Ultima edizione | Archivio giornali | Archivio tematico | Archivio video

CNR: Almanacco della Scienza


ISSN 2037-4801

Archivio dei video

Ambiente
Dorella, una che si spreme per l’energia pulita

Dorella, una che si spreme per l’energia pulita (RM file)

Diretto da Umberto De Giovanni, dell'Istituto di biologia e biotecnologia agraria (Ibba) del Cnr di Milano, ‘Dorella e l'effetto serra' è un cartone animato di circa otto minuti destinato ai ragazzi delle scuole elementari e medie. Il filmato affronta il problema del surriscaldamento del nostro Pianeta e dell'inquinamento atmosferico provocato dall'uso di fonti energetiche non rinnovabili quali petrolio, carbone e gas naturale, che liberando grosse quantità di anidride carbonica e di altri gas contribuiscono ad aumentare l'effetto serra.

Nel filmato viene spiegato come l'uso delle energie rinnovabili - il solare termico, l'eolico, la geotermia, l'idroelettrico - produca invece energia ‘pulita'. Viene poi mostrato come i semi di alcune piante oleaginose, in particolare i semi della Dorella possano essere usati per la produzione di olio da trasformare in biodiesel, che non apporta ulteriore anidride carbonica nell'ambiente in quanto la sua combustione ne libera la stessa quantità che la pianta sottrae all'atmosfera durante la fase di crescita tramite la fotosintesi clorofilliana.

Dorella (nome scientifico ‘Camelina sativa') è una antica oleaginosa non alimentare studiata da un gruppo di ricercatori dell'Ibba. Il progetto di ricerca è finanziato dalla Regione Lombardia e dal Cnr.

Il 21 ottobre scorso il film è stato proiettato al ‘Think Forward Festival' di Venezia, una due giorni di video sul cambiamento climatico realizzata dall'International Center for Climate Governance (Iccg).

Incoronata Galasso

Fonte: Umberto De Giovanni, Istituto di biologia e biotecnologia agraria, Milano, email degiovanni@ibba.cnr.it

Altri video Ambiente

Fano Marine Center
Il centro di ricerca, con sede nel comune di Fano (PU), vuole essere un punto di riferimento per l'ecologia e la biologia marina. Tra i partner della struttura, l'Istituto per le risorse biologiche e le biotecnologie marine del Cnr di Ancona, che ha già partecipato a progetti congiunti con gli altri partner , tra i quali studi sull'accumulo di sostanze inquinanti negli organismi marini e sul microbioma marino

Un isolamento polare
Marco Casula, tecnico del Cnr-Isp, è in questi giorni in Artico, nella base Dirigibile Italia del Cnr a Ny-Alesund: l'unico luogo della Terra che assieme all'Antartide non è stato raggiunto dal Covid-19. La data del suo ritorno in Italia verrà decisa proprio in base all'andamento della pandemia

Una nuova tecnologia del Cnr-Irsa per depurare le acque
Il sistema, in corso di sperimentazione presso il depuratore di Putignano (Ba), si basa sul trattamento biologico di reflui con biomassa adesa ed è grado di ridurre fino all'80% la quantità di fango che si forma nella depurazione delle acque di scarico effettuata con le tecnologie tradizionali

L’Onu dichiara il decennio delle scienze oceaniche
Nel corso del primo workshop europeo preparatorio all'appuntamento, Rosalia Santoleri, direttore dell'Istituto di scienze marine del Cnr, ha sottolineato le opportunità offerte dall'iniziativa, che consentirà ai governi di attuare azioni efficaci per rendere il Mediterraneo più sano e sicuro

Del ghiacciaio della Marmolada non resterà più traccia
A suggerirlo è uno studio, al quale ha partecipato anche il Cnr-Ismar, che ha confrontato i dati di due rilievi geofisici effettuati sul ghiacciaio nel 2004 e nel 2015 e dal quale emerge come quella che prima era massa glaciale unica mostri ora in molti punti le masse rocciose sottostanti

Rist 2: cambiamenti climatici in alta quota
Li studia una ricerca coordinata dal Cnr-Irpi di Torino evidenziando l'interazione tra Climate change e dinamiche geomorfologiche in ambiente glaciale e periglaciale

Cnr-Scitec: nuovo polo chimico per sfide globali
La struttura, nata a Milano dalla fusione di tre istituti dell'Ente, mira a valorizzare settori strategici, quali energia e alimentazione, in un'ottica di sostenibilità

Temperatura e biodiversità marine. Un modello previsionale
La tecnica, messa a punto dai ricercatori del Cnr-Ismar, consente di comprendere come le specie marine si adattano al cambiamento delle temperature

Artico: Bussetti visita la stazione di ricerca del Cnr
Ad accompagnare il ministro, il presidente dell'Ente Massimo Inguscio, che ha sottolineato l'importanza della ricerca polare italiana, strategica per lo studio del riscaldamento globale

Bluemed, il libro bianco del Mediterraneo
Il volume è stato presentato a Roma, presso la sede del Cnr, alla presenza tra gli altri del presidente e del direttore del Dipartimento terra e ambiente