Ultima edizione | Archivio giornali | Archivio tematico | Archivio video

CNR: Alamanacco della Scienza

Archivio

N. 16 - 17 ott 2012
ISSN 2037-4801

Vita CNR   a cura di Francesca Gorini

Informatica

In gara le tecnologie per la casa sicura

Le prime due tappe di 'Evaal', il concorso internazionale dedicato alle applicazioni più 'smart' per l'assistenza domestica automatizzata organizzato per il secondo anno consecutivo dal laboratorio 'Wireless network' (Wn Lab) dell'Istituto di scienze e tecnologie dell'informazione 'A. Faedo' (Isti) del Cnr di Pisa, si sono svolte a Madrid ('Localizzazione in ambiente domestico') e a Valencia ('Riconoscimento delle attività domestiche'). L'ultima fase, che ha visto la proclamazione e la premiazione dei vincitori, si è tenuta lo scorso settembre a Eindhoven.

L'iniziativa ha visto confrontarsi 12 team di ricerca da tutto il mondo, impegnati nella realizzazione di dispositivi domestici avanzati, orientati a migliorare autonomia e qualità della vita di anziani e disabili. "Queste tecnologie rappresentano una tematica di ricerca particolarmente attuale e l'Ue sta stanziando ingenti risorse attraverso il Settimo programma quadro", spiega Paolo Barsocchi dell'Isti-Cnr. "La finalità è permettere ad anziani e disabili di vivere comodamente in casa, facilitando le attività quotidiane, garantendo buone condizioni di sicurezza, monitorando e curando le persone malate. L'applicazione di tali sistemi in molti casi potrebbe evitare il ricovero garantendo un risparmio per la collettività".

Tra le realizzazioni premiate nel corso dell'ultimo 'Ambient assisted living forum', per la parte di localizzazione in ambiente domestico, ossia di messa a punto di sistemi in grado di fornire con precisione e facilità d'uso la posizione di una persona all'interno di un'abitazione, i progetti 'Car-Centre for Automation and Robotics' (Spagna), 'Cps Group@Utah' (Utah, Usa) e 'OwlPS-Institute Femto-st' (Francia). Per la parte di competizione riguardante il riconoscimento di attività, cioè i sistemi in grado di identificare un'attività tipica di una persona in un'abitazione, i primi tre team sono stati 'Ameva-University of Seville' (Spagna), 'Carnegie Mellon-Utah University (Utah, Usa) e 'Chiba University' (Giappone).

"I progetti premiati rappresentano il primo step di futuri dispositivi tecnologici quali sensori, sistemi di localizzazione wireless, robot domestici in grado di assistere persone con ridotta capacità motoria e segnalare, ad esempio, eventuali cadute", aggiungono Francesco Furfari e Stefano Chessa dell'Università di Pisa, associati al Wn lab del Cnr. "Al di là dei risultati, poi, l'iniziativa si propone come un tentativo per stabilire modalità condivise di valutazione dei sistemi dedicati all'Ambient assisted living, che provenendo da vari settori tecnologici, risultano complessi e difficili da caratterizzare".

'Evaal' è un progetto che fa parte di Aaloa (http://aaloa.org), associazione che ospita iniziative dedicate all'assistenza domestica automatizzata, in particolare legate a progetti software, di cui l'Isti-Cnr è uno dei principali promotori.

Fonte: Paolo Barsocchi, Istituto di scienza e tecnologie dell'informazione "Alessandro Faedo", Pisa, tel. 050/3152965 , email paolo.barsocchi@isti.cnr.it -

Per saperne di più: - http://evaal.aaloa.org