Ultima edizione | Archivio giornali | Archivio tematico | Archivio video

CNR: Alamanacco della Scienza

Archivio

N. 16 - 17 ott 2012
ISSN 2037-4801

L'altra ricerca   a cura di Rosanna Dassisti

Tecnologia

Un ottobre spaziale

Si è svolto a Napoli a inizio ottobre, con la partecipazione di migliaia di ricercatori e studiosi provenienti da tutto il mondo, il 63° convegno dell'International Astronautical Congress, il più importante del settore spaziale, tornato in Italia dopo trent'anni.

La scelta della città partenopea non è stata causale. Napoli ha grande tradizione negli studi spaziali, ed è sede del Cira, il Centro italiano di ricerche aerospaziali. L'università napoletana è una delle più antiche scuole ingegneristiche del Paese. La regione Campania, nel suo insieme, secondo le parole pronunciate dal presidente regionale Stefano Caldoro nella giornata inaugurale del convegno, "vanta per l'industria spaziale un significativo comparto industriale, che genera un quarto del Pil nazionale del settore, quasi due miliardi di euro di fatturato". "Una posizione - ha precisato il presidente dell'Agenzia spaziale italiana, Enrico Saggese - che si è rafforzata anche con la nascita del nuovo Dac, il Distretto aerospaziale campano, che avvierà un programma d' investimenti per le imprese del settore per 11 grandi progetti strategici".

L'interesse per il cosmo sta conoscendo in questo periodo ulteriore stimolo dall'Assemblea generale delle Nazioni Unite che, per celebrare il contributo della scienza e della tecnologia spaziale al miglioramento della condizione umana, ha dichiarato la settimana dal 4 al 10 ottobre World Space Week.

Per avvicinare i temi della ricerca spaziale all'ambiente scolastico il web mette a disposizione molte risorse. Oltre al sito sito delle Nazioni Unite dedicato alla celebrazione della settimana spaziale e a quello della Nasa, segnaliamo il portale dell'European Space Agency (Esa), che riporta tutte le informazioni sulle missioni spaziali europee, dalla stazione orbitante ai vettori spaziali (http://www.esa.int/esaCP/Italy.html). Il sito ha anche una sezione dedicata ai bambini molto gradevole (http://www.esa.int/esaKIDSit/index.html).

Molto ampia, anche sul sito dell'Agenzia spaziale italiana (Asi), la sezione dedicata ai giovani esploratori del cosmo (http://www.asi.it/it/educational/scuole) che presenta, oltre a giochi e fumetti, anche un programma dedicato alle scuole: 'Mission X 2013: Allenati come un astronauta'.

Ricordiamo, infine, 'Il canale web aerospaziale', un progetto educativo realizzato dall'Asi in collaborazione con il Centro italiano ricerche aerospaziali (Cira) e con il supporto del Miur, con l'obiettivo di diffondere in modo nuovo la cultura delle scienze aerospaziali, rendendo fruibili e accattivanti anche le nozioni più complesse (http://www.spazioallescuole.it).

Claudio Barchesi