Ultima edizione | Archivio giornali | Archivio tematico | Archivio video

CNR: Almanacco della Scienza


ISSN 2037-4801

Archivio dei video

Ambiente
TartaLife a 'Porto nel cuore 2016'

Domenica 31 luglio, nell'ambito della Manifestazione 'Porto nel cuore', al Porto Antico di Ancona, sono state liberate due tartarughe marine finite nelle reti dei pescatori e riabilitate nel centro di Fondazione cetacea. Durante la manifestazione Alessandro Lucchetti dell'Istituto di scienze marine del Cnr di Ancona e Sauro Pari della Fondazione cetacea di Riccione hanno mostrato i primi risultati del progetto Tartalife rivolto a ridurre le catture accidentali e a informare gli operatori della pesca sulle procedure da attuare quando tra il pescato c'è una tartaruga.

In estate come ogni anno aumentano le segnalazioni e gli spiaggiamenti di tartarughe marine. “Il riscaldamento superficiale dei mari sta modificando l'ecosistema marino, con conseguenze evidenti sugli spostamenti e sul comportamento delle tartarughe marine, che ormai svernano regolarmente anche a latitudini settentrionali e in acque considerate fredde, come quelle del Centro-Nord Adriatico”, spiega Lucchetti. “L'estate 2016 è stata una delle annate a più alta densità di tartarughe nei nostri mari, i dati del progetto TartaLife hanno segnalato la necessità di intervenire al più presto e di ottenere la massima collaborazione dai pescatori, per poter dare un futuro alle tartarughe marine”.

Altri video Ambiente

Nobile, i 90 anni della missione al Polo Nord
L'anniversario è stato ricordato con una conferenza dal Museo della scienza di Milano, alla quale ha partecipato anche Massimo Inguscio. Il presidente del Cnr nel suo intervento, ha ricordato il ruolo dell'Ente nella ricerca in Artico

Setac 2018, per la salvaguardia ambientale
Il meeting dell'organizzazione mondiale dedita allo studio dei problemi ambientali e alla loro soluzione si è svolto per la prima volta a Roma. Dal 13 al 16 maggio, 60 studiosi si sono radunati per illustrare le ricerche compiute nelle scienze ambientali. Tra i partecipanti, Anna Barra Caracciolo e Paola Grenni dell'Istituto di ricerca sulle acque del Cnr

La ricerca artica del Cnr
A raccontarla, Massimiliano Vardè dell'Idpa, station leader della base 'Dirigibile Italia'

Il Cnr alle Svalbard
Il presidente dell'Ente Massimo Inguscio, durante la sua visita alla stazione Dirigibile Italia, intervistato dal Tg Leonardo di Rai3, ha illustrato l'attività svolta dai ricercatori del Consiglio nazionale delle ricerche in Artico

L’osservatorio climatico di Monte Cimone
La struttura, gestita dall'Isac-Cnr, è l'unica stazione montana per studi atmosferici a sud delle Alpi e della Pianura Padana e vi si svolgono in modo continuativo misure sui composti clima-alteranti ed inquinanti, sulla radiazione solare e sui parametri meteorologici

Il ruolo dell’Italia nel grande gioco energetico europeo
Dell'argomento si è discusso a Roma, il 20 febbraio, nel corso dell'evento 'Follow the energy' organizzato da Il Nodo di Gordio, al quale ha partecipato anche Emilio Fortunato Campana, direttore del Diitet-Cnr

High North, la Marina Militare in Artico
Dopo 90 anni riprende la ricerca scientifica in mare, coordinata dall'Istituto idrografico e con la collaborazione di Cnr, Ogs, Enea e Nato Cmre

Il Cnr al Futura Festival
L'Ente ha partecipato alla manifestazione con un evento dedicato alla ricerca italiana in Antartide. A parlarne sono stati Angelo Domesi del Dta-Cnr e Vitale Stanzione dell'Isafom-Cnr, in collegamento con la base italo-francese Concordia

Ondate di calore in aumento
Il dato è riportato da uno studio condotto da quattro strutture di ricerca fiorentine e coordinato dall'Ibimet-Cnr

Scoperte le origini dei 'coralli' di Venezia
A rivelarle, uno studio multidisciplinare sulle 'tegnue', coordinato dall'Istituto di scienze marine del Consiglio nazionale delle ricerche e pubblicato su 'Scientific Reports'