Ultima edizione | Archivio giornali | Archivio tematico | Archivio video

CNR: Alamanacco della Scienza

Archivio

N. 12 - 16 dic 2015
ISSN 2037-4801

Appuntamenti a cura di Sandra Fiore

Il fascino della luce

Il fascino della luce

Mostre   dal: al: 17/01/2016

A Parma è possibile visitare fino al 17 gennaio la mostra interattiva 'Luce. Scienza cinema arte’  promossa dall’Università con la co-organizzazione di Comune di Parma e l’Istituto dei materiali per l'elettronica e il magnetismo (Imem) del Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr) in occasione dell’Anno internazionale della luce. La mostra è articolata in tre settori. Il primo, 'Luce nella scienza e nella tecnologia’, propone ai visitatori un percorso sulla natura della luce e alcune delle sue proprietà ed applicazioni. Attraverso semplici esperimenti, vengono delineati alcuni dei tratti caratteristici della radiazione luminosa e si analizzano le interazioni che essa ha con la materia; si illustra inoltre la fotosintesi che regola il comportamento degli esseri viventi e consente loro di comunicare con i propri simili e con altre forme di vita. Le tecnologie basate sulla luce trovano applicazione nelle telecomunicazioni, nella produzione di energia pulita, in medicina, nell’intrattenimento, nell’arte e nella cultura, nella ricerca scientifica. Alcune di queste tecnologie vengono descritte lungo il percorso espositivo, anche grazie alla proiezione di filmati e immagini.

'Apparecchi di cinema e pre-cinema’, la seconda sezione, intende illustrare la storia delle tecnologie della visione che hanno portato alla nascita e all’affermazione del cinema. Si parte con le ottocentesche macchine fotografiche a soffietto e con i primi esperimenti e giochi da salotto per arrivare ai primi esemplari di proiettore: un originale proiettore Lumière dotato di tutti i timbri di autenticità costruito da J. Carpentier nel 1898, una cinepresa 35 mm in legno a manovella Debrie Le Parvo degli anni Venti e un apparecchio Pathè nel quale la pellicola non viene riavvolta, ma cade in un sacco di juta.

'Luce nell’arte’ è la terza parte, dedicata agli artisti, i quali esprimendosi attraverso la pittura e la scultura hanno spesso fatto i conti con le incidenze della luce sulla materia cromatica o plastica.  In esposizione vi sono anche le più interessanti esperienze italiane nell’ambito delle 'scritture di luce’, una forma particolare di pratica fotografica che sfrutta direttamente i segni luminosi come elemento lessicale ed espressivo. Ampio spazio, inoltre, è dedicato alle esperienze di alcuni giovani che utilizzano la luce per le loro opere e per le loro installazioni in parte ospitate presso il centro studi e archivio comunicazione nell’Abbazia di Valserena. 

Informazioni:

Che cosa: mostra: ‘Luce. Scienza cinema arte’

Quando: fino al 17 gennaio 2016

Dove: Palazzo del Governatore, piazza Garibaldi, Parma, e Centro studi e archivio della comunicazione presso l’Abbazia di Valserena

Info: www.unipr.it/notizie/14-novembre-17-gennaio-mostra-luce-scienza-cinema-arte