Ultima edizione | Archivio giornali | Archivio tematico | Archivio video

CNR: Alamanacco della Scienza

Archivio

N. 4 - 24 feb 2021
ISSN 2037-4801

Recensioni

Istruzioni per la divulgazione del rischio<br />
Saggi

Istruzioni per la divulgazione del rischio

“La gestione del rischio e la sua comunicazione” di Silvia Panfilo riserva grande attenzione a una necessità che “si è accentuata in risposta alla crisi economico-finanziaria globale del 2007-2008, a cui le banche hanno dovuto rispondere per prime”. Il volume mira innanzitutto a fare chiarezza sul concetto di rischio, partendo dalle diverse definizione del temine: da quella dell'economista matematico e accademico italiano Ulisse Gobbi, risalente al 1898, che lo definisce come “il campo estesissimo, fra i due estremi della certezza dell'impossibilità e la certezza del verificarsi, in cui si ha, in varie gradazioni, l'incertezza che un dato evento si verifichi o meno”, a quella fornita dalla Society for Risk Analysis nel 2018, “Consideriamo una attività futura, ad esempio il funzionamento di un sistema, e definiamo il rischio in relazione alle conseguenze (effetti, implicazioni) di questa attività rispetto a qualcosa che gli esseri umani valorizzano. Le conseguenze sono spesso viste in relazione ad alcuni valori di riferimento (valori pianificati, obiettivi, ecc) e il focus è spesso sulle conseguenze negative e indesiderabili”.

L'autrice evidenzia quanto, in ambito economico aziendale, gli eventi aleatori possano costituire per l'azienda sia una minaccia che un'opportunità, invitando a coglierli nella loro accezione positiva di opportunità. Passa poi al tema della gestione del rischio presentando la sua evoluzione. Le aziende avevano inizialmente un approccio tradizionale “silo by silo”, che attribuiva la responsabilità della gestione di una determinata tipologia di rischio all'unità che ne era minacciata, il che portava a una mancanza di visione condivisa nella stessa azienda. Le prime applicazioni di gestione del rischio nelle imprese risalgono agli anni '70, man mano sono diventate parte integrante del business aziendale, e questo ha fatto sì che l'approccio evolvesse anche per quanto riguarda il miglioramento delle performance. In tempi più recenti, si è giunti al cosiddetto Erm - Enterprise risk management, che dà una visione trasversale e di insieme dell'azienda, che considera tutti gli aspetti della gestione al fine di “valutare il rischio: strategie di mercato, processi, risorse finanziarie, risorse umane e tecnologie”.

Lo studio analizza poi la comunicazione del rischio all'interno di una reportistica aziendale, osservata da un punto di vista prettamente pratico. Tale comunicazione assume importanza nella prospettiva futura dell'azienda, a differenza di quanto accade per le informazioni finanziarie, che si concentrano sui risultati storici. Pertanto, questo nuovo approccio risulta più interessante per gli investitori e gli altri stakeholder, in quanto riesce a dare una visione sui risultati dell'impresa stessa. Maggiori informazioni sulle azioni intraprese per gestire il rischio possono quindi incoraggiare i manager a migliorare le loro prestazioni, nel momento in cui le loro scelte divengono disponibili al controllo pubblico.

Il testo passa poi realtà che evidenziano il gap esistente tra teoria e pratica. Dopo l'analisi della letteratura su “risk disclosure” e “risk management disclosure” viene effettuata un'analisi empirica, tramite interviste con i responsabili della gestione del rischio e della sua comunicazione. Il volume si conclude con la presentazione di nuove idee per ricerche future e con una sintesi dei risultati della ricerca.

“La gestione del rischio e la sua comunicazione” di Silvia Panfilo fa parte della collana “Studi e ricerche di economia aziendale” della casa editrice Aracne, che promuove lo studio e la ricerca scientifica nell'ambito delle discipline economico-aziendali e dà spazio ai risultati di tali studi presso la comunità scientifica, il mondo imprenditoriale e i professionisti. Al suo interno sono presenti monografie e volumi collettanei dedicati allo studio e all'analisi dell'azienda e delle sue complesse e poliedriche sfaccettature e dinamiche socio-economiche, redatti anche in lingua inglese, per facilitarne la diffusione a livello internazionale. La collana è suddivisa in sezioni: Impresa e management, Aziende pubbliche e management, Studi storici di ragioneria e di economia aziendale.

Stefania Petraccone

titolo: La gestione del rischio e la sua comunicazione
categoria: Saggi
autore/i: Panfilo Silvia
editore: Aracne
pagine: 204
prezzo: € 7.80