Ultima edizione | Archivio giornali | Archivio tematico | Archivio video

CNR: Alamanacco della Scienza

Archivio

N. 1 - 28 gen 2015
ISSN 2037-4801

L'altra ricerca   a cura di Rosanna Dassisti

Socio-economico

Com'è stata la tua giornata?

“Come descriveresti la tua giornata? È stato un giorno come al solito, un giorno particolarmente buono o cattivo?”. Questa la domanda base di un sondaggio dell’Istituto demoscopico americano Pew Research Center, che ha coinvolto 48.643 persone di 44 paesi del mondo, Italia compresa. Tra i paesi presi in esame nella primavera 2014, circa due terzi (65%) ha risposto di aver avuto una giornata 'normale’; per il 27% è stata 'buona’, mentre per il 7% è stata 'cattiva’. La domanda così posta aveva lo scopo di “mettere a proprio agio” le persone intervistate.

A sorpresa, i più soddisfatti sono risultati i nigeriani che, per il 58%, ritengono di aver avuto una 'giornata migliore della precedente’, seguiti dagli abitanti di Colombia (57%), Nicaragua (53%), Kenya (52%) e Brasile (51%). I dati provano che a influenzare l’ottimismo non sono né il Pil né il reddito pro capite e, ad eccezione degli Stati Uniti, sono i paesi più poveri a fare un bilancio quotidiano positivo. In Africa il tempo è meno ripetitivo e, in molti casi, il futuro non può che migliorare. Il 41% degli americani afferma di aver avuto un 'good day’, mentre è  'typical’ per il 49% e 'bad’ per l’8%.

La 'giornata  tipica’ è 'tipicamente’ europea. È normale per l’82% dei polacchi, per il 76% degli spagnoli, il 72% dei tedeschi e 67% dei francesi. In cima alla classifica, però, il Giappone con l’89%. In Italia, la giornata  è 'così così’ per il 77% degli intervistati, 'buona’ per il 14%, mentre per l’8% è una 'giornataccia’. Nel resto del mondo, a lamentarsi meno sono giapponesi, vietnamiti e cinesi (2%), che trascorrono nel 77-79% giornate 'normali’.

Le 'giornatacce’ sono comuni in Egitto, dove il 32% ha affermato di avere avuto una giornata particolarmente brutta, e in Giordania (27%).

 

Per saperne di più: - www.pewglobal.org/2014/12/30/most-say-they-are-having-a-typical-day/