Ultima edizione | Archivio giornali | Archivio tematico | Archivio video

CNR: Alamanacco della Scienza

Archivio

N. 3 - 12 feb 2014
ISSN 2037-4801

Appuntamenti a cura di Sandra Fiore

Nuovi sguardi sulla 'città eterna'

Nuovi sguardi sulla 'città eterna'

Mostre   dal: 12/02/2014 al: 30/03/2014

Le voci dei migranti provenienti da tutte le parti del mondo e che oggi fanno parte del tessuto strutturale della Capitale danno vita all’originale mostra 'Rhome - Sguardi e memorie migranti’, allestita al Museo di Roma Palazzo Braschi dal 12 febbraio al 30 marzo, nata dalla collaborazione tra il Consiglio nazionale delle ricerche, l’associazione 'È arrivato Godot” e 'Officine fotografiche’ con l’organizzazione e i servizi museali di Zètema.

“Qual è un luogo di Roma che non dimenticherai mai e che porterai con te anche se dovessi andare a vivere altrove?”. L’esposizione fotografica ruota intorno a questa domanda: ogni migrante, insieme con un fotografo, è andato nel posto prescelto per costruire insieme l’immagine da esibire, ognuno con il suo ruolo, in una sinergia dove le parole diventano la regia che muove lo scatto del fotografo. Trentaquattro protagonisti hanno raccontato la propria storia, dodici photoreporter hanno fermato le immagini, sessantotto le foto prodotte che documentano la società multietnica.

Quello dei migranti è un vero popolo, basti pensare che a Roma sono oltre 352 mila, con un’età media di circa 37 anni, single in oltre il 50% dei casi. I 34 partecipanti al progetto 'Rhome’ appartengono sia alle 14 comunità straniere più numerose sia ad altri paesi e rappresentano 27 nazionalità: africani, americani, asiatici, europei.

Informazioni:

Che cosa: mostra: ‘Rhome - Sguardi e memorie migranti’

Quando: dal 12 febbraio al 30 marzo 2014

Dove: Museo di Roma Palazzo Braschi

Info: www.museodiroma.it/sede/palazzo_braschi