Ultima edizione | Archivio giornali | Archivio tematico | Archivio video

CNR: Alamanacco della Scienza

Archivio

N. 5 - 4 mag 2016
ISSN 2037-4801

Focus - Festa dell'Europa  

Socio-economico

Risis, per facilitare la ricerca

Le infrastrutture di ricerca cambiano il modo di produzione della conoscenza, fornendo accesso diffuso a dati e informazioni necessarie per la ricerca, facilitando il lavoro a distanza, consentendo l'accumulazione di materiali che possono essere condivisi e arricchiti dal lavoro comune. Le infrastrutture condivise sono anche suscettibili di modificare le consuete gerarchie all'interno delle comunità scientifiche, consentendo di soddisfare domande di ricerca che i singoli ricercatori spesso non possono affrontare a cause dei vincoli di tempo e di risorse esistenti. La creazione di infrastrutture di ricerca investe tutti i settori disciplinari, comprese le cosiddette scienze sociali, valorizzando gli approcci interdisciplinari che consentono di affrontare problemi complessi attraverso l'integrazione di differenti prospettive metodologiche e conoscenze di base.

In questo quadro, l'iniziativa del Progetto Risis–Research Infrastructure for Research and Innovation Policy Studies finanziata dal VII Programma Quadro Europeo è destinata a creare un'infrastruttura diffusa su dati rilevanti per gli studi sulle politiche di ricerca e di innovazione e sulle dinamiche che caratterizzano questi settori di intervento pubblico.

Tre le linee di attività di Risis, apertura e mantenimento di 12 dataset su dati che non sono coperti dalle statistiche ufficiali (Ocse ed Eurostat); sviluppo di due piattaforme aperte che supportino la costruzione e il trattamento di dataset specializzati su argomenti di ricerca e innovazione; sviluppo di un sistema di accesso libero che sia utile a sviluppare ulteriori connessioni e integrazioni fra dataset eterogenei.

I dataset coprono cinque argomenti: politiche e dinamiche connesse alla costruzione dello Spazio europeo della ricerca (3 dataset); dinamiche di imprese e innovazione (3 dataset); politiche di ricerca del settore pubblico (3 dataset); carriere di ricerca (3 dataset); una repository su valutazione delle politiche di ricerca e innovazione.

Le due piattaforme di Risis sono focalizzate una sulla costruzione di nuovi dataset basati sulle risorse presenti in rete (Sms platform), l'altra, Cortext Manager, è destinata alla pulizia, strutturazione e trattamento di grandi dataset testuali.

L'apertura e condivisione dei dati sono obiettivi perseguiti attraverso una politica dedicata. L'infrastruttura Risis è, infatti, accessibile liberamente a tutti i ricercatori, dietro registrazione e firma di una declaratoria di accreditamento connessa all'uso di buone pratiche. I ricercatori hanno anche la possibilità di seguire corsi di training che regolarmente sono proposti da Risis, per essere introdotti all'uso dei dataset e agli aspetti metodologici a essi collegati, nonché all'applicazione di determinate tecniche per l'uso dei dataset a scopi di ricerca. L'accesso libero all'infrastruttura è legato alla presentazione di un progetto di ricerca che è sottoposto a un processo di review da parte del Board del progetto e dei produttori dei dataset interessati. Nel caso in cui l'accesso sia on-site, i costi di viaggio e permanenza dei visitatori sono a carico di Risis.

Il consorzio Risis è composto da 13 membri, 7 università e 6 enti di ricerca di 10 paesi dell'Unione Europea. Il Cnr è membro del Board di Risis, ha la responsabilità di coordinare tutte le attività di formazione svolte nell'ambito dell'infrastruttura, e ha il coordinamento delle attività di ricerca su processi e dinamiche di europeaizzazione della ricerca. L'Ente è inoltre coinvolto nelle attività di ricerca collegate alla realizzazione di un dataset sugli enti di ricerca in Europa.

Per ulteriori informazioni: http://risis.eu/about/

Emanuela Reale

Fonte: Emanuela Reale, Istituto di ricerca sulla crescita economica sostenibile del CNR, Roma, tel. 06/49937853 , email emanuela.reale@ircres.cnr.it -