Ultima edizione | Archivio giornali | Archivio tematico | Archivio video

CNR: Almanacco della Scienza


ISSN 2037-4801

Archivio dei video

Cultura
Quando da un’intuizione nasce una grande scoperta

Aska - Albert Einstein aveva le sue maggiori intuizioni quando suonava il violino mentre Isacco Newton ebbe l'illuminazione sulla gravitazione universale in un giorno in cui era stanco e assonnato. Di questi esempi e di tanto altro si è parlato al convegno 'Il ruolo dell'intuizione nella ricerca scientifica', organizzato a Roma nella sede del Consiglio nazionale delle ricerche in collaborazione con la Cappellania degli enti di ricerca del Miur presso il Servizio per la cultura e l'università del Vicariato di Roma.

Padre Mauro Oliva, cappellano degli Enti di ricerca del Miur, ha spiegato: “È un convegno che abbiamo pensato da tempo come pastorale degli enti di ricerca che dipendono dal Miur e che vuole in qualche modo far sì che materie scientifiche e materie umanistiche possano interagire e in qualche modo essere complementari su degli aspetti che sono importanti per la scienza e per la ricerca scientifica. Il tema dell'intuizione è un tema che non poteva non essere trattato e che ha suscitato tantissimo interesse da parte degli addetti ai lavori, quindi dei ricercatori e di coloro che nel campo della cultura sentano di confrontarsi su questo tema”.

Al convegno è intervenuto anche il presidente del Cnr, Massimo Inguscio, che ha sottolineato: “L'intuizione mette l'individuo, l'uomo o la donna che sia, al centro delle cose, perché l'intuizione è di uno solo, si possono fare grandi squadre, grandi gruppi, però alla fine quello che intuisce è uno solo e fa la differenza”.

Per il professor Antonio Bellingreri, docente di pedagogia all'Università di Palermo, “L'educazione dell'intuizione è possibile ed è fondamentalmente una ricerca della verità da parte del soggetto, questo ha fondamentalmente bisogno di un maestro, perché non è mai un processo solitario l'educazione all'intuizione”.

Il professor Tullio Pozzan, direttore del Dipartimento di scienze biomediche del Cnr, ha ricordato come tutte le grandi scoperte scientifiche siano nate da un'intuizione. “Credo che l'intuizione in scienza ma anche nella vita comune sia un comportamento, una realtà di tutti i giorni. A tutti capita di avere davanti un problema, di non essere stati capaci di risolverlo e poi, di solito in un momento in cui si è distratti, si sta facendo una doccia, si sta sognando, improvvisamente si trova la soluzione a un problema a volte banale, che non è necessariamente un'intuizione scientifica. Quindi, direi che in genere tutte le grandi scoperte scientifiche nascono inizialmente con un'intuizione”.

Altri video Cultura

Sperimestate 2019
Il progetto, realizzato dal Cnr-Isof con gli studenti delle scuole medie superiori, è stato dedicato alla Tavola periodica, di cui ricorre quest'anno il 150esimo anniversario, e in particolare a due suoi elementi: l'Elio e l'Indio

Rivoluzione scientifica e scienze umane
Dell'importanza delle discipline umanistiche si è parlato nel corso dell'evento 'Le scienze dimenticate', organizzato  presso il Cnr dalla Fondazione Antonio Ruberti, con la partecipazione di Rens Bod, docente di Informatica umanistica all'Università di Amsterdam

L’Infinito tra scienza e poesia
A esaminare la presenza della componente scientifica nella lirica di Leopardi è il ricercatore dell'Istituto nazionale di ottica del Cnr Alessandro Farini, che sottolinea la similitudine tra lo stupore - davanti ai misteri della natura e della realtà - del poeta e quello dello scienziato, che proprio da questo sentimento trae ispirazione per le sue ricerche

L’Italia sul tetto del mondo
La conquista del K2 da parte di una spedizione guidata da Ardito Desio e organizzata, tra gli altri, anche dal Cnr, è stata ricordata in un evento svoltosi nella sede di Roma dell'Ente. Presenti anche la figlia dell'esploratore, Mariela, e l'ambasciatore del Pakistan, Nadeem Riyaz

Zerocalcare, nuovo albo per Comics & Science
Il fumettista ha collaborato alla realizzazione del volume 'Educazione subatomica' (Edizioni Cnr), descrivendo quanto ha visto nel corso della visita al Sincrotrone di Trieste. L'evento è stato l'occasione anche per intervistare il disegnatore, che ha raccontato perché ha scelto di esprimersi attraverso i fumetti, da cosa trae ispirazione e quali sono i suoi progetti per il futuro

1968-2018: spedizioni in Antartide a confronto
Il filmato della WebTvCnr avvicina l'impresa del 33enne americano Colin O'Braday che ha compiuto lo scorso anno una traversata in solitaria al Polo Sud, a quella effettuata nel 1968 da Cnr e Cai

Premio divulgazione scientifica ‘Giancarlo Dosi’
Nel corso della cerimonia conclusiva, svoltasi a Roma presso l'Aula convegni del Consiglio nazionale delle ricerche lo scorso 13 dicembre, il riconoscimento è andato a Leonardo Luccone per 'Questione di virgole'. All'evento sono intervenuti, tra gli altri, il segretario generale del Censis Giorgio De Rita e Sesto Viticoli, vice presidente Airi

95 anni di futuro
Il discorso del presidente del Cnr Massimo Inguscio all'evento della celebrazione dei 95 anni dalla nascita dell'Ente

La cultura nella società iperconnessa
Questo il tema affrontato quest'anno dal Festival del giornalismo culturale, che si è svolto dal 25 al 28 ottobre nelle Marche, tra Pesaro, Urbino e Fano. Nella giornata di apertura presentati i risultati della ricerca dell'Osservatorio News-Italia Università di Urbino sui modi in cui gli italiani fruiscono dell'informazione culturale

Italia e Spagna: carte a confronto
Il tema è stato al centro di '70 + 40 e il futuro del costituzionalismo italiano e spagnolo', evento che si è tenuto a Roma, presso la sede centrale del Cnr, alla presenza del presidente Massimo Inguscio e del vice presidente Tommaso Frosini