Ultima edizione | Archivio giornali | Archivio tematico | Archivio video

CNR: Almanacco della Scienza


ISSN 2037-4801

Archivio dei video

Cultura
Viaggio interattivo al Polo Nord

La mostra Cnr 'Artico – Viaggio al Polo Nord', inaugurata nello Spazio Galilei di Città della scienza, è un viaggio interattivo che guida il pubblico alla scoperta delle peculiarità del Polo Nord e dei fenomeni osservati attraverso installazioni fisiche e multimediali, esperimenti interattivi, apparecchiature scientifiche, ricostruzioni in scala, documenti, oggetti e immagini suggestive. “È uno splendido esempio di come la scienza debba essere divulgata, di come le persone debbano essere informate sull'importanza della scienza”, afferma Massimo Inguscio, presidente del Cnr. “Il sapere scientifico rappresenta la materia prima più importante di un tessuto produttivo e sociale di un paese avanzato”, sottolinea Vittorio Silvestrini, presidente di Fondazione Idis-Città della scienza, “la condizione è che tale sapere sia posseduto da tutti”.

I cambiamenti climatici rappresentano oggi una sfida cruciale per il futuro del 'Sistema Terra' e l'Artico è la regione del pianeta in cui questi si manifestano più rapidamente. Il riscaldamento globale ha un enorme impatto sulle superfici coperte da ghiacci, in particolare sulla formazione e l'estensione del ghiaccio marino, sul ritiro dei ghiacciai terrestri e sullo scongelamento del permafrost.

La mostra resterà a Città della Scienza fino 10 dicembre 2017. Tutte le informazioni utili sono reperibili sul sito www.cittadellascienza.it

Altri video Cultura

1968-2018: spedizioni in Antartide a confronto
Il filmato della WebTvCnr avvicina l'impresa del 33enne americano Colin O'Braday che ha compiuto lo scorso anno una traversata in solitaria al Polo Sud, a quella effettuata nel 1968 da Cnr e Cai

Premio divulgazione scientifica ‘Giancarlo Dosi’
Nel corso della cerimonia conclusiva, svoltasi a Roma presso l'Aula convegni del Consiglio nazionale delle ricerche lo scorso 13 dicembre, il riconoscimento è andato a Leonardo Luccone per 'Questione di virgole'. All'evento sono intervenuti, tra gli altri, il segretario generale del Censis Giorgio De Rita e Sesto Viticoli, vice presidente Airi

95 anni di futuro
Il discorso del presidente del Cnr Massimo Inguscio all'evento della celebrazione dei 95 anni dalla nascita dell'Ente

La cultura nella società iperconnessa
Questo il tema affrontato quest'anno dal Festival del giornalismo culturale, che si è svolto dal 25 al 28 ottobre nelle Marche, tra Pesaro, Urbino e Fano. Nella giornata di apertura presentati i risultati della ricerca dell'Osservatorio News-Italia Università di Urbino sui modi in cui gli italiani fruiscono dell'informazione culturale

Italia e Spagna: carte a confronto
Il tema è stato al centro di '70 + 40 e il futuro del costituzionalismo italiano e spagnolo', evento che si è tenuto a Roma, presso la sede centrale del Cnr, alla presenza del presidente Massimo Inguscio e del vice presidente Tommaso Frosini

1968. Il Cnr verso nuovi saperi
In un documentario, la webtv dell'Ente offre una panoramica del mondo della ricerca di quegli anni per mostrare i cambiamenti che si verificarono nell'Ente, aprendolo a nuovi campi del sapere

Il Cnr ricorda Vito Volterra
Il matematico e fondatore del Consiglio nazionale delle ricerche è stato celebrato nell'Area della ricerca di Pisa alla presenza del presidente Massimo Inguscio, e di numerose personalità del mondo istituzionale, scientifico e politico

La scienza al Bifest
Al Festival cinematografico di Bari il Cnr ha coinvolto alcuni ricercatori nei dibattiti legati alle proiezioni delle opere del regista tedesco Werner Herzog sui temi dell'ambiente e della natura

Comprendere il canzoniere di De André con gli algoritmi
Lo ha fatto l'Ilc-Cnr, che ha individuato i termini più usati nei dischi del cantautore genovese: sono amore, occhi e cuore

Una mostra per gli Imi
L'esposizione sugli Internati militari italiani, organizzata a Roma dall'Associazione nazionale reduci dalla prigionia e patrocinata dal Cnr, ricorda la condizione tragica di quanti, dopo l'8 settembre 1943, rifiutarono di continuare a combattere a fianco dei tedeschi e di aderire alla Repubblica sociale italiana