Ultima edizione | Archivio giornali | Archivio tematico | Archivio video

CNR: Almanacco della Scienza


ISSN 2037-4801

Archivio dei video

Ambiente
Nanocontrachem per la decontaminazione ambientale

L'Istituto di scienze e tecnologie molecolari (Istm) del Cnr di Milano, nell'ambito del progetto Nanocontrachem, patrocinato e finanziato dalla Nato, è impegnato nello sviluppo di nuovi polveri per la decontaminazione da sostanze chimiche altamente tossiche, incluse quelle utilizzate negli attacchi terroritistici. “Rispetto a quelle già disponibili, le nuove polveri presentano delle formulazioni più efficaci ma che, al tempo stesso, generano meno cloro attivo, sostanza ad alto impatto ambientale”, spiega il coordinatore Matteo Guidotti.

Una polvere decontaminante, come quelle prodotte nel laboratori Istm-Cnr, si compone di tre ingredienti principali: la bentonite, un'argilla naturale che viene estratta dalle miniere, che funziona come un setaccio molecolare in grado di assorbire e rimuovere la sostanza contaminante; il sale di ferro che viene utilizzato come catalizzatore per l'ossidazione, perché solamente con un processo di ossidazione è possibile trasformare e degradare in composti molto meno tossici, il perborato di sodio, sostanza ossidante solida, che in presenza di acqua è capace di generare perossido di idrogeno, l'acqua ossigenata, con un'aziona degradante, ossidante e distruttiva nei confronti di armi chimiche molto potenti.

“Queste polveri decontaminanti possono essere impiegate dal personale civile quali vigili del fuoco, soccorritori, operatori del 118, insomma da tutti coloro che si trovano a operare in un ambito di soccorso in incidenti non convenzionali, incidenti connessi con l'uso di sostanze altamente tossiche”, conclude Guidotti.

Altri video Ambiente

Operazione Ice Memory per la tutela dei ghiacciai
Il progetto, che mira a preservare gli archivi glaciali per consentire agli studiosi di effettuare ricerche anche in futuro, ha coinvolto in Italia ricercatori del Cnr-Idpa e dell'Università Ca' Foscari di Venezia

Ubuntu-Pv, energia pulita per il Burundi
Il progetto, che vuole rendere energeticamente indipendenti gli abitanti delle zone rurali di uno dei paesi più poveri del mondo, ha tra i sostenitori anche l'Istituto dei materiali per l'elettronica ed il magnetismo del Cnr di Parma

Acqua potabile, una risorsa a rischio
Del problema ha parlato la trasmissione di Rai3 PresaDiretta, servendosi della consulenza scientifica dell'Istituto di ricerca sulle acque del Cnr

Il sentiero dell’atmosfera sul Monte Cimone
Il percorso didattico-ambientale è frequentato soprattutto da studenti che, in collaborazione con i ricercatori del Cnr-Isac, apprendono informazioni sull'atmosfera e sui cambiamenti climatici e svolgono attività tecniche e di divulgazione. Sulla vetta si trovano anche le stazioni meteo di Cnr e Aeronautica militare

Icomc2018: la chimica organometallica a Firenze
La conferenza, organizzata dal Cnr-Iccom e patrocinata dall'Ente, dalla Regione Toscana e dal Comune e dall'Università di Firenze, ha ospitato tra gli altri premio Nobel 2016 per la Chimica, Ben L. Feringa

Corso di formazione per operatori meteo africani
L'evento si è svolto a Firenze presso il Cnr-Ibimet e fa parte di una serie di quattro incontri, finanziati dall'Agenzia italiana per la cooperazione e lo sviluppo e realizzati dal World meteorological organization

Nobile, i 90 anni della missione al Polo Nord
L'anniversario è stato ricordato con una conferenza dal Museo della scienza di Milano, alla quale ha partecipato anche Massimo Inguscio. Il presidente del Cnr nel suo intervento, ha ricordato il ruolo dell'Ente nella ricerca in Artico

Setac 2018, per la salvaguardia ambientale
Il meeting dell'organizzazione mondiale dedita allo studio dei problemi ambientali e alla loro soluzione si è svolto per la prima volta a Roma. Dal 13 al 16 maggio, 60 studiosi si sono radunati per illustrare le ricerche compiute nelle scienze ambientali. Tra i partecipanti, Anna Barra Caracciolo e Paola Grenni dell'Istituto di ricerca sulle acque del Cnr

La ricerca artica del Cnr
A raccontarla, Massimiliano Vardè dell'Idpa, station leader della base 'Dirigibile Italia'

Il Cnr alle Svalbard
Il presidente dell'Ente Massimo Inguscio, durante la sua visita alla stazione Dirigibile Italia, intervistato dal Tg Leonardo di Rai3, ha illustrato l'attività svolta dai ricercatori del Consiglio nazionale delle ricerche in Artico