Ultima edizione | Archivio giornali | Archivio tematico | Archivio video

CNR: Alamanacco della Scienza

Archivio

N. 1 - 28 gen 2015
ISSN 2037-4801

Appuntamenti a cura di Sandra Fiore

Dalla penicillina alla teoria del colore

Dalla penicillina alla teoria del colore

Seminari   dal: 12/02/2015 al: 26/12/2015

Il calendario degli incontri organizzati dall’associazione culturale 'Caffè scienza’ con sede principale a Firenze, presso l'Istituto dei sistemi complessi del Consiglio nazionale delle ricerche, a febbraio prevede due appuntamenti. 'La compagnia dell'anello: storia della penicillina’, la conferenza prevista il 12 presso la Biblioteca delle Oblate, affronta un aspetto poco conosciuto di questa scoperta: il suo uso come antibiotico è generalmente associato al nome di Alexander Fleming, ma in realtà molte altre persone hanno dato contributi determinanti a questa scoperta. Una vera e propria 'compagnia’ tenuta insieme dalla passione per un piccolo 'anello magico’, quello che caratterizza la struttura delle penicilline e le rende biologicamente attive, che ha attraversato la seconda Guerra mondiale per consegnarci un'arma formidabile nella lotta alle infezioni batteriche. Il relatore è Stefano Cicchi del dipartimento di Chimica 'Ugo Schiff’ dell’Università di Firenze; modera Gianna Reginato dell’Istituto di chimica dei composti organometallici del Cnr.

Il 26 febbraio è la volta di 'Luce e colore’, conferenza tenuta da Giulio Peruzzi dell’Università di Padova e moderata da Franco Bagnoli dell’Università di Firenze. Dall’antichità e fino almeno al Rinascimento il colore era subordinato alla luce, cioè l’aspetto cromatico veniva subordinato a quello ottico. Per Aristotele la chiarezza e l’oscurità dell’aria vengono assimilate all’essere bianco e all’essere nero dei corpi; il bianco e il nero sono la matrice di tutti i colori che a lungo sono stati pensati e classificati secondo un criterio acromatico, quello della chiarezza (o brillanza): il giallo è considerato il più luminoso. L’avvento della Scienza Nova determinerà tre fondamentali svolte che porteranno nel corso dell’Ottocento alla moderna comprensione scientifica del colore e della luce, tra cui la nascita della colorimetria e l’elaborazione della teoria fisica della luce (teoria del campo elettromagnetico).

Informazioni:

Che cosa: Caffè scienza

Quando: 12 e 26 febbraio 2015, ore 21.00

Dove: Biblioteca delle Oblate, via dell'Oriuolo, Firenze

Info: www.caffescienza.it