Ultima edizione | Archivio giornali | Archivio tematico | Archivio video

CNR: Almanacco della Scienza


ISSN 2037-4801

Archivio dei video

Tecnologia
Il passato ritorna con le nuove tecnologie

L'Italia è tra i paesi che ospitano il più alto numero di tesori monumentali. È anche una nazione all'avanguardia nelle tecniche di indagine, conservazione e valorizzazione del patrimonio. Grazie all'utilizzo delle nuove tecniche di indagine, gli esperti del Consiglio nazionale delle ricerche studiano il territorio nei suoi diversi aspetti, dall'archeometria e analisi dei materiali alle metodologie geofisiche, dalla conservazione architettonica alle ricostruzioni virtuali dei siti archeologici. Inoltre, operano interventi di salvaguardia, restauro e valorizzazione.

“Le nostre attività sono orientate, tra l'altro, alle tecnologie per la fotorestituzione e la modellazione digitale, allo studio chimico-fisico dei manufatti, al restauro architettonico, all'analisi multispettrale delle immagini aeree, alle tecniche per la valorizzazione e la divulgazione mediante le applicazioni interattive e i musei virtuali”, dice Augusto Palombini dell'Istituto per le tecnologie applicate ai beni culturali (Itabc) del Cnr di Montelibretti. “I dispositivi di scansione laser catturano in poche ore interi quartieri delle città antiche, immortalandoli nei dettagli più minuscoli. Attraverso la fotogrammetria, che trova largo uso grazie ai droni, anche le aree archeologiche più vaste o difficili da raggiungere vengono restituite nella loro realtà tridimensionale. Questi dati sono poi elaborati nella loro esatta collocazione geografica, cosa che consente di effettuare scoperte anche senza scavare: la geofisica permette infatti di rilevare le anomalie del sottosuolo e di comprendere cosa si sta ancora celando ai nostri occhi, sotto i campi e le strade”.

Accanto alla riproduzione dell'esistente, si aprono oggi gli orizzonti della ricostruzione tridimensionale di ciò che non possediamo più, utilizzando la documentazione storica i software per completare e restaurare virtualmente oggetti ed edifici. Sfruttando la potenza delle schede grafiche di ultima generazione è infatti possibile ridare vita a scenari e personaggi del passato per vari utilizzi: musei virtuali, ambienti di apprendimento o di videogame, fruibili su dispositivi quali gli smartphone e visori immersivi, che permettono di vivere esperienze particolarmente realistiche o di interagire attraverso i movimenti del corpo, che vengono letti da una videocamera e interpretati in tempo reale.

Altri video Tecnologia

Studiare migrando
È il nome della piattaforma di e-learning che l'Istituto per le tecnologie didattiche del Cnr ha realizzato con la Scuola di lingua italiana per stranieri dell'Università di Palermo e l'Unicef, per supportare i giovani stranieri nella preparazione all'esame di Stato per conseguire la licenza media

Un videogioco in 3D per scoprire il Foro di Augusto
Realizzato dall'Istituto per le tecnologie applicate ai beni culturali del Cnr con la società maltese Vr Tron, il videogame conduce il visitatore alla scoperta dell'Impero romano durante il regno di Augusto

InnovAgorà 2019, la piazza dei brevetti
La manifestazione, promossa dal Miur e organizzata dal Cnr e dal Museo nazionale della scienza e della tecnologia Leonardo da Vinci e svoltasi a Milano lo scorso maggio, è stata l'occasione per far incontrare inventori di brevetti e mondo delle imprese, per favorire il confronto e la collaborazione tra le due realtà

Videogiochi e musei
L'argomento è stato oggetto di una giornata di studi alla quale ha partecipato anche il Cnr-Itabc. L'Istituto lavora da anni nel settore degli spazi espositivi e ha sottolineato le caratteristiche che le applicazioni interattive devono avere per funzionare in un area museale

L’Aquila, dieci anni dopo
Fausto Guzzetti del Cnr-Irpi, referente incaricato, per le attività dell'Ente a supporto della Protezione civile ai tempi del sisma abruzzese, ricorda le attività svolte dagli Istituti nei mesi successivi al sisma. E come quella esperienza abbia dato vita a un nuovo approccio collaborativo

La geologia marina in Italia
I geologi marini si sono riuniti in convegno a Roma, presso il Cnr, lo scorso 21 e 22 febbraio, per favorire un confronto sul tema delle geoscienze marine tra mondo scientifico, istituzionale e industriale. Nel corso dell'evento è stato lanciato l'allarme sulla carenza di navi oceanografiche da ricerca in Europa

2019, il compleanno della Tavola periodica
Nato 150 anni fa, questo strumento permette di raggruppare gli elementi chimici con proprietà simili. Pietro Calandra, ricercatore dell'Istituto per lo studio dei materiali nanostrutturati del Cnr spiega come, con il cosiddetto 'saggio alla fiamma' sia possibile individuare gli elementi chimici presenti in un composto

Pepper: il robot umanoide del Cnr-Icar
La macchina realizzata dal Cnr-Icar, può avere applicazioni in diversi settori, da quello educativo a quello assistenziale ad anziani e disabili

Sportello matematico, un supporto alle imprese
Il progetto del Cnr-Iac mette le conoscenze matematiche al servizio dell'industria, migliorando i flussi e le previsioni di vendita e riducendo gli sprechi.

Le strade italiane in un museo virtuale
Realizzato da Anas in collaborazione con il Cnr-Itabc, Muvias racconta la storia d'Italia, dall'Unità a oggi, attraverso quella della sua rete viaria