Ultima edizione | Archivio giornali | Archivio tematico | Archivio video

CNR: Alamanacco della Scienza

Archivio

N. 7 - 17 apr 2013
ISSN 2037-4801

L'altra ricerca   a cura di Rosanna Dassisti

Tecnologia

Nanotecnologie al Top In

'Tecnologie Optoelettroniche per l'Industria' (Top In) è il nome della società consortile costituita per gestire il primo laboratorio pubblico-privato italiano di nanofotonica e sensoristica per l'industria, che avrà la sede operativa presso l'Università degli Studi del Sannio.

Il nuovo organismo lavorerà all'impiego di nanotecnologie per lo sviluppo di sensori e sistemi di monitoraggio in applicazioni ambientali, mediche e industriali, grazie anche ai finanziamenti di Miur e Regione Campania. Un traguardo reso possibile grazie all'innovativa tecnologia sensoristica sviluppata presso l'Università del Sannio dal gruppo di Optoelettronica, coordinato da Antonello Cutolo e Andrea Cusano, dell'Università sannita, in collaborazione con il Cnr e altre Università campane.

Il progetto parte con tre linee di ricerca: sicurezza infrastrutturale e ferroviaria, monitoraggio marino e applicazioni medicali. Questa tecnologia sta aprendo nuove linee di mercato grazie ad alcuni progetti europei.

Tra i risultati industriali già conseguiti, la creazione di due società di spin off (Optosmart nel 2005 ed Optoadvance nel 2012), che oltre ad offrire nuove possibilità di lavoro di altissima qualificazione garantiscono l'opportunità di svolgere tesi di laurea e tirocini. Della società fanno parte, tra gli altri, l'Ansaldo Sts e Whitehead Alenia Sistemi Subacquei del gruppo Finmeccanica e tra gli enti pubblici, il Cnr, gli atenei Parthenope e Federico II e la Stazione Zoologica Anthon Dohrn.