Ultima edizione | Archivio giornali | Archivio tematico | Archivio video

CNR: Alamanacco della Scienza

Archivio

N. 7 - 18 apr 2012
ISSN 2037-4801

Focus - Cambiamenti  

Tecnologia

La scuola entra nell'era digitale

La scuola è uno degli snodi dell'innovazione del sistema paese e ha il dovere di adeguarsi alle esigenze educative di nuove generazioni di studenti dalle competenze sempre più avanzate. E-book, tablet e lavagne multimediali interattive sono gli strumenti che il ministro dell'Istruzione, università e ricerca (Miur), Francesco Profumo, ritiene indispensabile introdurre nelle scuole per potenziare la didattica, attivando mediante l'uso delle tecnologie informatiche azioni volte a migliorare l'alfabetizzazione dei giovani e l'inclusione della scuola nella cultura digitale.

L'introduzione di metodi e strumenti innovativi nei processi di formazione dei docenti è anche l'obiettivo di 'Share.Tec', progetto avviato dall'Istituto per le tecnologie didattiche (Itd) del Cnr nel 2008 che si propone di condividere a livello europeo i contenuti digitali per l'aggiornamento professionale dei docenti. Il programma consiste in un sistema multilingue, multiculturale di formazione continua e coinvolge otto istituzioni di sei paesi europei.

"L'attività di formazione degli insegnanti sta assumendo un ruolo chiave nella definizione delle carriere e dei profili professionali dei docenti", spiega il direttore dell'Itd-Cnr Rosa Bottino, "e si sta confermando un'area strategica per la costituzione di una società della conoscenza anche a livello europeo. Con 'Share.Tec' è stato predisposto un network di utenti a partire da comunità o gruppi già esistenti un repertorio di oltre 71.000 descrittori di risorse digitali provenienti da oltre 10 paesi, accessibile liberamente mediante un portale web e un motore di ricerca costruito su un modello unificato di metadati. Tale modello può essere declinato in vari contesti linguistici e culturali ed è basato su un'ontologia che cattura concetti e relazioni rilevanti rappresentando i diversi approcci europei".

In tema di formazione continua si inserisce anche 'Essediquadro' dell'Itd-Cnr, un servizio di documentazione fruibile in rete che raccoglie, cataloga e rende accessibile liberamente circa 4.300 prodotti software multimediali, realizzati per il mondo della scuola e dell'istruzione. "Il progetto è attivo già da diversi anni", chiarisce il direttore dell'Itd-Cnr, "e viene aggiornato periodicamente realizzando anche collezioni come il software didattico open source o quello per disabilità specifiche. Oltre alla documentazione tecnica sono disponibili percorsi didattici che contemplano l'uso del software, una documentazione delle esperienze più significative e un servizio di consulenza a distanza".

'Wise' è invece una metodologia per l'apprendimento di studenti, 'homebound', ragazzi a cui, per motivi di salute o a causa di disabilità, è preclusa la possibilità di frequentare regolarmente le lezioni in classe. Attualmente nell'ambito del progetto si stanno seguendo cinque casi di iscritti alle scuole secondarie di primo e secondo grado.

Paola Colapinto

Fonte: Rosa Bottino, Istituto per le tecnologie didattiche, Genova, tel. 010/6475676 , email bottino@itd.cnr.it -