Ultima edizione | Archivio giornali | Archivio tematico | Archivio video

CNR: Alamanacco della Scienza

Archivio

N. 19 - 23 nov 2011
ISSN 2037-4801

L'altra ricerca   a cura di Rosanna Dassisti

Cultura

Enrica Bonaccorti in cattedra per un giorno

Nell'ambito del corso di Sociologia dei processi culturali e comunicativi dell'Università Roma Tre, il professor Gianpiero Gamaleri ha tenuto una lezione sul tema 'Comunicazione, linguaggio e rispetto per il pubblico nell'uso dei media'. Ospite d'eccezione Enrica Bonaccorti, attrice, conduttrice televisiva e radiofonica, autrice di romanzi e giornalista.

Bonaccorti ha parlato agli studenti delle responsabilità di chi fa comunicazione e della difficoltà di rapportarsi con un pubblico vasto attraverso mezzi diversi quali radio, televisione e carta stampata. "Nella scelta delle notizie è importante il rispetto del mandato editoriale, tenendo conto allo stesso tempo di ciò che la propria coscienza personale suggerisce", ha affermato. "Ma soprattutto è fondamentale l'attenzione alla correttezza delle informazioni che si devono diffondere".

L'accuratezza nella scelta del linguaggio, ha evidenziato Bonoaccorti, è richiesta in particolare nel campo della divulgazione scientifica, in cui la chiarezza è fondamentale per non rischiare la disinformazione. Anche la scelta dei termini giusti è importante: "È la parola che lascia il solco nel nostro cammino. Nei media, le parole sono bombe a mano, pietre pronte per essere lanciate".

La lezione si è conclusa con la presentazione di una ricerca, condotta da una studentessa di Gamaleri, sulle reazioni degli ascoltatori alla trasmissione condotta da Enrica Bonaccorti dal lunedì al venerdì su Radio Uno, 'Tornando a casa'. L'indagine, che ha raccolto le valutazioni dei radioascoltatori sul programma espresse attraverso e-mail, sms e telefonate, ha evidenziato come, tra i temi affrontati, suscitino più interesse quelli relativi all'arte, alla cultura e all'attualità.

"Non esiste una scuola per studiare comunicazione", ha concluso. "Gli ingredienti per una comunicazione vincente risiedono in una spiccata curiosità e in una forte determinazione, che non deve però mai scivolare nell'arroganza. L'apatia va bandita e bisogna considerare il dubbio una ricchezza".

Laura Anderlucci