Ultima edizione | Archivio giornali | Archivio tematico | Archivio video

CNR: Alamanacco della Scienza

Archivio

N. 20 - 16 dic 2009
ISSN 2037-4801

Vita CNR   a cura di Francesca Gorini

Tecnologia

2009 di premi per il rilancio dell'Ente

Sede Centrale Cnr

Riconoscimenti, premi e rilancio per il futuro. Il 2009 sarà ricordato come un anno molto positivo per il Consiglio nazionale delle ricerche e per i suoi ricercatori. "Agli attestati ricevuti dall'Ente, ben piazzato nelle classifiche che ne certificano i risultati scientifici, si aggiungono infatti numerosi riconoscimenti personali ottenuti in Italia e all'estero e, in più di un'indagine, la stima riscossa presso i cittadini", spiega il Presidente del Cnr, Luciano Maiani. "Il Cnr è dunque pronto a ripartire nel 2010 dal successo del G8 degli enti di ricerca, organizzato a Venezia lo scorso maggio con i rappresentanti dei paesi più industrializzati. O dai 239mila euro ricevuti dagli italiani con il cinque per mille del 2008", unico dato degno di rilievo in un panorama piuttosto sconfortante per gli enti di ricerca. E ancora, "dal nuovo ruolo per lo sviluppo del Sud, voluto dal Governo, che premierà la capacità dell'Ente di fare rete con il territorio, le altre realtà scientifiche, e il tessuto imprenditoriale".
Lungo anche l'elenco di premi tributati ai ricercatori. Tra gli altri, ben due grant assegnati dall'European Research Council sono andati a scienziati del Consiglio nazionale delle ricerche. Il primo è stato conferito al professore Massimo Inguscio, ordinario di Struttura della materia presso il dipartimento di Fisica e il Laboratorio europeo di spettroscopie non lineari (Lens) dell'università di Firenze, oltre che direttore del dipartimento Materiali e dispositivi. Il secondo, a Giorgio Parisi, docente di Fisica teorica all'università La Sapienza di Roma e componente del Centro di ricerca Statistical Mechanics and Complexity (Smc) di Roma dell'Istituto nazionale di fisica della materia (Infm). La European low-gravity research association (Elgra) ha assegnato la 'Elgra Medal 2009 for Physical Sciences' ad Alberto Passerone, direttore di ricerca presso la sede di Genova dell'Istituto per l'energia e le interfasi per le sue ricerche sulla microgravità. Danilo Corradini, dell'Istituto di metodologie chimiche (Imc) di Montelibretti, e componente del Consiglio scientifico generale dell'Ente, è stato insignito della medaglia 'Csaba Horváth Memorial Award' 2009 dalla Hungarian Society for Separation Sciences per il contributo dato allo sviluppo, comprensione e divulgazione dell'elettroforesi capillare e della cromatografia liquida a elevate prestazioni. Il matematico Franco Brezzi, direttore dell'Istituto di matematica applicata e tecnologie informatiche (Imati) è stato insignito dalla Società statunitense per la Matematica industriale e applicata (Siam) del John von Neumann Lecturer 2009. In questo caso il riconoscimento premia la sua teoria sulla stabilità numerica, che ha aperto le porte alla comprensione di numerosi fenomeni fisici, quali i flussi di fluidi incompressibili.
"Ambiti riconoscimenti", sottolinea Maiani, "sono stati assegnati anche ai giovani ricercatori. Un segnale importante che testimonia il valore delle nuove generazioni di scienziati che lavorano in questo Ente". Tra questi, Benedetto Piccoli ha ricevuto il Premio Fubini 2009, che ha lo scopo di sostenere finanziariamente le ricerche di giovani matematici che abbiano già dimostrato le loro capacità scientifiche con risultati di rilievo riconosciuti dalla comunità scientifica nazionale e internazionale, nei settori della matematica pura e delle sue applicazioni all'ingegneria, all'economia, all'informatica.
"Il 2009", conclude il Presidente del Cnr, "è stato un anno con buoni risultati. La sfida che ora abbiamo di fronte è quella di contribuire in maniera decisiva a portare l'innovazione nel Mezzogiorno".

Fonte: Presidenza del Cnr, tel. 06/49933200 -