Ultima edizione | Archivio giornali | Archivio tematico | Archivio video

CNR: Almanacco della Scienza


ISSN 2037-4801

Archivio dei video

Ambiente
Scoperte le origini dei 'coralli' di Venezia

Nei fondali italiani del Mar Adriatico settentrionale, in particolare nel Golfo di Venezia, sorgono formazioni rocciose sommerse che costituiscono un'anomalia geologica rispetto al fondale limoso e sabbioso su cui poggiano. Sono chiamate dai pescatori locali 'tegnùe', che in dialetto veneto significa 'trattenute', perché vi si impigliano le reti. Alte anche quattro metri, sono bio-costruzioni formate da organismi viventi come alghe e spugne dette coralligene perchè assumono un aspetto simile alle barriere coralline.

Uno studio multidisciplinare, coordinato dall'Istituto di scienze marine del Consiglio nazionale delle ricerche e pubblicato su 'Scientific Reports' ne svela l'origine. Nel corso della ricerca, che ha impegnato geologi, oceanografi, geofisici, biologi di diverse istituzioni, sono state condotte oltre 200 immersioni scientifiche per osservazioni dirette, rilevamenti geomorfologici e idrologici e per prelevare numerosi campioni. Uno di questi, un lastrone di sabbia cementata con inglobati alcuni gusci di molluschi, ha permesso come una sorta di stele di Rosetta di determinare l'età e le caratteristiche del paleo-ambiente al momento della sua cementazione.

Le analisi radiometriche al carbonio sulle conchiglie hanno datato a circa 9.000 anni fa l'arrivo del mare in quest'area e a 7.000 anni fa la cementazione del lastrone, sul quale i primi organismi bio-costruttori hanno attecchito. Altre analisi di laboratorio hanno evidenziato che le tegnùe si sono sviluppate lungo strutture morfologiche allungate e sinuose, attribuite ad antichi canali fluviali presenti nella pianura durante l'ultimo periodo glaciale, circa 20.000 anni fa.

La presenza di costruzioni coralligene sviluppate sopra i resti di antichi canali fluviali cementati non era mai stata osservata prima nel Mediterraneo.

Altri video Ambiente

Nobile, i 90 anni della missione al Polo Nord
L'anniversario è stato ricordato con una conferenza dal Museo della scienza di Milano, alla quale ha partecipato anche Massimo Inguscio. Il presidente del Cnr nel suo intervento, ha ricordato il ruolo dell'Ente nella ricerca in Artico

Setac 2018, per la salvaguardia ambientale
Il meeting dell'organizzazione mondiale dedita allo studio dei problemi ambientali e alla loro soluzione si è svolto per la prima volta a Roma. Dal 13 al 16 maggio, 60 studiosi si sono radunati per illustrare le ricerche compiute nelle scienze ambientali. Tra i partecipanti, Anna Barra Caracciolo e Paola Grenni dell'Istituto di ricerca sulle acque del Cnr

La ricerca artica del Cnr
A raccontarla, Massimiliano Vardè dell'Idpa, station leader della base 'Dirigibile Italia'

Il Cnr alle Svalbard
Il presidente dell'Ente Massimo Inguscio, durante la sua visita alla stazione Dirigibile Italia, intervistato dal Tg Leonardo di Rai3, ha illustrato l'attività svolta dai ricercatori del Consiglio nazionale delle ricerche in Artico

L’osservatorio climatico di Monte Cimone
La struttura, gestita dall'Isac-Cnr, è l'unica stazione montana per studi atmosferici a sud delle Alpi e della Pianura Padana e vi si svolgono in modo continuativo misure sui composti clima-alteranti ed inquinanti, sulla radiazione solare e sui parametri meteorologici

Il ruolo dell’Italia nel grande gioco energetico europeo
Dell'argomento si è discusso a Roma, il 20 febbraio, nel corso dell'evento 'Follow the energy' organizzato da Il Nodo di Gordio, al quale ha partecipato anche Emilio Fortunato Campana, direttore del Diitet-Cnr

High North, la Marina Militare in Artico
Dopo 90 anni riprende la ricerca scientifica in mare, coordinata dall'Istituto idrografico e con la collaborazione di Cnr, Ogs, Enea e Nato Cmre

Il Cnr al Futura Festival
L'Ente ha partecipato alla manifestazione con un evento dedicato alla ricerca italiana in Antartide. A parlarne sono stati Angelo Domesi del Dta-Cnr e Vitale Stanzione dell'Isafom-Cnr, in collegamento con la base italo-francese Concordia

Ondate di calore in aumento
Il dato è riportato da uno studio condotto da quattro strutture di ricerca fiorentine e coordinato dall'Ibimet-Cnr

Villaggio per la Terra-Earth Day 2017
In occasione Earth Day 2017, il Cnr ha proposto alcuni eventi dedicati ai cambiamenti climatici, tra i quali la mostra 'Artico – Viaggio interattivo al Polo Nord' e un collegamento con la base artica Concordia