Ultima edizione | Archivio giornali | Archivio tematico | Archivio video

CNR: Alamanacco della Scienza

Archivio

N. 11 - 3 giu 2020
ISSN 2037-4801

Recensioni

Comunicare l'Europa tra digitalizzazione e rischi globali
Saggi

Comunicare l'Europa tra digitalizzazione e rischi globali

Il volume “La comunicazione pubblica dell'Europa” di Lucia D'Ambrosi, ricercatrice di Sociologia dei processi culturali e comunicativi presso l'Università degli Studi di Macerata, è un attento lavoro di ricerca e un agile strumento di consultazione, che aiuta a comprendere meccanismi e obiettivi della comunicazione europea. Il libro indaga le modalità attraverso cui l'Unione Europea (Ue) informa i suoi cittadini, evidenziando non solo il ruolo svolto dai media digitali, ma anche la partecipazione nello spazio pubblico. In primo piano si palesano luci e ombre di una complessa filiera comunicativa, condizionata da contingenze politiche, sociali ed economiche.

Il primo capitolo dell'opera analizza le modalità di costruzione della sfera pubblica europea e della cittadinanza sovranazionale, senza trascurare il passaggio dall'euro-entusiasmo all'euro-scetticismo e le cosiddette derive populiste: “Il populismo, a livello comunitario, si manifesta soprattutto nella critica dei confronti del policy making europeo che avrebbe disilluso le attese dei cittadini e fallito nel progetto democratico”.

L'inquadramento teorico è delineato nel secondo capitolo, focalizzato sulla comunicazione locale e globale e sulle modalità di dialogo e ascolto, di cittadinanza e partecipazione nello spazio europeo. Sfruttando un'estesa bibliografia, l'autrice indaga i cambiamenti in atto in rete e nel mainstream, soffermandosi sulla gestione plurale dell'informazione e sul giornalismo online: vi si esplicita il rapporto tra istituzioni europee e nuovi media, prestando attenzione alla disinformazione online, alla presenza dell'Europa nelle scuole e alle reti comunitarie d'informazione. È il caso dei centri Europe Direct, “che hanno lo scopo principale di interessare i cittadini e di promuovere il dialogo sull'Europa, anche in collaborazione con altre reti di informazione e punti di contatto”.

L'ultimo capitolo è dedicato alla partecipazione dei cittadini alle politiche comunitarie, studiata attraverso focus centrati sulla legittimità democratica dell'Unione, sull'e-democracy transazionale, sulle linee guida per la partecipazione civile e sulle opportunità offerte dall'Ue ai giovani. Chiudono il volume un glossario esplicativo e schede di approfondimento sui trattati, sulle principali istituzioni europee e sui canali audiovisivi dell'Unione.

Si disegna così il complesso panorama della comunicazione Ue nel tempo dei rischi globali, che l'autrice esplora evidenziando i passi fatti in avanti, ma anche il cammino da compiere per una piena coesione informativa: “Si prefigurano, dunque, nuovi e più articolati orizzonti che richiedono all'Europa di potenziare l'uso degli innovativi linguaggi e strumenti di comunicazione, con un'osservazione critica delle problematicità connesse con le funzioni pubbliche democraticamente organizzate”.

titolo: La comunicazione pubblica dell’Europa
categoria: Saggi
autore/i: D’Ambrosi Lucia
editore: Carocci
pagine: 160
prezzo: € 17.00