Ultima edizione | Archivio giornali | Archivio tematico | Archivio video

CNR: Almanacco della Scienza


ISSN 2037-4801

Archivio dei video

Salute
Nanodem: tra infezione e rigetto

'Nanophotonic device for multiple therapeutic drug monitoring' (http://nanodem.ifac.cnr.it) è il progetto europeo, svolto in collaborazione con l’Istituto di fisica applicata (Ifac) del Cnr come capofila, per la realizzazione di un dispositivo biomedico Poct, capace di misurare la concentrazione degli immunosoppressori nel sangue in pazienti trapiantati sia nella fase immediatamente successiva al trapianto sia in una situazione a regime.

Il dispositivo prevede l’utilizzo di un catetere intravascolare da microdialisi in grado di estrarre continuamente dal sangue del paziente un campione sul quale verranno misurati on-line gli immunosoppressori di interesse (ciclosporina, tacrolimus, sirolimus, everolimus, acido micofenolico). Il cuore del dispositivo sarà un biochip che utilizzerà i nuovi sviluppi nel settore delle nanotecnologie per convertire le variazione di concentrazione degli analiti in segnali ottici rivelabili e per effettuare una determinazione multipla dei diversi immunosoppressori.

Oltre al Cnr con due istituti, Ifac e l’Istituto per il rilevamento elettromagnetico dell’ambiente, i partner coinvolti nel progetto sono diverse realtà europee: tre Università tedesche (Università di Tübingen, Monaco e Stoccarda), una spagnola (Università Complutense di Madrid), un istituto di ricerca portoghese (Microsystems and Nanotechnologies – Inesc) e tre industrie (Datamed, Milano; Probe Scientific, Coventry, Gran Bretagna; Microfluidic ChipShop, Jena, Germania).

Altri video Salute

Al Cnr-Ifc di Pisa, inaugurato N2Lab
Il laboratorio, frutto della collaborazione dell'Ente con diverse strutture scientifiche, studia le malattie del sistema nervoso e mira a sviluppare protesi con percezione tattili per quanti hanno subito l'amputazione della mano

Nell’Area di Pisa, il Cnr studia le neuroscienze
Nato negli anni '60, l'Istituto di neuroscienze del Cnr nei decenni successivi diventa un centro di risonanza internazionale. Tante le malattie studiate: dalle neurodegenerazioni alla retinite pigmentosa, dai disordini del neurosviluppo alle lesioni traumatiche

Fisiologia clinica, Pisa e non solo
È l'Istituto più grande tra quelli del Cnr dedicati al settore biomedico. Oltre alla sede centrale, conta sei sezioni distaccate sul territorio. Ne illustrano gli ambiti di ricerca e le attività il direttore, Giorgio Iervasi, e alcuni ricercatori

La sicurezza dei subacquei secondo il Cnr
Se ne è parlato a Pisa in un incontro rivolto alla formazione di ricercatori dell'Ente con esperti, appassionati e specialisti delle immersioni

Divulgare la scienza attraverso le immagini
Si è tenuto lo scorso 25 maggio l'evento 'Scienza e Cinema': un incontro sulle possibilità e modalità per comunicare la scienza attraverso l'audiovisivo' al quale hanno partecipato, tra gli altri Piero Angela e conduttore Michele Mirabella. Presentato nell'occasione un documento sull'epigenetica

Falsi allarmismi e rischi reali
Il virologo Giovanni Maga dell Igm-Cnr, intervistato dal Tg Com 24, parla della meningite

Bambini italiani: tra i più obesi d’Europa
È quanto ha sottolineato Roberto Volpe del Spp-Cnr nel corso del convegno 'Dagli eccessi alimentari del bambino alla sindrome metabolica. Il passo è breve!'

Mymensa: per una sana alimentazione al lavoro
A promuoverla un convegno organizzato dal Dipartimento di scienze bio-agroalimentari e dal Servizio prevenzione e protezione del Cnr, svoltosi nella sede dell'Ente a Roma lo scorso 4 novembre

Dai neuroni specchio un aiuto alla riabilitazione
Far vedere a un paziente come camminava prima dell'infortunio che gli ha lesionato gli arti inferiori consente al malato di riprendere più in fretta le capacità fisiche perse

Un brevetto per la riabilitazione della caviglia
Lo ha messo a punto l’Itia-Cnr e consente di supportare sia il paziente sia il fisioterapista attraverso movimenti di riabilitazione passiva, attiva e assistita