Ultima edizione | Archivio giornali | Archivio tematico | Archivio video

CNR: Almanacco della Scienza


ISSN 2037-4801

Archivio dei video

Tecnologia
La ceramica italiana nel mondo. E nello spazio

Ha da poco compiuto 50 anni l’Istituto di scienza e tecnologia dei materiali ceramici (Istec) del Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr) di Faenza, la più grande struttura italiana di ricerca sui materiali ceramici.

“Parlare dell’Istec-Cnr significa necessariamente sottolineare il rapporto con il territorio di una delle capitali della ceramica”, sottolinea il direttore Alida Bellosi, “ma anche il merito di aver portato la ceramica italiana nel mondo”. L’Istituto conta 17 laboratori con strumentazioni di eccellenza per la produzione e il trattamento dei materiali, tra cui i forni con temperature fino a 2000°C, impianti per la produzione di forme complesse e per rivestimenti superficiali, microscopi elettronici, apparecchiature per misurare proprietà meccaniche, resistenza e tenacità in condizioni critiche. “Una dotazione tecnica da record nello scenario della ricerca scientifica internazionale, alla quale lavorano circa 120 persone tra dipendenti, ricercatori associati, docenti e studenti”.

Un altro punto di forza dell’Istec-Cnr è la capacità di abbinare ricerca scientifica e trasferimento tecnologico all’industria. “Soltanto dal 2011 al 2014 abbiamo prodotto 210 pubblicazioni su riviste, 200 atti di convegno, decine di libri e capitoli e registrato ben 18 brevetti”, ha proseguito il direttore.  “Tra progetti e contratti di ricerca industriale entrano circa 3 milioni di euro l’anno, collaborando a livello internazionale e nazionale con imprese quali Compagnia generale per lo Spazio, Sab Aereospace, Mbda, Centro sviluppo materiali, European Office of Aerospace Research & Development e Cira-Italian Aereospace Research centre. Dalla Regione Emilia-Romagna abbiamo ottenuto l'accreditamento come struttura di ricerca industriale, che attesta la qualità del nostro rapporto con le imprese, in virtù del quale siamo entrati a far parte della rete alta tecnologia e abbiamo accesso ai progetti dei Tecnopoli regionali”.

Marco Ferrazzoli

Fonte: Alida Bellosi , Istituto di scienza e tecnologia dei materiali ceramici delCnr, Faenza, tel. 0546/699712, email alida.bellosi@istec.cnr.it

Altri video Tecnologia

Giornata della radio: dalle onde al Dab
Anche quest'anno, il 13 febbraio, si è celebrata questa ricorrenza, che richiama l'attenzione su un mezzo di informazione che ha saputo adattarsi al passare del tempo, rivelando una duttilità e una modernità di cui il suo inventore, Guglielmo Marconi, sarebbe fiero

Droni al servizio della ricerca
Le Unità prevenzione e protezione e formazione e welfare del Cnr hanno organizzato una giornata formativa per definire le linee di indirizzo per la gestione di questi sistemi a pilotaggio remoto

Il Cnr al primo forum dedicato alla new space economy
L'evento mira a valorizzare la filiera produttiva spaziale, un settore al quale l'Ente fornisce supporto scientifico e tecnologico, contribuendo a rendere competitive le aziende nazionali

Scopri, inventa, crea… Maker faire!
Alla fiera dedicata all'innovazione ha partecipato anche il Consiglio nazionale delle ricerche con talk-conference e prodotti di ricerca, tra i quali, il FlexMaps Pavillion, progettato da Paolo Cignoni del Cnr-Istc

Scopri, inventa, crea… Maker faire!
All'evento dedicato all'innovazione ha partecipato anche quest'anno il Cnr, presentando prodotti e organizzando talk conference. Particolare interesse ha suscitato il Flexmaps Pavillon, arco ritorto sottile che può essere attraversato dai visitatori

Accordo Cnr-Aeronautica Militare
La collaborazione tra le due strutture è finalizzata a favorire lo sviluppo di lanciatori di piccoli satelliti innovativi da piattaforma aerea

Con Amerigo la ricerca si sposta in fondo al mare
Il lender, realizzato da Cnr-Irbim e Cnr-Imm in collaborazione con l'azienda Rse di Milano, può raggiungere il 6.000 metri di profondità, permettendo di misurare le sostanze disciolte nei fondali marini utilizzate dai microrganismi marini per nutrirsi

L’inclinometro del Cnr per i lavori della metro C
Brevettato per misurare le deformazioni che si verificano in profondità nel terreno a seguito di una frana, questo strumento, messo a punto dall'Istituto di ricerca per la protezione idrogeologica dell'Ente, è ora usato per la realizzazione di una linea della metropolitana nella Capitale, una città il cui sottosuolo è ricco di beni archeologici, che possono interagire con lo scavo delle gallerie da parte degli operai

Studiare migrando
È il nome della piattaforma di e-learning che l'Istituto per le tecnologie didattiche del Cnr ha realizzato con la Scuola di lingua italiana per stranieri dell'Università di Palermo e l'Unicef, per supportare i giovani stranieri nella preparazione all'esame di Stato per conseguire la licenza media

Un videogioco in 3D per scoprire il Foro di Augusto
Realizzato dall'Istituto per le tecnologie applicate ai beni culturali del Cnr con la società maltese Vr Tron, il videogame conduce il visitatore alla scoperta dell'Impero romano durante il regno di Augusto