Ultima edizione | Archivio giornali | Archivio tematico | Archivio video

CNR: Almanacco della Scienza


ISSN 2037-4801

Archivio dei video

Cultura
La scuola: fucina di invenzioni

La scuola: fucina di invenzioni (RM file)

Un robot che gioca a morra, occhiali antinfortunistici che bloccano il funzionamento degli apparecchi in caso di pericolo, solventi per vernici agli agrumi e una città virtuale per i salentini sparsi nel mondo. Queste le migliori invenzioni realizzate dagli studenti italiani e premiate oggi alla finale di ‘INVFactor-anche tu genio!', la competizione ideata dal Consiglio nazionale delle ricerche e dalla Rappresentanza in Italia della Commissione europea e rivolta alle scuole superiori, che si è conclusa con la premiazione presso lo Spazio Europa a Roma.

INVFactor è organizzato dall'Istituto di ricerche sulla popolazione e le politiche sociali (Irpps) del Cnr e dalla Rappresentanza in Italia della Commissione europea, con l'adesione del Presidente della Repubblica italiana, allo scopo di valorizzare il talento dei ragazzi avvicinandoli al mondo della scienza. In questa seconda edizione sono state 31 le invenzioni presentate dai ragazzi ed esaminate da una giuria di esperti.

Tra le idee proposte dai ragazzi, anche l'astometro. Lo strumento  permette di misurare la forza nel tempo del salto con l'asta, per poi applicare i risultati a uno studio della tecnica e migliorare così il rendimento della prestazione. Il  congegno è costituito da un dispositivo meccanico con sensori elettronici, collegati a un pc in grado di monitorare in tempo reale il salto senza alterarne la dinamica. A realizzarlo, Alessio Spada, studente dell'Istituto tecnico ‘Itis Leonardo Da Vinci' di Rimini.

Al primo posto si è piazzato ‘Gavin', un robot in grado di sfidare l'uomo alla morra, uno dei giochi tradizionali della Sardegna, la regione da cui provengono gli inventori di questo androide, studenti dell'istituto tecnico Giua di Cagliari che si sono impegnati in sperimentazioni, calcoli e numerosi test automatici per rendere la loro creatura imbattibile.

Il secondo premio è andato agli ‘Occhiali di sicurezza intelligenti' realizzati dai ragazzi dell'Istituto tecnico ‘Da Vinci' di Rimini. Questi occhiali, grazie a speciali segnalatori all'infrarosso, bloccano il funzionamento degli apparecchi ‘pericolosi' adoperati in alcuni ambienti di lavoro se l'occhiale non è indossato, oppure quando l'operatore lo lascia incustodito.

Si è guadagnato il terzo posto un gruppo di studenti dell'Istituto tecnico ‘Cannizzaro' a indirizzo Chimica di Catania. Per combattere l'inquinamento, i ragazzi hanno realizzato dei solventi agli agrumi ecocompatibili anche grazie all'ospitalità dei laboratori dell'Istituto di Chimica biomolecolare del Cnr. "Le sostanze distillate", spiegano, "sono olii essenziali biodegradabili e atossici ricavati dalle bucce e possono essere utilizzati al posto delle sostanze chimiche adoperate per le vernici". Infine, il premio speciale alla ‘Creatività femminile' è stato assegnato alle autrici della città virtuale di ‘Salentide', un luogo di ritrovo e incontro per i salentini sparsi nel mondo. "

"Quest'anno i ragazzi hanno superato le nostre più rosee aspettative", commenta Rossella Palomba dell'Irpps-Cnr, coordinatrice dell'evento. "Le invenzioni sono innovative, fantasiose e tecnologicamente avanzate. Sono inoltre rimasta colpita dall'attenzione verso la sicurezza sul lavoro e dalla presenza femminile". Il Direttore della Rappresentanza in Italia della Commissione europea Lucio Battistotti ha commentato:  "L'Europa ha dato un'ulteriore dimostrazione del proprio impegno a promuovere concretamente l'innovazione in tutte le sue forme, in quanto presupposto per la crescita futura".

Sandra Fiore

Fonte: Rossella Palomba, Istituto di ricerche sulla popolazione e le politiche sociali, Roma, tel. 06/492724229, email r.palomba@irpps.cnr.it

Altri video Cultura

Nobel per la fisica a Giorgio Parisi
I suoi studi sui sistemi complessi sono alla base di tante linee di ricerca del Cnr. Con Parisi l'Ente, come ricorda la presidente Carrozza, “ha sempre intrattenuto stretti rapporti di collaborazione proseguiti ancora di recente con le attività svolte in associatura al nostro Istituto Nanotec”

Parisi, pillole di un Nobel
Dai cambiamenti climatici all'intelligenza artificiale, dalla fluidodinamica alle reti neurali sono tanti i campi scientifici ai quali ha dato il suo contributo il premio Nobel per la Fisica Giorgio Parisi con i suoi studi sui sistemi fisici complessi. Ripercorriamo le tappe significative della sua carriera scientifica

Il Nobel a Parisi un nuovo slancio alla ricerca
Da Giuseppe Gigli, direttore dell'Istituto di nanotecnologia del Cnr elogi a Parisi per gli studi che hanno toccato vari ambiti, dalle reti neurali all'intelligenza artificiale, dalla biofisica all'immunologia, fino alle scienze umane e alla finanza. Studi che “hanno permesso di aprire nuovi orizzonti e di definire nuovi paradigmi”

La Notte dei ricercatori e delle ricercatrici 2021
Esperimenti, mostre, visite guidate, talk show, spettacoli teatrali, concerti e laboratori, questa è la Notte europea dei ricercatori 2021. Tanti eventi pensati per abbattere la distanza tra il pubblico e la ricerca scientifica

Serve un nuovo umanesimo scientifico
La presidente del Cnr, ospite della trasmissione Kilimangiaro estate, esorta i giovani a intraprendere le carriere scientifiche. È noto poi che soprattutto le ragazze non scelgano infatti le facoltà Stem come percorso di laurea

Sgarlata, un premio al coraggio
Il ricercatore dell'Istituto dei materiali per l'elettronica e il magnetismo del Cnr Edmondo Gilioli è stato insignito dell'onorificenza per l'impegno sociale e civile. La cerimonia si è svolta presso la sala Protomoteca in Campidoglio a Roma

Capodimonte, dove ricerca e arte sono alleate
Il Real Bosco, polmone verde di Napoli, è oggetto di studi da parte del Cnr, che è presente  presso il museo di Capodimonte con un laboratorio mobile che indaga le opere d'arte mettendole a nudo. La ministra  del Mur Maria Cristina Messa e la presidente del Cnr Maria Chiara Carrozza lo hanno visitato

Grotta Guattari, nuovi reperti fossili dei Neanderthal
Recenti scavi nel sito preistorico del Circeo hanno portato alla luce i resti di nove ominidi vissuti tra circa 100mila e 64mila anni fa. Alla scoperta, coordinata dalla Soprintendenza archeologica del Lazio in collaborazione con l'Università Tor Vergata di Roma, ha partecipato anche l'Istituto di geologia ambientale e geoingegneria del Cnr

I tesori in fondo al mare
Sotto ai fondali dei Campi Flegrei con il Cnr, per misurare la temperatura dell'acqua e le emissioni di calore per preservare i tesori del passato. Già note ai romani

Il teorema di Napoleone
Pochi sanno che Bonaparte era un appassionato di matematica, di cui amava dimostrare le teorie usando esclusivamente il compasso. Roberto Natalini, direttore dell'Istituto per le applicazioni del calcolo del Cnr, ne ricorda l'affascinate figura, illustrando il teorema a lui attribuito