Ultima edizione | Archivio giornali | Archivio tematico | Archivio video

CNR: Alamanacco della Scienza

Archivio

N. 5 - 27 mag 2015
ISSN 2037-4801

Appuntamenti a cura di Sandra Fiore

Wilderness nella Capitale

Wilderness nella Capitale

Presentazioni libri   dal: 04/06/2015 al: 04/06/2015

Se è vero che metropoli e cemento stanno rubando spazi sempre più ampi agli ambienti naturali, accade anche che frammenti di vita selvatica cerchino rifugio in città, dove ormai non fa più notizia vedere volpi, scoiattoli, gabbiani, cornacchie, gheppi, storni, rospi e perfino testuggini e pappagalli esotici. Per non parlare di querce, pioppi, ma anche alberi del paradiso, palme, capperi, viole, papaveri.

Il fenomeno dell’'inurbamento della natura’ è illustrato nel volume 'Roma selvatica’ (Laterza editore) di Antonio Canu, giornalista e presidente di Wwf Oasi. Alla presentazione del libro, il 4 giugno a Roma presso il punto Touring, partecipa oltre all’autore, Fulco Pratesi presidente onorario del Wwf Italia. L’inurbamento della natura negli ultimi decenni è progressivamente aumentato e interessa tutti i centri urbani, grandi o piccoli. Per gli animali e le piante non sempre è una scelta voluta, anzi, ma un’opportunità che riguarda solo le specie che trovano le condizioni ambientali ed ecologiche adatte. Roma è una città selvatica perché ha un posizione geografica favorevole, conserva all’interno molti spazi verdi, ha ancora contatti con la campagna circostante, è attraversata da corsi d’acqua che fanno da corridoi naturali. Se negli ultimi anni i romani hanno fatto conoscenza con storni, cornacchie e gabbiani, sempre più numerosi, altre specie erano già di casa, più nascoste, e altre arriveranno.

Informazioni:

Che cosa: presentazione del volume ‘Roma selvatica’

Quando: 4 giugno, ore 18.00

Dove: Punto Touring, piazza SS Apostoli, Roma, 62/65

Info: tel.06/36005281; ingresso libero, posti limitati, è gradita la prenotazione