Ultima edizione | Archivio giornali | Archivio tematico | Archivio video

CNR: Alamanacco della Scienza

Archivio

N. 11 - 29 set 2010
ISSN 2037-4801

Libreria

Archeologia, scienza del futuro

Archeologia, scienza del futuro

L'archeologia, scienza del passato, ha subito nel corso degli ultimi decenni profonde mutazioni metodologiche e strumentali grazie al rapido trasformarsi della tecnologia e all'internazionalizzazione sempre più accentuata della ricerca. Il volume ‘Quale futuro per l'archeologia?', curato da Anna Lucia D'agata e Silvia Alaura per Gangemi editore, traccia le possibili prospettive di questa disciplina nell'era della globalizzazione.

Il saggio, di 303 pagine, è suddiviso in sezioni tematiche: formazione dei giovani, rapporti con le istituzioni, prevenzione e programmazione degli interventi sul territorio, musei e comunicazione, multimedialità, etica. Un argomento sempre più al centro dell'attenzione internazionale, quest'ultimo, affrontato nel libro da Colin Renfrew, uno dei più illustri archeologi britannici. Lo studioso parte dalla vicenda del celeberrimo vaso di Euphronios - un cratere a figure rosse - trafugato illegalmente dalla città etrusca di Cerveteri nel corso di scavi clandestini e venduto a un noto mercante d'arte italiano, specializzato nella ricettazione di questi reperti. Trafficanti d'arte internazionali lo avevano poi rivenduto al Metropolitan Museum of Art di New York. L'Italia, provandone l'origine illecita, è riuscita ad ottenerne la restituzione, ma solo al termine di una lunga vicenda diplomatica, esemplare per riflettere sul mercato dei tesori archeologici e sulla gestione dei grandi musei. 

Il volume, che termina con gli esiti di una tavola rotonda, raccoglie gli atti di un convegno tenutosi a Roma su organizzazione dal Dipartimento del patrimonio culturale del Consiglio nazionale delle ricerche.

Claudio Barchesi

titolo: Quale futuro per l'archeologia?
categoria: Specialistica
autore/i: Anna Lucia D'agata, Silvia Alaura ( a cura di )
editore: Gangemi
pagine: 303