Ultima edizione | Archivio giornali | Archivio tematico | Archivio video

CNR: Almanacco della Scienza

Archivio

N. 16 - 9 SET 2020
ISSN 2037-4801

La buona scuola è una scuola nuova

L'accelerazione dell'utilizzo degli strumenti digitali, ce lo ricordano tra gli altri il presidente Mattarella e la Giornata internazionale dell'alfabetizzazione istituita dall'Unesco, è un'occasione per ridurre il divario sociale, un tema che non riguarda soltanto i giovani. La pandemia ha reso ancora più evidente un problema che riguarda conoscenza e competenza, più e prima ancora che reddito e ricchezza. La situazione è complicata, tra gli altri, dal Covid–19 che però è anche una forzata, complicata, dolorosa opportunità. Il Focus e molti articoli di questo Almanacco sono dedicati quindi al benessere psicofisico degli studenti e al rapporto tra didattica tradizionale e innovativa

di Marco Ferrazzoli

Insegnamento, tra presenza e remoto

Tecnologia: Nel periodo di lockdown per Covid-19 i docenti hanno fatto lezione a distanza con nuovi metodi e strumenti digitali, avviando di fatto il processo di trasformazione della loro professione, per una futura didattica da integrare con l'insegnamento in aula. Ne abbiamo parlato con Paolo Landri dell'Istituto di ricerche sulla popolazione e le politiche sociali del Cnr

di Marina Landolfi

Il cyberbullismo ai tempi del Covid-19

Informatica: Gli adolescenti sono sempre connessi a Internet e il lockdown ha favorito questa tendenza, spostando ancor più il problema del bullismo sul web. Allontanare i ragazzi dalla tecnologia è però sbagliato, spiega Anna Vaccarelli dell'Istituto di informatica e telematica del Cnr. Il "male" non è nel mezzo che usiamo ma nelle persone che stanno dietro le tastiere e che ne fanno un uso scorretto. Bisogna imparare a riconoscerle

di Emanuele Guerrini

Scuola, si riparte anche con corsi alternativi

Università ed Enti: Varie le proposte formative di enti e associazioni per il nuovo anno scolastico, da affiancare alla didattica tradizionale. Tra le novità, lezioni integrate con laboratori sulle materie Stem organizzate a Milano dal Museo nazionale scienza e tecnologia e dall'Ic Cavalieri e i corsi di formazione per docenti, in presenza o online, della Fondazione Golinelli di Bologna

di Marina Landolfi

Una proposta per l'insegnamento delle scienze

Saggi: In un'epoca dominata dal progresso scientifico e tecnologico, occorre trasmettere il funzionamento del metodo sperimentale in tutta la sua complessità. Carlo Fiorentini propone un curricolo verticale per queste discipline, con uno sguardo attento agli aspetti pedagogici ed epistemologici

di Isabella Cioffi

Lo sport per l'inclusione

Saggi: Con “Educazione motoria-sportiva nella sindrome di Down” Salvatore Pignato fornisce un manuale per la gestione dell'attività motoria e dell'avviamento alla pratica sportiva delle persone con trisomia del cromosoma 21. Evidenziando il fondamentale aiuto che questi strumenti possono fornire alla salute, al benessere, all'autostima e alle capacità relazionali di chi li pratica

di Rosa Anna Vacca

Verso un nuovo inizio

Informatica: Torna a suonare la campanella nelle scuole italiane. Il nuovo anno presenta ancora diverse incognite, ma una cosa è certa secondo il direttore dell'Istituto per le tecnologie didattiche del Cnr Mario Allegra: le scuole saranno tanto più virtuose quanto più avranno fatto tesoro dell'esperienza digitale maturata nei mesi del lockdown. In tal senso si muove il progetto Stringhe, che mira a riqualificare l'offerta di alcune periferie urbane a Milano, Napoli, Catania

di Francesca Gorini

Gli effetti negativi della distanza

Salute: L'impossibilità di frequentare le lezioni in classe per ridurre il rischio di contagi ha avuto conseguenze sugli studenti di tutte le età. La prosecuzione nel nuovo anno scolastico della didattica esclusivamente in remoto, finora indispensabile per contrastare il contagio, potrebbe determinare un accrescimento dei sentimenti di isolamento e di solitudine già presenti, specie tra gli adolescenti. A sottolinearlo è Antonio Cerasa, neuroscienziato dell'Istituto per la ricerca e l'innovazione biomedica del Cnr

di Rita Bugliosi

Luca Mazzone: dalla disabilità una nuova vita

Atleta paralimpico, è stato campione di nuoto alle Paralimpiadi di Sidney, conquistando due medaglie d'argento e di handbike a quelle di Rio de Janneiro, aggiudicandosi due ori e un argento. Con la sua stessa vita dimostra quello che ricorda nel corso dell'intervista: “Quando ci sono delle avversità ci si deve dare da fare e non aspettare che le cose si risolvano da sole o con l'aiuto esterno. Il primo a lottare devi essere tu”

di Francesco Pieri