Ultima edizione | Archivio giornali | Archivio tematico | Archivio video

CNR: Alamanacco della Scienza

Archivio

N. 7 - 6 lug 2016
ISSN 2037-4801

L'altra ricerca a cura di Marina Landolfi

Dal Liberty alla bioarchitettura
Appuntamenti

Dal Liberty alla bioarchitettura

Mostre   dal: al: 06/11/2016

La natura è stata fonte di ispirazione e creatività per gli artisti dell'Art Nouveau tra Otto e Novecento e continua a esserlo per molti contemporanei. Alla Galleria civica d'arte moderna e contemporanea (Gam) di Torino, l'esposizione 'Organismi. Dall'art nouveau di Emile Gallé alla bioarchitettura', che resterà aperta fino al 6 novembre, propone un percorso tra arte, architettura, design, fotografia e cibo per celebrare il nostro ecosistema. Dai raffinati vasi, mobili e disegni di Gallé ai muri vegetali di Patrick Blanc. Il tutto in una città, Torino, che fin dalla grande Mostra internazionale d'arte decorativa moderna del 1902 ha sempre mostrato interesse all'arte applicata.

Tra le opere, i manufatti di Émile Gallé ispirati ad animali e piante, gli studi architettonici di Liberty di Raimondo D'Aronco e i disegni di carattere scientifico di Santiago Ramón y Cajal, scopritore del neurone. Il nostro tempo è rappresentato dalle opere dell'artista francese Pierre Huyghe, che da alcuni anni crea ecosistemi come opere d'arte contemporanea, nonché dal botanico Patrick Blanc, inventore dei 'muri vegetali' e dall'architetto Mario Cucinella, la cui visione di un'architettura ecologica e sostenibile viene fondata sul principio che ogni edificio deve entrare in empatia con il clima e la cultura che lo ospita. Presenti anche un video e alcuni documenti sull'alimentazione sostenibile e sulla nascita di Slow Food, fondata da Carlo Petrini, e il progetto Granai della memoria dell'Università di Scienze gastronomiche di Pollenzo (Cn), che mira a salvaguardare i saperi del mondo.

Informazioni:

 

Che cosa: mostra ‘Organismi. Dall'art nouveau di Emile Gallé alla bioarchitettura’,

Quando: fino al 6 novembre 2016

Dove: Galleria civica d’arte moderna e contemporanea, via Magenta 31, Torino

Info: tel. 011/4429518, www.gamtorino.it