Ultima edizione | Archivio giornali | Archivio tematico | Archivio video

CNR: Alamanacco della Scienza

Archivio

N. 15 - 3 ott 2012
ISSN 2037-4801

Appuntamenti a cura di Sandra Fiore

A ritroso, fino alle nostre origini

A ritroso, fino alle nostre origini

Mostre   dal: 21/09/2012 al: 13/01/2013

A partire da una piccola valle africana, alcuni primati sperimentano la posizione eretta e iniziano a compiere i 'primi passi' verso la civiltà. La mostra 'Homo sapiens. La grande storia della diversità umana', dal 21 settembre 2012 al 13 gennaio 2013 a Trento, ripercorre idealmente il cammino dell'umanità, aiutando a comprendere la trama delle affinità e delle diversità dei popoli del mondo, senza tralasciare le conquiste raggiunte e le proiezioni verso il futuro.

L'esposizione, curata da Luigi Luca Cavalli Sforza e da Telmo Pievani, è anche il racconto di un approccio scientifico particolare all'antropologia, in cui genetica, paleontologia e linguistica si incrociano e si confermano l'una con l'altra. Il percorso espositivo si articola nell'esibizione di reperti unici e in un ricco apparato di exhibit.

L'evento che ha già ottenuto un enorme successo di pubblico nell'edizione romana, viene riproposto a Trento con alcune novità.

Nella visita ci si immerge subito nel 'continente nero' di oltre tre milioni di anni fa, nel pieno di un'eruzione vulcanica, per scoprire, impresse nel fango di ceneri, le più antiche impronte degli antenati.

Nella prima sezione 'Mal d'Africa' una serie di fossili originali, alcuni mai esposti in Italia, testimoniano la presenza dell'uomo. La seconda, 'La solitudine è un'invenzione recente', racconta la nascita della nostra specie. La terza 'I geni, i popoli e le lingue', spiega la rivoluzione culturale del Paleolitco; in vetrina un flauto, il più antico strumento musicale della nostra specie. Una capanna introduce nella quarta 'Homo sapiens, la specie planetaria' dedicata all'agricoltura, alla colonizzazione e ai conseguenti fenomeni di ibridazione di 'geni, popoli e lingue'.

Tra le novità dell'edizione trentina: i reperti fossili del sito di Buia in Eritrea, la mandibola di Visogliano (carso triestino), uno dei reperti umani più antichi d'Italia, i fossili neolitici originali del Cranio di Mompaderno e della mandibola di Lonche con un'otturazione, la più antica testimonianza di cure dentali della storia.

Informazioni:

Che cosa: mostra ‘Homo sapiens. La grande storia della diversità umana'

Quando: dal 21 settembre 2012 al 13 gennaio 2013

Dove: Museo delle scienze, Trento

Info: http://www.homosapiens.net/; http://www.mtsn.tn.it/