Ultima edizione | Archivio giornali | Archivio tematico | Archivio video

CNR: Alamanacco della Scienza

Archivio

N. 7 - 8 apr 2020
ISSN 2037-4801

Recensioni

Giulio Romano dall'arte alla “pornografia”
Saggi

Giulio Romano dall'arte alla “pornografia”

Giulio Romano è stato il più geniale e innovativo discepolo di Raffaello: la ristampa del catalogo della mostra dedicata all'artista e presentata a Mantova, a Palazzo Te e a Palazzo Ducale, dal settembre al novembre 1989, che codificò una nuova interpretazione dell'opera di Giulio Romano, è ora divenuta una monografia piena di storie coinvolgenti e interrogativi, edita da Electa nell'ottobre scorso. L'opera di Giulio Romano è analizzata in rapporto al contesto di cui è parte integrante: ambienti di corte, mentalità, pensiero religioso, costumi, gusti. Sia essa pittorica, decorativa, architettonica o scenografica, l'attività dell'artista si estende dai più minuti aspetti elitari ai frammenti di mentalità popolare, fino all'amore per i contrasti, per le irregolarità, per l'eccentrico. Il volume si articola secondo differenti approcci: le continuità e discontinuità con la tradizione, le domande di un particolare ambiente cortigiano, gli ideali di un'epoca-limite, percorsa da inquietudini e contrapposizioni profonde. Con saggi di Ernest H. Gombrich, Manfredo Tafuri, Sylvia Ferino Pagden, Christoph L. Frommel, Konrad Oberhuber, Amedeo Belluzzi, Kurt W. Forster.

Sempre per celebrare, a distanza di trent'anni dalla grande monografica del 1989 a Palazzo Te, il genio di Giulio Romano, è poi tornato in libreria il catalogo “Giulio Romano. Arte e desiderio”, che analizza -attraverso i saggi dei curatori e i saggi di approfondimento di Sergej Androsov, Aleksej Nikol'skij e Andrej Cvetkov, sulle ultime novità documentali e sui risultati del recente restauro dell'opera “Due amanti”; il testo di Maurizio Bettini che indaga il mondo della mitologia classica, fra sanzione, comicità ed erotismo; gli approfondimenti di Madeleine C. Viljoen, James Grantham Turner e Antonio Geremicca - il rapporto tra la produzione artistica dell'allievo prediletto di Raffaello, dai Modi alle grandi sale affrescate, e il mondo classico: dai riferimenti letterari a quelli iconografici che Giulio Romano ha utilizzato a Mantova per la costruzione del suo linguaggio pittorico.

“I Modi. Giulio Romano e gli altri”-“The Modi. Giulio Romano and the Others” è, infine, una breve storia senza veli, in edizione italiana e inglese, dello scandalo e del successo dei Modi di Giulio Romano, una serie di 16 immagini pornografiche, incise da Marcantonio Raimondi su disegni dell'allievo di Raffaello e accompagnate da sonetti licenziosi di Pietro Aretino. Il volume pubblica integralmente anche il taccuino “La scuola di Priapo” di Bartolomeo Pinelli, edito nel 1810. Sempre a fine 2019, nella collana de Le guide Electa, sono poi tornati in nuova veste grafica “Giulio Romano a Mantova” (56 pagine con 30 illustrazioni, € 10,00) e “Palazzo Te” (80 pagine con 50 illustrazioni, € 12,00).

U. S.

titolo: Giulio Romano
categoria: Saggi
autore/i: Gombrich Ernest H. et al.
editore: Electa
pagine: 620
prezzo: € 65.00

  

  

titolo: Giulio Romano. Arte e desiderio
categoria: Saggi
autore/i: Furlotti Barbara
editore: Electa
pagine: 224
prezzo: € 35.00

  

  

titolo: I Modi. Giulio Romano e gli altri
categoria: Saggi
autore/i: Romano Giulio
editore: Electa
pagine: 112
prezzo: € 10.00