Ultima edizione | Archivio giornali | Archivio tematico | Archivio video

CNR: Alamanacco della Scienza

N. 12 - 5 dic 2018
ISSN 2037-4801

Focus - I giovani e la ricerca  

Cultura

I ragazzi e il 'polmone blu'

L'ultima nata tra le mostre interattive del Cnr, inaugurata lo scorso 21 novembre a Roma dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella e dalle più alte cariche dello Stato in occasione del 95esimo anniversario del Cnr, è 'Aquae - Il futuro è nell'oceano', che illustra le principali caratteristiche dell'ambiente marino, con particolare attenzione all'utilizzo e alla conservazione delle sue risorse per uno sviluppo sostenibile. Questa mostra segna anche i venti anni di attività nel campo della divulgazione scientifica, dell'animazione territoriale, del networking e della social inclusion della sezione operativa dell'Ufficio comunicazione, informazione e Urp del Cnr di Genova.

'Aquae' è aperta al pubblico dallo scorso 21 novembre presso la sede centrale del Cnr a Roma e ha già accolto oltre 500 studenti di scuole primarie di secondo grado e secondarie provenienti da tutto il Lazio. Le visite guidate proseguiranno fino al 19 dicembre, e in via straordinaria il 10 e il 17 dicembre sono state organizzate delle visite dedicate al personale del Cnr.

Anche la preview della mostra, presentata nell'ambito del Festival della Scienza 2018, ha registrato un grande successo di pubblico ed è risultata, con 2.200 visitatori, la mostra più visitata. “Grazie alla reazione positiva e al coinvolgimento attivo del pubblico con gli exhibit presenti in mostra, stiamo 'toccando con mano' quanto sia grande l'interesse dei giovani e del pubblico di tutte le età per l'utilizzo e la conservazione delle risorse dell'ambiente marino per uno sviluppo sostenibile, e quanto sia forte la consapevolezza del fatto che il futuro e la salvaguardia degli oceani dipendono fortemente anche da ciascuno di noi e dalle scelte che compiamo ogni giorno della nostra vita”, afferma Francesca Messina, responsabile della Sezione operativa divulgazione scientifica del Cnr.

Anche gli studenti giunti alla esposizione di Roma stanno sperimentando come si formano le onde e le correnti, perché l'acqua del mare è salata, qual è il motore biologico del mare, perché il mare e il clima siano così strettamente correlati e molto altro ancora. “Sono numerosi i quesiti che i ragazzi pongono al personale della rete scientifica del Cnr che li accompagna in questo percorso alla scoperta degli oceani. Quando riusciamo a suscitare meraviglia, intesa come l'aristotelica scintilla di conoscenza, abbiamo raggiunto buona parte dei nostri obiettivi e con ogni probabilità siamo riusciti ad attivare un percorso di apprendimento e di crescita personale in cui la curiosità si pone al centro del processo di scoperta di cui ognuno di noi è il protagonista assoluto”, prosegue Messina.

Tra i numerosi esperti del Cnr che hanno dato la loro disponibilità a illustrare la mostra a Roma, c'è Angelo Domesi del Dipartimento scienze del sistema terra e tecnologie per l'ambiente: “Lavorare con i giovani è sempre molto stimolante; in particolare in questa mostra ho avuto l'opportunità di catturare la loro curiosità raccontando le mie esperienze durante le missioni che ho svolto nelle zone polari. Spero di essere riuscito a trasmettere loro quali sono i motivi che spingono i ricercatori ad affrontare le tante difficoltà, sia in un ambito personale che lavorativo quando ci si reca in zone così remote del Pianeta”. Obiettivo certamente raggiunto, perché molti ragazzi a margine della mostra hanno chiesto al personale Cnr quali studi e quale percorso lavorativo seguire per poter intraprendere la carriera di ricercatore scientifico. “Una cosa che mi ha fatto piacere sentire durante la mia esperienza come animatore alla mostra è stata l'affermazione frequente tra i ragazzi in visita all'esposizione 'Non lo sapevo!'. Questa è sicuramente importante e gratificante, indica che si è innescato un vero processo di cambiamento nella nuova generazione, un cambiamento che forse contribuirà a un futuro migliore per la Terra”.

Edward Bartolucci

Fonte: Angelo Domesi, Dipartimento scienze del sistema terra e tecnologie per l'ambiente , email angelo.domesi@cnr.it - Francesca Messina, Ufficio Comunicazione e Urp del Cnr, tel. 010/6598745 , email francesca.messina@cnr.it -