Ultima edizione | Archivio giornali | Archivio tematico | Archivio video

CNR: Alamanacco della Scienza

Archivio

N. 9 - 23 mag 2012
ISSN 2037-4801

Editoriale

Nella sofferenza, ritrovare la coesione

L'Almanacco della Scienza non è un giornale di cronaca e i nostri non sono articoli strettamente di attualità. Ma in questo numero non possiamo omettere un riferimento ai due eventi che hanno colpito il nostro Paese in questi giorni: l'attentato alla scuola di Brindisi e il sisma in Emilia Romagna.

Entrambi, ovviamente, ci hanno prima di tutto colpito come cittadini e come persone ma in qualche misura anche coinvolto sul piano professionale. Per quanto riguarda il terremoto, i ricercatori del Consiglio nazionale delle ricerche e di altri Enti sono stati chiamati a spiegare che il nostro territorio presenta una diffusa soggezione a questo tipo di eventi, anche nelle zone meno note come 'sismiche'. In questo caso, purtroppo, la natura si è espressa al massimo della sua terribile forza. E l'unica e migliore forma di 'prevenzione' è in realtà l''adattamento', cioè il rispetto delle norme che impongono di edificare al massimo livello di sicurezza possibile.

Per quanto concerne invece l'esplosione alla scuola Morvillo Falcone, possiamo solo sperare che le indagini assicurino alla giustizia i responsabili e che questi siano puniti con la durezza che meritano. Anche su questo piano la tecnologia può offrire il proprio importante contributo, naturalmente se utilizzata con l'opportuna accortezza.

Dispiace molto che per entrambi questi eventi, nel cordoglio generale, si siano levate polemiche ed espressioni talvolta fuori luogo. La legittima e anzi vitale differenza di opinioni non dovrebbe mai travalicare il rispetto reciproco. L'Italia sta attraversando un periodo non facile, come del resto tutta l'Europa, e proprio per questo sarebbe necessario mantenere un clima di coesione, soprattutto in occasioni tanto difficili e dolorose: in particolare nei confronti dei giovani.

Importante e significativa, in questo ambito, l'ampia partecipazione di studenti alle manifestazioni per il ventennale della strage di Capaci che ricorre proprio il giorno di uscita del nostro giornale. Il ricordo dei magistrati Giovanni Falcone e Paolo Borsellino e degli uomini delle loro scorte deve sempre vivo nelle nuove generazioni come esempio di rispetto delle leggi, di spirito di sacrificio e di dedizione al Paese.

Passando al Focus monografico di questo numero dell'Almanacco, abbiamo voluto dedicarlo all'acqua, bene indispensabile ma spesso minacciato, in occasione della giornata mondiale degli oceani che si celebra l'8 giugno. Diamo quindi spazio agli studi svolti dai ricercatori Cnr per la tutela degli ecosistemi lacustri e marini. Con l'augurio a tutti di una buona lettura e di trovare momenti più sereni.

Marco Ferrazzoli