Ultima edizione | Archivio giornali | Archivio tematico | Archivio video

CNR: Almanacco della Scienza


ISSN 2037-4801

Archivio dei video

Tecnologia
Anfiteatro di Catania: il restyling č in 3D

Celebrato sin dal XVI secolo, l’anfiteatro romano rappresenta un’esperienza fondamentale per comprendere la storia e l’evoluzione di Catania. L’Istituto per i beni archeologici e monumentali (Ibam) del Consiglio nazionale delle ricerche ha elaborato un modello tridimensionale che restituisce integralmente il monumento, uno dei più grandi anfiteatri d’Italia nel suo genere.

Lo studio, approfondito dall’integrazione di metodi e approcci diversi, ha permesso di chiarire e precisare numerosi aspetti. “Il rilevamento mediante Laser Scanner e la restituzione del modello tridimensionale virtuale, curati e coordinati dall’architetto responsabile dell’ITlab Ibam Francesco Gabellone e dal suo team, hanno dato l’opportunità di analizzare anche dal punto di vista ingegneristico e non solo meramente architettonico le varie componenti del monumento”, spiega Giuseppe Cacciaguerra, archeologo dell’Istituto-Cnr.

Il progetto ha coinvolto archeologi, architetti e geofisici in una collaborazione innovativa e di grande impatto, in cui le esigenze della ricerca si intrecciano con quelle della valorizzazione e della fruizione del patrimonio culturale. “Il risultato ottenuto costituisce certamente una proposta ricostruttiva in cui tutte le informazioni emerse dalle diverse discipline si fondono in un unico messaggio comunicativo: esse non mirano alla sola ricostruzione ideale dell’edificio, ma forniscono l’opportunità per la verifica e la sintesi degli aspetti legati alla logica funzionale e strutturale del monumento stesso”, dichiara Daniele Malfitana, direttore dell’Ibam-Cnr.

Il docu-video integrale dell’anfiteatro di Catania è fruibile al grande pubblico presso i locali del 'Catania Living Lab’, il primo laboratorio sperimentale Ibam-Cnr per la valorizzazione e comunicazione dei beni culturali della città etnea. Un team di esperti e ricercatori guida alla visione del docu-video, attraverso uno specifico percorso, facendo così vivere un’innovativa scoperta della città di Catania.

Altri video Tecnologia

Il passato ritorna con le nuove tecnologie
Il loro utilizzo consente di svolgere attività di indagine, conservazione e valorizzazione degli antichi beni architettonici, oltre a favorirne la fruizione attraverso applicazioni interattive e musei virtuali, come ricorda Augusto Palombini del Cnr-Itabc

Edilizia scolastica: verso nuove strategie
Il presidente del Cnr Massimo Inguscio ha illustrato a Rai Parlamento l'accordo con l'Asi per la mappatura satellitare degli edifici scolastici al fine di valutarne condizioni e stabilità

Cavibeer, la rivoluzione della birra
La nuova tecnologia per la produzione di questa bevanda, brevettata dal Cnr e dalla società Bysea, consente di ridurre del 50% i tempi di lavoro e del 40% il consumo energetico

Le altre intelligenze
Tv 2000 – Nella trasmissione 'Dapprima' si parla di esseri intelligenti e di come manifestino le capacità intellettive, con le dovute differenze e confronti.

La rivoluzione dell’Ai: necessario investire e collaborare
Di Intelligenza artificiale si è discusso presso la sede centrale del Cnr in occasione della presentazione del saggio sull'argomento scritto dal giornalista Lorenzo Pinna, alla quale ha partecipato il padre dei divulgatori scientifici, Piero Angela

Il Cnr collabora al restauro dell’‘Adorazione dei magi’
L'Ente ha lavorato al dipinto di Leonardo con gli Istituti nazionale di ottica e di scienza e tecnologie dell'informazione, fornendo un contributo importante per la diagnostica dell'opera

L’archeologo moderno tra scavi e tecnologie
Gli studenti di archeologia dell'Università di Catania stanno lavorando nell'area di scavo del sito di Santa Maria Venera al Pozzo, nel comune di Aci Catena (Ct), con il supporto dei ricercatori del Cnr-Ibam. Un'esperienza interessante e formativa che fornisce ai giovani le competenze interdisciplinari oggi necessarie per accedere al settore

Tris, la scuola per lo studio a distanza
Il progetto è frutto di un accordo quadro tra Miur, Cnr-Itd e Fondazione Tim. Nella fase sperimentale ha coinvolto sette scuole di Lazio, Campania e Sardegna, cinque studenti non frequentanti per gravi patologie, 120 loro compagni di classe e 112 docenti

Simposio annuale Ino 2018
Tenutosi a Pisa, l'evento è stato l'occasione per fare il punto sui laser estremi e sulle loro applicazioni, un settore in cui il Cnr è protagonista

Acqua Alta, la piattaforma marina del Cnr
A 47 anni dalla costruzione, la struttura abitativa della base oceanografica è stata completamente sostituita per rendere più confortevole e funzionale il soggiorno di studio ai ricercatori