Ultima edizione | Archivio giornali | Archivio tematico | Archivio video

CNR: Almanacco della Scienza


ISSN 2037-4801

Archivio dei video

Informatica
Amici sui social network, meglio stare attenti

Amici sui social network, meglio stare attenti (RM file)

Amici sui social network, meglio stare attenti
E-mail e chat sono in declino, per fare amicizia i giovani - si sa - utilizzano i social network, grazie ai quali possono condividere materiali e contenuti con altri utenti online, creando una rete di contatti molto ampia. Ma i ragazzi italiani sono un po' meno ‘navigatori' dei loro coetanei europei.
"Amano i social media quali Facebook e Twitter", sottolinea Claudia Ceccarelli dell'Istituto di struttura della materia (Ism) del Cnr di Roma, "ma il nostro Paese ha il più basso utilizzo di internet: secondo le ultime indagini Eurobarometro solo il 45% dei giovani fra i 6 e i 17 anni usa la rete in modo frequente, contro la media del 75% dei 26 paesi europei con i quali ci siamo confrontati. Negli ultimi anni, si è però registrato un forte incremento da parte dei più piccoli (6-9 anni), che accedono al web principalmente da casa. Da dati CheckFacebook.com, malgrado per inserire il proprio profilo su Facebook si debbano avere più di 13 anni, sugli oltre 12 milioni di italiani iscritti, 180mila sono più giovani di quell'età. Il primato di partecipazione ai social network spetta comunque ai 16-24enni, che, secondo dati Nextplora e Microsoft, insieme per il secondo Osservatorio sull'Instant messaging in Italia, non sono ‘fedeli': il 41% dei giovani infatti è presente su due o più social network".
I grandi assenti nella navigazione giovanile sono invece i genitori, forse sottovalutando i rischi che i loro figli corrono stringendo rapporti nel mondo virtuale. "Solo il 17% è informato su come i figli navigano, se chattano o se sono registrati a un social network e solo il 10% impone ‘regole di navigazione'", precisa Ceccarelli. "I ragazzi sono minacciati soprattutto dal grooming, una tecnica di manipolazione psicologica nella quale il malintenzionato entra in contatto on-line con la possibile vittima e ne conquista la fiducia necessaria per organizzare un incontro off-line, in maniera a prima vista naturale. Questo sistema consente agli adulti 'adescatori' di entrare in contatto con i minori, inducendoli gradualmente a superare le resistenze, sfruttandone le fragilità e conquistandone la fiducia, spesso per compiere abusi".
Più in generale i navigatori sono vittima del phishing, prosegue l'esperta dell'Ism-Cnr: "Un'attività che sfrutta lo studio del comportamento individuale per carpire informazioni personali o riservate, finalizzate al furto di identità: il phisher induce le proprie vittime a collegarsi ad ambienti web che in realtà celano una procedura di registrazione delle coordinate di accesso, riutilizzandole per scopi illeciti".
Come si possono contrastare questi pericoli? "Segnalando il problema a enti e associazioni preposte e alle autorità competenti, prime fra tutte la Polizia Postale", conclude Ceccarelli. "E' possibile inoltre installare software di filtraggio sia sui computer che sui telefonini, sempre più usati per collegarsi in rete. Infine, è fondamentale una buona campagna di divulgazione improntata ad accrescere la ‘coscienza virtuale' dei giovani navigatori e dei loro genitori".

Rita Bugliosi

Fonte: Claudia Ceccarelli, Istituto di struttura della materia, Roma, tel. 06/49934015, email claudia.ceccarelli@artov.rm.cnr.it

Altri video Informatica

Al Cnr per i 50 anni di Internet
L'Ente ha ricordato il mezzo secolo dal primo collegamento Arpanet con un convegno che ha celebrato passato, presente e futuro della Rete. Hanno partecipato, tra gli altri, il presidente Massimo Inguscio, Luciano Lenzini del Cnuce-Cnr e dell'Università di Pisa, tra i pionieri di Internet in Italia, e il divulgatore scientifico Piero Angela

Indagine del Registro .it: giovani e digitale
I risultati, presentati nel corso dell'edizione 2019 di Internet Festival, rivelano che i ragazzi per informarsi usano principalmente la Rete, considerata pluralista e indipendente, seguita dai social network. All'ultimo posto c'è la radio, prevista in ulteriore calo

Moscardo, per la salvaguardia dei beni culturali
Questo progetto, finanziato dalla Region eToscana e al quale ha collaborato anche il Cnr-Isti, prevede l'utilizzo di sensori wireless e droni  per sviluppare un sistema di monitoraggio delle antiche costruzioni e verificarne lo stato di salute

Il fumetto del Registro si mette in ‘mostra’
A Bologna, esposti per due settimane disegni e bozzetti della serie Internetopoli disegnati da Gabriele Peddes e pubblicati dalla collana Comics&Science, edita dal Consiglio nazionale delle ricerche

Effetto Big Data per le professioni del futuro
Se ne è parlato in una giornata di formazione organizzata dall'Ibpm-Cnr e rivolta ad alunni e docenti del liceo Augusto Righi di Roma

Investimenti pubblici trasparenti
Il progetto OpenCup consente di visionare on line 800mila progetti relativi ai lavori pubblici e mira ad ampliare le informazioni consultabili anche grazie ad accordi stipulati con Cnr e Politecnico di Milano

Registro .it a Conversazioni sul futuro
L'anagrafe dei nomi a dominio gestita dall'Iit-Cnr è approdata a Lecce con i suoi eventi dedicati ad aziende e liberi professionisti

Istituto di informatica e telematica
La struttura del Cnr ha sede a Pisa e svolge attività di ricerca nel settore delle tecnologie dell'informazione e della comunicazione. Caratterizzato da competenze consolidate in ambiti di studio quali l'Internet del futuro e l'Internet delle cose, l'Iit-Cnr gestisce anche il Registro.it, l'anagrafe dei nomi Internet italiani

Ultima tappa del Roadshow del Registro .it
Nella Capitale, l'appuntamento della ludoteca ha proposto un evento ricco di ospiti, realizzato in collaborazione con la Biblioteca centrale del Cnr

La Ludoteca del Registro.it č arrivata a Udine
Il roadshow organizzato per festeggiare i 30 anni dalla prima registrazione dei domini internet italiani, propone appuntamenti per grandi e piccoli sulle opportunità e i problemi legati al mondo di Internet. Le prossime tappe, Lecce e Roma, il 4 e 11 maggio