Ultima edizione | Archivio giornali | Archivio tematico | Archivio video

CNR: Almanacco della Scienza


ISSN 2037-4801

Archivio dei video

Ambiente
Il Cnr al Polo Nord

Posto quasi al 79° parallelo, l'insediamento di Ny-Ålesund, nelle isole Svalbard, vanta il titolo di abitato umano permanente più a nord del pianeta. Da qui partirono per le loro spedizioni polari Roald Amundsen e Umberto Nobile. A quest'ultimo è dedicata la stazione artica italiana del Consiglio nazionale delle ricerche, chiamata ‘Dirigibile Italia' in ricordo della tragica spedizione del 1928.

La base, inaugurata nel 1997, partecipa a numerosi progetti internazionali assieme con le altre 11 nazioni presenti nel villaggio con i loro laboratori di ricerca. Dirigibile Italia permette agli scienziati di lavorare nel grande laboratorio a cielo aperto costituito dall'arcipelago delle Svalbard. "Qui ricercatori italiani, ma non solo, possono osservare gli effetti combinati dei cambiamenti climatici sull'atmosfera, sui ghiacci e sugli ecosistemi marini e terrestri", spiega Roberto Sparapani, responsabile della base Cnr. "In particolare, il laboratorio chimico di Gruvebadet, posto fuori dal centro di Ny-Ålesund, ha lo scopo di studiare gli aerosol atmosferici, i composti azotati e il mercurio, nonché di monitorare la distribuzione del particolato atmosferico e la loro deposizione sugli strati nevosi".

Le ricerche sull'atmosfera non sono però l'unico campo di sviluppo delle nostre attività polari. "La  biologia marina e terrestre, le attività di oceanografia, sismologia e astrofisica vedono l'impegno di molti ricercatori italiani coinvolti in progetti finanziati da programmi nazionali ed europei", prosegue Sparapani.  "Negli ultimi anni, molte di queste attività si sono lentamente integrate tra loro poiché la complessità dello studio dei cambiamenti climatici trova in questo luogo un vero e proprio campo di applicazione multidisciplinare".

Il fiore all'occhiello della ricerca polare italiana è la ‘Amundsen-Nobile' Climate Change Tower (CcTower), voluta dal dipartimento Terra e ambiente del Cnr. Una costruzione alta più di 30 metri, realizzata interamente in alluminio e simile a quella già installata in Antartide. "Pur nella sua semplicità costruttiva e tecnologica, la CcTower costituisce un importante punto di riferimento per lo studio dei processi atmosferici alle basse quote", sottolinea lo station leader. "Gli strumenti installati a diverse altezze lungo la torre consentono il monitoraggio continuo dei processi termodinamici e degli scambi energetici tra la superficie e la bassa atmosfera, fondamentali per il miglioramento dei modelli di previsione dei cambiamenti climatici".

Con la sua presenza, oltre che in Artide, anche in Antartide e sull'Himalaya, il Cnr è l'unico ente scientifico italiano a partecipare a programmi internazionali nelle tre aree più estreme della terra. Fare ricerca in questi ambienti proibitivi non è solo un'esperienza scientifica: "Le Svalbard sono un posto del tutto particolare, basti dire che sono abitate più da orsi che da esseri umani", conclude Sparapani. "Nonostante questo o proprio per questo sono un luogo dove le persone sognano ogni volta di ritornare". 

Anna Capasso

Fonte: Roberto Sparapani, Dipartimento scienze del sistema terra e tecnologie per l'ambiente del Cnr, tel. 06/49933893, email roberto.sparapani@cnr.it

Altri video Ambiente

Temperatura e biodiversità marine. Un modello previsionale
La tecnica, messa a punto dai ricercatori del Cnr-Ismar, consente di comprendere come le specie marine si adattano al cambiamento delle temperature

Cnr-Scitec: nuovo polo chimico per sfide globali
La struttura, nata a Milano dalla fusione di tre istituti dell'Ente, mira a valorizzare settori strategici, quali energia e alimentazione, in un'ottica di sostenibilità

Artico: Bussetti visita la stazione di ricerca del Cnr
Ad accompagnare il ministro, il presidente dell'Ente Massimo Inguscio, che ha sottolineato l'importanza della ricerca polare italiana, strategica per lo studio del riscaldamento globale

Bluemed, il libro bianco del Mediterraneo
Il volume è stato presentato a Roma, presso la sede del Cnr, alla presenza tra gli altri del presidente e del direttore del Dipartimento terra e ambiente

Cnr protagonista all’Isola della sostenibilità
La manifestazione mira a informare i giovani sui temi dello sviluppo sostenibile attraverso laboratori, talk, spettacoli

Salvaguardare il Polo Nord per proteggere il Pianeta
In un documentario si racconta dell'attività svolta nella base Dirigibile Italia gestita dal Cnr. Presso il Circolo Polare Artico ricercatori e tecnici proveniente da tutto il mondo studiano i cambiamenti climatici e i modi per contrastarli

Una mostra per scoprire i segreti dell’oceano
'Aquae' è l'esposizione realizzata dal Cnr per spiegare a studenti e visitatori quanto il 'polmone blu ' del Pianeta sia minacciato dall'inquinamento e dalle microplastiche. L'inaugurazione è avvenuta lo scorso 21 novembre all'interno della celebrazione dei 95 anni dell'Ente, alla presenza del presidente della Repubblica Sergio Mattarella

Operazione Ice Memory per la tutela dei ghiacciai
Il progetto, che mira a preservare gli archivi glaciali per consentire agli studiosi di effettuare ricerche anche in futuro, ha coinvolto in Italia ricercatori del Cnr-Idpa e dell'Università Ca' Foscari di Venezia

Ubuntu-Pv, energia pulita per il Burundi
Il progetto, che vuole rendere energeticamente indipendenti gli abitanti delle zone rurali di uno dei paesi più poveri del mondo, ha tra i sostenitori anche l'Istituto dei materiali per l'elettronica ed il magnetismo del Cnr di Parma

Acqua potabile, una risorsa a rischio
Del problema ha parlato la trasmissione di Rai3 PresaDiretta, servendosi della consulenza scientifica dell'Istituto di ricerca sulle acque del Cnr