione.html?id_articolo=11567&preview=true&giornale=11561" target="_blank" rel="noopener"></a>
Ragazzi

Il firmamento: un libro aperto

L'astrofisico Massimo Capaccioli nel suo ultimo libro “C'era una volta nel cielo” (Carocci editore) propone una collezione di racconti brevi, novelle, episodi storici, che hanno come sfondo il firmamento e l'astronomia. Si tratta, come si legge nelle "Istruzioni per l'uso", della “rielaborazione di articoli pubblicati dal 2017 con cadenza bisettimanale sul quotidiano napoletano 'Il Mattino' nell'ambito della rubrica intitolata 'Mille1Notte'. Qui come nel giornale, il proponimento è di offrire al lettore un'informazione facilmente fruibile in un formato adatto alle corte pause che oggi ci concede un ritmo di vita frenetico”. Trenta brevi capitoli che raccontano storie indipendenti tra loro, dando la possibilità al lettore di non dover ricordare il punto in cui aveva lasciato la sua lettura, ma di ricominciare sempre con una nuova “novella”.

L'intento di Capaccioli, quindi, è quello di raccontare storie del cielo “in modo accessibile ai più senza che la semplificazione faccia scempio dell'aderenza ai fatti e alle teorie, confondendone la narrazione con le vicende di uomini e di popoli e con quelle, affascinanti, del mito e dei suoi abusi. Il tutto alla maniera d'un sacchettino di bonbon intellettuali da assaporare al bisogno”. A seconda del momento e del suo stato d'animo il lettore, in base ai titoli che più lo incuriosiscono può decidere di leggere storie che presentano un problema astronomico, oppure un tema mitologico, una costellazione, un satellite o un pianeta. La scelta è la più vasta. L'autore riesce a intrecciare con sapienza astronomia, storia, mitologia, aggiungendo anche aneddoti e curiosità.

Nei racconti incontriamo un ciclope con gli occhi di vetro, stelle spericolate e stelle che morendo rilasciano nello spazio nuovi elementi, buchi neri giganteschi, galassie, pianeti lontani, costellazioni. Non mancano  nomi di scienziati famosi che “per amore della conoscenza hanno spiato il cielo carpendone i segreti”.  Nella storia “Una strega per mamma” incontriamo Keplero, che, grazie alla sua fama, riuscì a salvare sua madre Katharina arrestata e incarcerata perché considerata una strega.  

Il capitolo finale “Letture consigliate” è dedicato a una bibliografia ragionata di testi che possono aiutare il lettore ad approfondire gli argomenti trattati. “Deve però essere preso come una soggettiva collezione di consigli - sottolinea l'autore - piuttosto che come road map per la costruzione di un sapere specifico”.

Maria Adelaide Ranchino

titolo: Cera una volta nel cielo
categoria: Ragazzi
autore/i: Capaccioli Massimo
editore: Carocci
pagine: 208
prezzo: € 13.00