Ultima edizione | Archivio giornali | Archivio tematico | Archivio video

CNR: Alamanacco della Scienza

Archivio

N. 12 - 17 giu 2020
ISSN 2037-4801

Recensioni

Uomo e tecnologia in cerca di equilibrio
Saggi

Uomo e tecnologia in cerca di equilibrio

Andrea Pezzi, dopo essersi laureato in psicologia con indirizzo filosofico all'Università di San Pietroburgo, è diventato un volto noto della televisione italiana lavorando come autore e conduttore per Mtv e collaborando con la Rai e Mediaset. A un certo punto, la svolta: decide di cambiare vita e diventare imprenditore nel campo del digitale. La sua società, Myntelligence, è nata con lo scopo di aiutare le imprese e gli editori tradizionali a digitalizzarsi, a riappropriarsi dei loro dati e a conoscere meglio se stessi e i propri clienti per non soccombere ai giganti dei big data. Parallelamente alla carriera di autore, conduttore e imprenditore, Pezzi ha anche scritto quattro libri, l'ultimo dei quali, “Io sono”, è stato pubblicato di recente da La nave di Teseo.

Nel libro Pezzi illustra il percorso da compiere per porre nuovamente l'uomo al centro del dibattito culturale del nostro tempo ed evitare di farsi esautorare dagli algoritmi e dall'intelligenza artificiale.

Secondo l'autore, il problema alla base della nostra società è che la formazione moderna si occupa quasi esclusivamente dell'acquisizione di conoscenze e competenze tecniche, mentre pochi sono gli studi che si concentrano sull'essere umano in quanto utilizzatore di tali competenze, tanto che, dichiara, “le grandi intuizioni scientifiche, che avrebbero potuto portare a colmare lo spazio tra fisica e metafisica, non sono state adeguatamente approfondite dalla scienza moderna. Di conseguenza, oggi, non esiste una cultura diffusa su cosa sia un essere umano e su come si articoli la sua personalità”.

L'autore si concentra anche sulla differenza tra il robot, considerato come un programma, un insieme di azioni logiche che si susseguono, e l'essere umano, che invece è un progetto, un'unione di anima e corpo che vive e si evolve nel contatto con gli altri. Tuttavia l'uomo moderno è visto nel saggio come dipendente in misura eccessiva dalla tecnologia, una dipendenza che lo porta a rischiare di essere surclassato dagli algoritmi e dall'intelligenza artificiale, in quanto “gli esseri umani sviluppano la propria intelligenza grazie ai problemi che di giorno in giorno riescono a risolvere. Se la tecnologia, in nome della funzionalità del sistema, risolve e facilita la vita a tutti, inevitabilmente di fatto gliela complica”.

Questa dipendenza dalla tecnologia secondo l'autore implica notevoli rischi e conseguenze pericolose anche in campo politico. “L'uomo, che da sempre prende le sue decisioni usando gli strumenti culturali del proprio tempo come la magia, la superstizione, le religioni, la scienza e la filosofia”, osserva Pezzi, “oggi si affida quasi completamente alla potenza di calcolo offerta dalla tecnologia e questa dipendenza sta portando ad una riduzione del libero arbitrio, la base su cui si fonda tutto il pensiero liberale che, di conseguenza, oggi è in grande crisi”. In economia, invece, il digitale ha portato al cambiamento della catena del valore, alla rottura del binomio contenitore e contenuto e alla vendita di beni e servizi sotto forma di file e bit elettronici, con la conseguente crisi di tutti gli operatori del mercato che non hanno saputo digitalizzarsi.

Di fronte a questi problemi l'autore fornisce una soluzione: la necessità di evolvere e di arrivare a una nuova cultura umanista in cui si ponga di nuovo al centro l'essere umano che “ha imparato a fare se stesso perché sa che da questa sua evoluzione personale deriva sempre qualcosa di buono anche per gli altri... che in fondo, a ben guardare, non esistono davvero”. Proprio questa è l'idea su cui si basa il libro, a partire dal titolo, cercando di immergere il lettore nel centro dell'essere umano, facendogli capire che l'uomo moderno, senza perdere di vista il proprio “io sono”, deve studiare la società in cui vive per cercare di comprendere se stesso. Solo in questo modo può far nascere una cultura in grado di rimettere in equilibrio il rapporto tra essere umano e intelligenza artificiale.

Vittoria Baracaglia

titolo: Io sono
categoria: Saggi
autore/i: Pezzi Andrea
editore: La nave di Teseo
pagine: 157
prezzo: € 14.00