Ultima edizione | Archivio giornali | Archivio tematico | Archivio video

CNR: Alamanacco della Scienza

Archivio

N. 4 - 24 feb 2021
ISSN 2037-4801

Recensioni

Dalla sperimentazione all'irreale
Narrativa

Dalla sperimentazione all'irreale

“Quonk!” (Bookabook-BaB), è un libro di Federico Pedrocchi, direttore di Triwù, web tv dedicata all'innovazione, attivo nel giornalismo scientifico dal 1980, conduttore di trasmissioni di scienza su Radio 24 – “Moebius”, “Due pesi, due misure”, “Mare futuro” – di podcast con “Darwin”, insieme alla sua partner Chiara Albicocco e di “Intelligenza Artificiale” su Amazon Audible. Ha partecipato a progetti europei di comunicazione delle nanotecnologie e svolto consulenza per la Commissione Europea sul rapporto fra media e ricerca scientifica. Insegna al master in Comunicazione scientifica e innovazione dell'Università Bicocca e all'Università Statale di Milano, nonché alla Scuola Superiore Sant'Anna di Pisa.

Rispetto a questo romanzo spiega: “Tutte le storie di scienza che incontro nel mio lavoro mi hanno sempre suggerito situazioni che dal rigore e dalla sperimentazione possono evolvere verso l'irreale, anche se non è poi detto che nel tempo quanto nasce impossibile diventi reale. Io non avrei saputo scrivere una storia di generazioni, di coppie, di figli infelici, di tempo che passa, di famiglie nella cui storia si riflettono le vicende di un paese. Ho scritto Quonk! perché mi ha molto divertito farlo. Ci ho messo un po' di anni, dieci direi, ho scritto molto in treno; e poi ci sono tre frasi che scrissi quando ero al liceo. Però nel racconto c'è una idea di fondo: se si sfrangia il Tempo - che serve a tenere in piedi le storie, fatte di prima e poi: 'Vissero felici e contenti' deve venire dopo 'C'era una volta' - allora tutte le storie finiscono una dentro l'altra, e si scopre che ce n'è una sola, immensa che le contiene tutte. Da tempo penso che questa sia la vita”.

Il racconto si svolge in un'area metropolitana anonima - mentre hanno un nome quartieri, strade, piazze e uscite di tangenziali - dove un'eccessiva concentrazione di informazioni genera una perdita di memoria collettiva e una attività illegale: il recupero di reperti di senso, ovvero cose del passato. I “recuperatori” – tra cui Yodin Pianura, Mondina e Vincent Fatou, che stanno per mettere le mani su quello che è considerato il massimo reperto possibile, una stazione televisiva - rivendono poi a un giro di facoltosi collezionisti.
L'attualità del tema affrontato è evidente: “Ci sta arrivando molto materiale, audio, video, testi, messaggi, un gigabyte al minuto, la sensazione che abbiamo è la seguente: c'è qualcosa che non funziona nel tempo, come se fosse venuta a mancare una colla che lo teneva insieme. Poi, se il tempo si sfrangia è ovvio che si porta appresso delle ricadute sulla memoria, che vive di prima in attesa di un dopo che li connetta. Allo stesso tempo il futuro, che è inevitabilmente associato a un presente che lo progetta, viene ad essere risucchiato […] mettiamola così: lo spazio, dedicato al presente, lo spazio che sta lì, pronto, nel futuro, questo spazio indietreggia, scivola giù perché non più supportato da fatti che dovrebbero accadere, e si trasforma in una slavina di voci, immagini, testi, rumori, parole che galleggiano. Il collasso temporale è come lo scarico di un lavandino, collocato nel presente; se a sinistra, poniamo, c'è il passato e a destra il futuro, entrambi sono risucchiati nel presente. Glup”.

L'editore BaB ha pensato di utilizzare la rete per diminuire i rischi di impresa, dunque, propone il testo in crowdfunding: con la promozione su web si cerca di raggiungere un numero di copie che consenta di stampare e portare nelle librerie il libro: chi acquista online avrà poi diritto al testo cartaceo.

U. S.

titolo: Quonk!
categoria: Narrativa
autore/i: Pedrocchi Federico
editore: Bookabook-BaB
pagine: 260
prezzo: € 19.00