Ultima edizione | Archivio giornali | Archivio tematico | Archivio video

CNR: Almanacco della Scienza


ISSN 2037-4801

Archivio dei video

Tecnologia
Se l’aspirapolvere mi spia

La tecnologia smart, se da un lato ci semplifica la vita, dall'altro ci mette di fronte a nuovi problemi legati alla violazione della privacy. I comuni elettrodomestici di ultima generazione, sempre più avanzati sul piano tecnologico, offrono vantaggi grazie alla connessione con il web. Per farlo, però, ospitano un software che potrebbe essere usato come spia, esponendo la casa e quindi chi vi abita al controllo esterno. L'argomento è oggetto di analisi degli esperti, come Andrea Saracino, ricercatore dell'Istituto di informatica e telematica del Cnr, intervenuto all'ultimo Internet festival, organizzato presso il Centro convegni Le Benedettine a Pisa.

Sarebbe buona prassi dunque, nel momento dell'acquisto, chiedere informazioni non solo sui rischi di sicurezza informatica che si possono correre, ma anche di sapere da quale provider sono offerti. Diversamente, la prossima aspirapolvere, oltre a mandare in soffitta il precedente modello datato, rischia di mettere in disuso anche il noto adagio “casa, dolce casa”.

Altri video Tecnologia

Nabbovaldo e il ricatto del cyberspazio
Nel prossimo futuro i rischi informatici saranno sempre più frequenti. La cybersecurity è in continua evoluzione. È fondamentale dunque che i giovani sappiano evitare i rischi della rete per poterne sfruttare al massimo le opportunità

Uomo-robot: rapporto utile e affidabile
Apprende, interagisce e collabora. È Nao, il robot al centro dell'esperimento del Cnr-Istc, da cui emerge come il rapporto con queste macchine sia sempre più di tipo confidenziale e accettato dalla società

Un Atlante per la pericolosità dei fondali
Presentato alla Camera il principale risultato del progetto MaGic: un Atlante dei pericoli del mare, che ha visto il Cnr e i geologi marini riuniti per gestire il territorio sommerso. Oltre 5 milioni di euro i finanziamenti del Dipartimento della protezione civile

La rivoluzione elettrica
Cosa fanno gli scienziati per costruire degli accumulatori di energia più efficienti? Nella puntata di PresaDiretta il direttore dell'Istituto di chimica dei composti organometallici, Francesco Vizza, affronta la tematica del recupero dei materiali presenti nelle batterie

14_2021_Capodimonte, dove ricerca e arte sono alleate
Il Real Bosco, polmone verde di Napoli, è oggetto di studi da parte del Cnr, che è presente  presso il museo di Capodimonte con un laboratorio mobile che indaga le opere d'arte mettendole a nudo. La ministra  del Mur Maria Cristina Messa e la presidente del Cnr Maria Chiara Carrozza lo hanno visitato

Spazio: nuove collaborazioni nel campo del volo umano
Alla Casa dell'aviatore di Roma sono stati siglati importanti accordi per valorizzare le competenze dell'Aeronautica Militare e del Cnr nel settore aerospaziale

Battiato e Cacciapaglia: il suono oltre la parola
Il compositore e musicista milanese conobbe Battiato quando era ancora sedicenne, studente del conservatorio. Ad accomunarli subito la curiosità  verso la sperimentazione e le potenzialità del suono elettronico, che si affermava sulla scena internazionale. Dalla collaborazione per l'album “Pollution” del 1972 l'amicizia e la condivisione artistica non si sono mai interrotte, fino a consolidarsi nella comune ricerca spirituale che li ha portati a condividere anche alcuni viaggi

Ottimismo e tradizione per guardare avanti
La presidente Maria Chiara Carrozza, intervistata da Class Cnbc Italia 4.0, evidenzia, tra gli obiettivi del Cnr, la collaborazione con le imprese come strumento per generare innovazione

La digitalizzazione per la Pa
Ospite della trasmissione Timeline su Sky Tg24, la presidente del Cnr Maria Chiara Carrozza affronta il tema della trasformazione digitale. Riuscire a effettuare questo cambiamento anche nei servizi della Pubblica amministrazione significherebbe vincere una sfida fondamentale

Scorie nucleari, dove depositarle?
In attesa della sistemazione in via definitiva dei rifiuti radioattivi italiani di bassa e media attività, la  Sogin, società pubblica di gestione del nucleare, in collaborazione con i ministeri dello Sviluppo economico e dell'Ambiente e della tutela del territorio e del mare, ha pubblicato la Carta nazionale delle aree potenzialmente idonee. Illustra la problematica Mario Tozzi dell'Istituto di geologia ambientale e geoingegneria del Cnr