Ultima edizione | Archivio giornali | Archivio tematico | Archivio video

CNR: Almanacco della Scienza


ISSN 2037-4801

Archivio dei video

Cultura
Scienza o fantascienza? Scoprilo a ‘Light’10’

Scienza o fantascienza? Scoprilo a ‘Light’10’ (RM file)

La fantascienza diventa realtà durante la notte di ‘Light-Accendi la luce sulla scienza', l'evento organizzato dall'Istituto di ricerche sulla popolazione e le politiche sociali del Consiglio nazionale delle ricerche (Irpps-Cnr), in collaborazione con la Rappresentanza in Italia della Commissione europea, nell'ambito della ‘Notte dei ricercatori' promossa dall'Unione Europea in oltre duecento città.

‘Light', dedicato quest'anno a ‘Scienza, fantascienza e fantasy', si è tenuto lo scorso 24 settembre dalle 17.00 alle 1.00, a Roma al Planetario e Museo Astronomico. "Una festa all'insegna di curiosità scientifiche, innovazioni tecnologiche, sport, arte e musica, per avvicinare al mondo della ricerca il pubblico e i potenziali giovani talenti", spiega la coordinatrice dell'evento, Rossella Palomba, ricercatrice dell'Irpps-Cnr. Tra i partner della manifestazione - sotto l'Alto Patronato del Presidente della Repubblica - i Ministeri dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, della Gioventù e degli Affari Esteri, la Regione Lazio, il Comune di Roma, l'Ente Eur. L'inaugurazione ha avuto luogo alla presenza di Roberta Angelilli, Vice Presidente del Parlamento Europeo, Luciano Maiani, Presidente del Cnr, Sandro Ricci, della Direzione generale Ricerca della Commissione europea e Pierluigi Borghini, Presidente di EUR SpA.

Nelle aree ‘In Lab' i ricercatori danno ai visitatori l'opportunità di partecipare in prima persona agli esperimenti, toccando con mano le attrezzature di laboratorio. E' possibile, tra l'altro, ‘riparare' un corpo umano, sostituendo le ossa con parti di ceramica o legno, e provare stoffe che si autoriscaldano e respingono polvere e odori. I tifosi possono valutare goal e fuorigioco con l'‘arbitro elettronico', mentre i più piccoli programmano robottini in Lego. C'è l'occasione di dialogare con un computer ancor meglio che in ‘2001 Odissea nello spazio' e di cavalcare ‘Bhyke', una bicicletta a pedalata assistita con motore a idrogeno.

E poi ancora: Nanoart, immagini di processi chimico-fisici catturati da scanner e microscopi elettronici di ultima generazione; conversazioni su invisibilità, teletrasporto e viaggi nel tempo tra il pubblico, il ricercatore Roberto Olmi, il direttore de ‘Le Scienze' Marco Cattaneo, i premi ‘Urania' Giovanni De Matteo e Lanfranco Fabriani; mini-lezioni scientifiche per bambini e spettacoli per i più piccoli nel Planetario gonfiabile allestito appositamente; informazioni ai giovani sulle opportunità di studio e formazione offerte dall'Ue.

Nel settore ‘Young talents on display' sono presentate le invenzioni di studenti delle scuole superiori premiate a ‘INVFactor': il veicolo ibrido ‘Fuel Buster', il supporto ortopedico per disabili ‘Softline', la bicicletta con alimentazione fotovoltaica ‘Syv', le scarpe che producono energia.

Infine, spettacoli e conferenze su stelle e pianeti, proiezioni del film in 3D ‘Storia alternativa della luna' e di ‘Firmamento italiano', rassegna dedicata a nove astronomi, visite guidate al Museo Astronomico e al planetario mobile.

"Light '10 vuole combattere l'immagine dello scienziato isolato nel proprio laboratorio rivelandone anche hobby e passioni extra professionali", osserva Palomba. Ed ecco, nel Globe Science Theatre i ricercatori alle prese con dimostrazioni di Kendo, coreografie di tango e danze tradizionali greche, performances visionarie con oggetti sonori ed elaborazioni elettroniche. Non manca la musica della Stradabanda di Testaccio, di cui fa parte anche una ricercatrice de ‘La Sapienza'.

La ‘Notte dei ricercatori' è stata festeggiata dal Cnr anche in altre sedi e città italiane. A Frascati, tra visite guidate e virtuali a laboratori, conferenze e spettacoli. Ad Explora Museo dei Bambini (Roma) con laboratori sperimentali animati, per spiegare in modo insolito e giocoso problemi legati alla vita quotidiana ma di difficile comprensione scientifica. A Bologna, nell'‘Everyday science' con aperitivi scientifici, talk show e concerti dal vivo. Nel Museo Archeologico di Genova si sono tenuti viaggi su una speciale ‘Navebus' alla scoperta dei segreti del Mar Ligure, in compagnia degli esperti del ‘Festival della Scienza'.

 

Alessandra Lia

Fonte: Rossella Palomba, Istituto di ricerche sulla popolazione e le politiche sociali, Roma, tel. 06/492724229, email r.palomba@irpps.cnr.it

Altri video Cultura

A Bologna, la ricerca cambia linguaggio
Presso l'Area di ricerca del Cnr del capoluogo emiliano, si è svolto l'annuale progetto di divulgazione che avvicina gli studenti alla scienza attraverso incontri con i ricercatori dell'Ente ed esercitazioni nei laboratori

In viaggio attraverso la cultura
È questo il tema affrontato dell'edizione di quest'anno del Festival del giornalismo culturale, di cui il Cnr è patrocinatore e media partner. Tanti gli appuntamenti previsti tra lectio, dialoghi, workshop, concorsi e concerti nei giorni (14 e15 settembre e dal 3 al 6 ottobre) in cui la manifestazione si svolge nel territorio marchigiano

La "prima notte" dei ricercatori di Montelibretti
Quest'anno anche quest'Area di ricerca del Cnr ha preso parte all'appuntamento voluto dall'Unione europea per avvicinare i giovani alla scienza. Tante le iniziative proposte, tra le quali il collegamento con i ricercatori impegnati presso la Base antartica Concordia al Polo Sud

Sperimestate 2019
Il progetto, realizzato dal Cnr-Isof con gli studenti delle scuole medie superiori, è stato dedicato alla Tavola periodica, di cui ricorre quest'anno il 150esimo anniversario, e in particolare a due suoi elementi: l'Elio e l'Indio

I cebi e l’arte di scavare alla ricerca di radici
Uno studio in natura evidenzia come ingegno e abilità manuale rendano queste scimmie maestre nell'arte di estrarre dal suolo rizotuberi, molto ricchi di sostanze nutritive. La ricerca dimostra l'origine evolutiva di capacità fondamentali per la sopravvivenza e il successo dei primati, uomo incluso

ll sottosuolo di Napoli tra storia, cultura e sostenibilità
Un progetto al quale partecipa anche l'Istituto di studi sulle società del Mediterraneo del Cnr esamina la possibilità di utilizzare il sottosuolo di Napoli per attività utili alla popolazione, creandovi, ad esempio, o un parcheggio di scambio o organizzandovi eventi culturali

Rivoluzione scientifica e scienze umane
Dell'importanza delle discipline umanistiche si è parlato nel corso dell'evento 'Le scienze dimenticate', organizzato  presso il Cnr dalla Fondazione Antonio Ruberti, con la partecipazione di Rens Bod, docente di Informatica umanistica all'Università di Amsterdam

L’Infinito tra scienza e poesia
A esaminare la presenza della componente scientifica nella lirica di Leopardi è il ricercatore dell'Istituto nazionale di ottica del Cnr Alessandro Farini, che sottolinea la similitudine tra lo stupore - davanti ai misteri della natura e della realtà - del poeta e quello dello scienziato, che proprio da questo sentimento trae ispirazione per le sue ricerche

L’Italia sul tetto del mondo
La conquista del K2 da parte di una spedizione guidata da Ardito Desio e organizzata, tra gli altri, anche dal Cnr, è stata ricordata in un evento svoltosi nella sede di Roma dell'Ente. Presenti anche la figlia dell'esploratore, Mariela, e l'ambasciatore del Pakistan, Nadeem Riyaz

Quando da un’intuizione nasce una grande scoperta
All'argomento è stato dedicato un convegno, organizzato dalla Cappellania degli Enti di ricerca del Miur, che si è svolto a Roma. Vi hanno partecipato anche il presidente e il direttore del Dipartimento di scienze biomediche del Consiglio nazionale delle ricerche