Ultima edizione | Archivio giornali | Archivio tematico | Archivio video

CNR: Alamanacco della Scienza

Archivio

N. 1 - 13 gen 2021
ISSN 2037-4801

Recensioni

Il matto buono dei frati
Narrativa

Il matto buono dei frati

Gabriella La Rovere è medico, giornalista e madre di Benedetta, una ragazza autistica. Nel 2014 scrive, per Mursia, “L'orologio di Benedetta” e nel 2019, per Edizioni Gruppo Abele, pubblica "Mi dispiace, suo figlio è autistico", volumi che ci portano nella quotidianità delle persone disabili e delle loro famiglie. Collabora con il sito “Per noi autistici” diretto da Gianluca Nicoletti, giornalista radiofonico e padre di Tommy, un giovane affetto da autismo. Nel 2020 pubblica, per Augh edizioni, "Francisco", storia di Francisco Sánchez Pascual (1544-1604) elaborata da “Vie du Vénérable Frére François de l'Enfant Jésus de l'Ordre des Carmes-Déchaussés”, redatto da un abate anonimo nel 1867.

Da quello che si deduce dallo scritto dell'abate, Francisco – che fu contemporaneo di san Giovanni della Croce e santa Teresa d'Avila - era probabilmente autistico. Alla sua nascita, il padre era immensamente felice di avere un figlio maschio che però non cresce come lo aveva immaginato. Francisco porta le pecore al pascolo in montagna, le conosce tutte per nome, gli basta un solo colpo d'occhio per capire se ne manca qualcuna, non sa né leggere né scrivere e viene spesso deriso per il suo strano modo di fare e per la sua "diversità". Lo scherno della gente causa forte imbarazzo nel padre, ma non nella mamma che, con pochi gesti e parole rassicuranti, è l'unica a tranquillizzare il ragazzo. Quando la madre muore lascia Francisco solo con il padre.
Responsabile di un omicidio involontario, il protagonista viene mandato dal padre presso una vedova ad Alcalá di Henares e, in seguito, trova accoglienza presso l'ospedale di Antezana, tenuto da frati carmelitani. Qui avviene un incontro particolare, che condizionerà la sua vita, con una statua di Gesù bambino, con cui parla e in cui trova conforto e rifugio, come accadeva con la madre da bambino. Col passare del tempo, Francisco coltiva il sogno di prendere i voti e si rivolge al re Filippo II che diviene suo tutore, come pure il successore Filippo III.

Alla fine Francisco realizzerà il suo sogno e potrà indossare il saio. Attorno a lui accadono fatti inspiegabili, che gli conferiscono un'aura di santità e, nonostante la sua eccentricità, diviene tanto popolare che la tonaca viene ridotta a brandelli dalla folla al suo passaggio, come una vera e propria reliquia. Dopo la morte persino le sue spoglie saranno contese tra due città. Francisco sarà dichiarato venerabile, il primo della storia della Chiesa con probabile neurodiversità.

Alessia Cosseddu

titolo: Francisco
categoria: Narrativa
autore/i: La Rovere Gabriella
editore: Augh!
pagine: 92
prezzo: € 12.00