Ultima edizione | Archivio giornali | Archivio tematico | Archivio video

CNR: Alamanacco della Scienza

Archivio

N. 3 - 15 feb 2012
ISSN 2037-4801

Focus - Risparmio energetico  

Tecnologia

Lampioni intelligenti e a consumo ridotto

 

Lo Smart cooperation lab (http://www.cooperationlab.it/) è un centro di soluzioni e tecnologie Ict rivolte al mondo della pubblica amministrazione. Il suo team di giovani talenti si è già segnalato per Smart inclusion: il progetto - frutto della sinergia tra il Cnr, Telecom Italia e il ministero per la Pubblica amministrazione e l'innovazione - è stato applicato con successo nei reparti di oncoematologia pediatrica dei migliori ospedali italiani. Attualmente il centro è a lavoro su nuove idee per risparmiare energia.

Tra queste, il progetto 'Smart town', un pacchetto di servizi digitali intelligenti facili da usare e da installare, che trasforma le città in 'Smart cities', integrandosi nel territorio attraverso la rete elettrica per l'illuminazione stradale e i lampioni.

Nel progetto, i pali dell'illuminazione pubblica si trasformano in punti di accesso alla rete stessa (lampioni intelligenti), e grazie ai dispositivi installati (telecamere, access point wifi, totem multimediali) permettono di offrire nuovi servizi alla cittadinanza e di abbassare la bolletta.

Spiegano al Cooperation lab: "Con 'Smart energy' - progetto componente di 'Smart town' - tramite un personal computer connesso in rete, è possibile controllare ogni singolo lampione stradale sul territorio comunale, per regolarne gli orari di accensione. Si può così sfruttare al meglio la luminosità residua del crepuscolo e quella anticipata dell'aurora e risparmiare il 10% delle ore totali di funzionamento. Si può inoltre ridurre l'intensità luminosa delle lampade in alcune ore notturne, risparmiando un altro 20%".

Il sistema è stato già applicato sperimentalmente nel comune di San Giovanni in Persiceto, in provincia di Bologna, con un risparmio di 200mila euro l'anno. "Le linee elettriche che collegano i lampioni, grazie alla tecnologia delle onde convogliate (Plc, Power line communication), possono trasformarsi in una capillare infrastruttura di rete internet", continuano i ricercatori del laboratorio. "La trasmissione su onde convogliate è una tecnica di trasmissione di segnali ad alta frequenza sulla rete elettrica. I recenti sviluppi della tecnologia a livello internazionale, hanno reso la tecnica decisamente interessante. I nuovi modem powerline per trasmissioni ad alta velocità raggiungono la velocità di 80 Mbits/sec e permettono di realizzare sui fili della rete elettrica vere e proprie Lan".

Smart Energy si concerta in Smart town con altri progetti: per la gestione dell'energia rinnovabile disponibile (Smart green grid); per il controllo intelligente di un intero edificio e dei suoi impianti (Smart building); per la comunicazione digitale degli enti pubblici verso i propri cittadini (Smart advertising); per funzioni di sorveglianza di aree remote attraverso l'utilizzo di telecamere installate sui lampioni intelligenti (Smart sourveillance). Inoltre si studiano sistemi per il parcheggio intelligente, la mobilità urbana, il monitoraggio dell'inquinamento acustico atmosferico, i dissesti idrogeologici e il controllo strutturale statico e dinamico di edifici e strutture. Sistemi che aiuteranno a migliorare la vivibilità delle nostre città, trasformandole nelle 'smart cities' del futuro.

Claudio Barchesi

Fonte: - - -