Ultima edizione | Archivio giornali | Archivio tematico | Archivio video

CNR: Alamanacco della Scienza

N. 7 - 4 lug 2018
ISSN 2037-4801

Focus  

Cultura

Tutti i colori dell'Artico

Si può comunicare la passione per la ricerca e condividerne i risultati in molti modi. 'Ny-Ålesund Colors' di Vittorio Tulli del Servizio reti e sistemi informativi del Cnr, pubblicato dal Consiglio nazionale delle ricerche nel 2016, racconta, attraverso un viaggio per immagini, una delle storie più affascinanti ed estreme: la ricerca polare.

Il libro fotografico unisce ricerca e bellezza, solitudini e attese, luce e buio. Esplora la ricchezza di riflessi e di colori che accompagnano le stagioni dell'Artico. In un contesto naturalistico quasi inesprimibile a parole per la sua unicità, i ricercatori e le ricercatrici italiani nella base Cnr 'Dirigibile Italia' condividono la passione per il sapere e per l'esplorazione dei suoi confini con una comunità internazionale di scienziati, esperti, tecnici che lavorano insieme nella città internazionale della ricerca  più a nord del mondo (78°55'30'N 11°55'20''E).

Vittorio Tulli, in numerose missioni svolte per il Cnr, ha documentato i diversi risvolti e momenti di una ricerca multidisciplinare e innovativa, ha colto e fermato attimi, luoghi, sguardi, passaggi di luce e di saperi. Le immagini ci conducono attraverso le distese di ghiaccio, dentro i laboratori, mostrano i gesti che conducono un esperimento, ci coinvolgono nei rari momenti di pausa, ci fanno sentire i suoni dell'aurora boreale e quelli dell'orchestra che accoglie e saluta visitatori e ospiti su un molo sospeso nel vuoto.

Ghiaccio, bianco, nero, blu, verde, giallo, rosso, marrone sono i colori dell'Artico scelti per raccontare tempi, spazi e di persone di Ny-Ålesund. Colori che si legano ai cambi di stagione e di emozioni: la “vera molla dell'impresa scientifica”, per dirla con le parole del fisico Richard Feynman. 

Per riuscire a cogliere e vedere l'unicità dell'esperienza di un luogo, in questo caso il contenuto della ricerca e l'emozione della scoperta, il fotografo deve "far parte di ciò che accade”. Lo sguardo di Vittorio Tulli, è discreto, rispettoso, affascinato e rapito dall'intensità dello spazio . Il racconto intenso della ricerca si adatta e cresce con i cambi di colore. Nelle immagini della Base italiana spesso a guidarci è un dettaglio: uno scarpone umido, un'ombra nella bufera, una misurazione, un cavo, un punto in un riflesso,  una traccia sulla neve. Da qui la forza della fotografia che sposa felicemente l'immensità degli spazi esterni o la ristrettezza di una cabina, la metodica ripetitività della ricerca quotidiana e l'infinità della sfida che la contiene.

Il percorso narrativo del libro è anche il racconto di una ricerca italiana fatta di sacrifici, entusiasmo e disciplina, un'impresa complessa, corale, collettiva. Una ricerca non sempre sufficientemente capita e sostenuta. 'Ny-Ålesund Colors' valorizza questa coralità. Attraversa la notte artica, le difficoltà della ricerca di confine, il dialogo tra luce e buio per valorizzare lo scambio di conoscenze e di esperienze, la costruzione di competenze condivise. Ricerca di frontiera in tutti i sensi, letterale e figurato. L'esplorazione di terre estreme e impervie rimette in gioco le narrazioni e i vissuti, il fotografo Vittorio Tulli infatti sa che “l'Artico non svela i suoi misteri a coloro che lo sfiorano soltanto”.

Cristina Marras

Fonte: Cristina Marras , Istituto per il lessico intellettuale europeo e storia delle idee, Roma, tel. 06/49917226, email cristina.marras@cnr.it