Ultima edizione | Archivio giornali | Archivio tematico | Archivio video

CNR: Almanacco della Scienza


ISSN 2037-4801

Archivio dei video

Tecnologia
Le altre intelligenze

L'uomo non è il solo essere pensante. Dalle piante ai robot, esistono varie forme di intelligenza capaci di pensare, calcolare, creare azioni meccaniche o idee astratte, a volte anche meglio degli esseri umani. Tuttavia solo “l'intelligenza umana ha la duttilità per essere usata in più contesti molto rapidamente. Mentre gli algoritmi dell'Intelligenza artificiale, al momento, svolgono singoli compiti ben precisi”, spiega Amedeo Cesta del Cnr-Istc. In futuro, secondo l'esperto, si andrà sempre di più verso una collaborazione tra le diverse forme di intelligenza. Ne è un esempio il cosiddetto 'robot sociale', presentato da Filippo Cantucci del Cnr–Istc: “Si tratta di un robot pensato per interagire con persone di età avanzata, soprattutto quelle che soffrono di solitudine, proponendo una serie di esercizi che mantengono attive alcune capacità cognitive, per esempio la memoria”.

Il vero problema riguarda lo spazio di decisione che si vuole lasciare alle macchine. Stabilire chi debba scegliere certe azioni (per esempio l'atterraggio di un aeroplano, la frenata di un veicolo, ma soprattutto chi salvare in caso di pericolo) ha implicazioni etiche di non poco conto. Le macchine imparano a scegliere imitando l'interazione tipica dei bambini durante le prime fasi di apprendimento. “A differenza che nella robotica classica, vogliamo che il robot sia completamente autonomo nello scegliere il 'cosa' fare e il 'come'. Ogni volta che riesce a modificare l'ambiente, è incuriosito e cerca di riprodurre ancora quegli stessi effetti per capire cosa è avvenuto”, sottolinea Vieri Giuliano Santucci del Cnr-Istc.

Tutto questo non ci permette di affermare che i robot possano provare sentimenti, che invece appartengono a una sfera ben più complessa della mente umana. Una mente abituata a pensare che oltre agli oggetti su cui poggia lo sguardo, focalizzando l'attenzione, ci può essere dell'altro. Si tratta di quel senso del mistero che ancora nessuna macchina, pur in grado di compiere calcoli sofisticati, è stata in grado di percepire. Il discrimine sembra proprio questo: l'uomo è nato per pore gli enigmi, la macchina per risolverli.

Altri video Tecnologia

Sportello matematico, un supporto alle imprese
Il progetto del Cnr-Iac mette le conoscenze matematiche al servizio dell'industria, migliorando i flussi e le previsioni di vendita e riducendo gli sprechi.

Le strade italiane in un museo virtuale
Realizzato da Anas in collaborazione con il Cnr-Itabc, Muvias racconta la storia d'Italia, dall'Unità a oggi, attraverso quella della sua rete viaria

Il passato ritorna con le nuove tecnologie
Il loro utilizzo consente di svolgere attività di indagine, conservazione e valorizzazione degli antichi beni architettonici, oltre a favorirne la fruizione attraverso applicazioni interattive e musei virtuali, come ricorda Augusto Palombini del Cnr-Itabc

Edilizia scolastica: verso nuove strategie
Il presidente del Cnr Massimo Inguscio ha illustrato a Rai Parlamento l'accordo con l'Asi per la mappatura satellitare degli edifici scolastici al fine di valutarne condizioni e stabilità

Cavibeer, la rivoluzione della birra
La nuova tecnologia per la produzione di questa bevanda, brevettata dal Cnr e dalla società Bysea, consente di ridurre del 50% i tempi di lavoro e del 40% il consumo energetico

La rivoluzione dell’Ai: necessario investire e collaborare
Di Intelligenza artificiale si è discusso presso la sede centrale del Cnr in occasione della presentazione del saggio sull'argomento scritto dal giornalista Lorenzo Pinna, alla quale ha partecipato il padre dei divulgatori scientifici, Piero Angela

Il Cnr collabora al restauro dell’‘Adorazione dei magi’
L'Ente ha lavorato al dipinto di Leonardo con gli Istituti nazionale di ottica e di scienza e tecnologie dell'informazione, fornendo un contributo importante per la diagnostica dell'opera

L’archeologo moderno tra scavi e tecnologie
Gli studenti di archeologia dell'Università di Catania stanno lavorando nell'area di scavo del sito di Santa Maria Venera al Pozzo, nel comune di Aci Catena (Ct), con il supporto dei ricercatori del Cnr-Ibam. Un'esperienza interessante e formativa che fornisce ai giovani le competenze interdisciplinari oggi necessarie per accedere al settore

Tris, la scuola per lo studio a distanza
Il progetto è frutto di un accordo quadro tra Miur, Cnr-Itd e Fondazione Tim. Nella fase sperimentale ha coinvolto sette scuole di Lazio, Campania e Sardegna, cinque studenti non frequentanti per gravi patologie, 120 loro compagni di classe e 112 docenti

Simposio annuale Ino 2018
Tenutosi a Pisa, l'evento è stato l'occasione per fare il punto sui laser estremi e sulle loro applicazioni, un settore in cui il Cnr è protagonista