Ultima edizione | Archivio giornali | Archivio tematico | Archivio video

CNR: Alamanacco della Scienza

Archivio

N. 22 - 2 dic 2020
ISSN 2037-4801

L'altra ricerca a cura di Marina Landolfi

Firenze omaggia il suo Poeta
Appuntamenti

Firenze omaggia il suo Poeta

Altro   dal: al: 31/12/2021

Tra le numerose iniziative in calendario nel 2021 per celebrare i 700 anni dalla morte di Dante Alighieri, Firenze, sua città natale, lo ricorda con “Dante 2021“ manifestazione ricca di conferenze, mostre, incontri, reading, spettacoli teatrali e musicali alla quale hanno collaborato tutte le principali istituzioni ed enti culturali della città. Intervenuto alla presentazione del programma, il ministro dei Beni culturali (Mibact) Dario Franceschini ha annunciato che con il nuovo anno inizieranno, a cura della Crusca, i lavori per il Museo della lingua italiana a Santa Maria Novella. “Il Museo della lingua italiana sarà l'occasione per celebrare il padre della nostra lingua in modo permanente, ricordandone la grandezza letteraria, e rendere viva l'identità nazionale dell'Italia a cui il Poeta ha dato un contributo essenziale”, ha affermato Franceschini. “L'Italia come nazione è un paese giovane e ha bisogno continuamente di ritrovare la sua unità, di riconoscersi intorno ad alcuni valori comuni, soprattutto in momenti difficili come questo. E Dante è uno dei simboli dell'unità nazionale”. L'Accademia della Crusca, in attesa dell'apertura del museo, sta organizzando una mostra dantesca da tenersi nei chiostri di Santa Maria Novella e un'iniziativa sul proprio sito web che ogni giorno, per tutto il 2021, proporrà una parola legata al Sommo Poeta. Inoltre, assieme alla Società Dante Alighieri, presenterà il progetto “La presenza di Dante nel mondo” e i “Progetti danteschi ieri e oggi”, che spiegherà le paremie presenti dentro l'opera dantesca.

Il Museo Galileo e le Gallerie degli Uffizi collaborano per la mostra “Dall'Inferno all'Empireo. Il mondo di Dante tra scienza e poesia”, dove l'accento è posto sulle competenze scientifiche del poeta nella cultura del suo tempo. Da marzo gli Uffizi accoglieranno una monografia su Giuseppe Penone, la cui opera principale sarà ispirata a un brano del Paradiso. “Quest'opera prende spunto dal brano nel Paradiso, in cui Dante Alighieri vede un albero rovesciato con le radici in alto, che prende la saggezza del cielo per portarla sulla Terra”, ha spiegato Eike Schmidt, direttore degli Uffizi. “Inoltre è prevista un'installazione a forma di albero, intitolata 'Identità' che riprende l'immagine dantesca, con le radici in cielo”.

Per questo anniversario gli Uffizi vanno oltre i confini cittadini e arrivano al Museo d'arte di Ravenna (Mar) con l'esposizione “Dante nell'arte dell'Ottocento. Un'esposizione degli Uffizi a Ravenna” (16 ottobre 2020-5 settembre 2021). Il Museo nazionale del Bargello, assieme all'Università di Firenze, allestirà due mostre: ”Onorevole e antico cittadino di Firenze”, che ricostruisce il rapporto tra Dante e la città nei decenni successivi alla sua morte, e “La mirabile visione. Dante e la Commedia nell'immaginario simbolista”, incentrata nel 1865, anno in cui gli venne dedicata un'esposizione per il sesto centenario dalla nascita che poi divenne il primo Museo nazionale del Regno d'Italia, identificando la sua figura con le idee risorgimentali.

Per la danza, la Compagnia Virgilio Sieni propone la performance “Paradise Now” in piazza della Signoria. Causa emergenza sanitaria, molti eventi sono in fase di riprogrammazione.

Per saperne di più: https://cultura.comune.fi.it/dalle-redazioni/dante-oltre-un-anno-di-iniziative

Marina Landolfi

Informazioni: