Ultima edizione | Archivio giornali | Archivio tematico | Archivio video

CNR: Almanacco della Scienza


ISSN 2037-4801

Archivio dei video

Tecnologia
Mai - design e architettura per l'edilizia sostenibile

Mai - design e architettura per l'edilizia sostenibile (RM file)

Dopo i risultati ottenuti con Sofie, la casa di legno alta fino a sette piani in grado di resistere a terremoti di alta intensità, i ricercatori dell'Istituto per la valorizzazione del legno e delle specie arboree (Ivalsa) del Cnr di Trento, in collaborazione con il Centro europeo di impresa e innovazione, Habitech e le imprese artigiane del Trentino, sono ora impegnati nella sperimentazione del 'Modulo abitativo Ivalsa' (Mai), edificio in legno con elevati livelli di modularità, prefabbricazione e sostenibilità.

'Mai' è costituito da 5 'scatole rigide' ciascuno di metri 2,44 x 4 x 3,5 di altezza, assemblati e agganciati tra loro in modo da formare un unico edificio di cinque stanze arredato, fornito di tutti i comfort e ad alto risparmio energetico. "La geometria e le dimensioni permettono di trasportare separatamente sui rimorchi degli autotreni i moduli, collegati tra loro in situ nella configurazione architettonica progettata", spiega Paolo Simeone, architetto dell'Ivalsa-Cnr. "Ciascun modulo è auto-portante e i pannelli sono fissati tra loro con viti auto-foranti, chiodi speciali, staffe e angolari metallici secondo le regole verificate per Sofie".

Oltre al sistema a incastro, l'aspetto innovativo di 'Mai' è il ri-uso dei pannelli. La sua struttura portante - solai, pareti e coperture - è interamente realizzata con tavole di X-lam provenienti dalle prove effettuate nei quattro anni di studi in seno al progetto Sofie. Un vero e proprio 'riciclo', che rende questo edificio un prototipo dal design e dall'architettura estremamente curati, un concentrato di tecnologia, ricerca ed estetica.

L'isolamento di pareti e pavimenti garantisce il contenimento dei consumi energetici. "Gli involucri esterni per le pareti sono stati progettati per ottenere valori di trasmittanza e sfasamento termici da 'casa passiva', evitando l'utilizzo di impianti di riscaldamento 'convenzionale'", prosegue il ricercatore. "In copertura un modulo ospita un sistema integrato di solare termico, mentre due moduli hanno un tetto verde in grado di controllare lo scarico a terra delle acque piovane".

Internamente, un rivestimento finale con pannelli di gesso-fibra fissati al legno garantisce i requisiti di resistenza al fuoco, mentre esternamente una facciata ventilata di tavole di legno e una guaina traspirante impermeabile coprono gli strati di fibra di legno, proteggendoli dalla pioggia diretta e dalle radiazioni ultraviolette.

"Tutto il legno impiegato nel Mai, prevalentemente di conifere, è proveniente da foreste certificate del Trentino", conclude Simeone. "Gli arredi dei diversi ambienti, disegnati su misura e pensati per ottimizzare gli spazi e avere più funzioni, sono realizzati con legno massiccio lasciato al naturale, quindi non trattato, oppure placcato con materiali compositi innovativi a base di fibre ottenute al 100% da carta riciclata e privi di resine derivate dal petrolio".

Maria Giovanna Franch

Fonte: Paolo Simeone, Istituto per la valorizzazione del legno e delle specie arboree, S. Michele all'Adige, tel. 0461/660215, email simeone@ivalsa.cnr.it

Altri video Tecnologia

Le altre intelligenze
Tv 2000 – Nella trasmissione 'Dapprima' si parla di esseri intelligenti e di come manifestino le capacità intellettive, con le dovute differenze e confronti.

La rivoluzione dell’Ai: necessario investire e collaborare
Di Intelligenza artificiale si è discusso presso la sede centrale del Cnr in occasione della presentazione del saggio sull'argomento scritto dal giornalista Lorenzo Pinna, alla quale ha partecipato il padre dei divulgatori scientifici, Piero Angela

Il Cnr collabora al restauro dell’‘Adorazione dei magi’
L'Ente ha lavorato al dipinto di Leonardo con gli Istituti nazionale di ottica e di scienza e tecnologie dell'informazione, fornendo un contributo importante per la diagnostica dell'opera

L’archeologo moderno tra scavi e tecnologie
Gli studenti di archeologia dell'Università di Catania stanno lavorando nell'area di scavo del sito di Santa Maria Venera al Pozzo, nel comune di Aci Catena (Ct), con il supporto dei ricercatori del Cnr-Ibam. Un'esperienza interessante e formativa che fornisce ai giovani le competenze interdisciplinari oggi necessarie per accedere al settore

Tris, la scuola per lo studio a distanza
Il progetto è frutto di un accordo quadro tra Miur, Cnr-Itd e Fondazione Tim. Nella fase sperimentale ha coinvolto sette scuole di Lazio, Campania e Sardegna, cinque studenti non frequentanti per gravi patologie, 120 loro compagni di classe e 112 docenti

Simposio annuale Ino 2018
Tenutosi a Pisa, l'evento è stato l'occasione per fare il punto sui laser estremi e sulle loro applicazioni, un settore in cui il Cnr è protagonista

Acqua Alta, la piattaforma marina del Cnr
A 47 anni dalla costruzione, la struttura abitativa della base oceanografica è stata completamente sostituita per rendere più confortevole e funzionale il soggiorno di studio ai ricercatori

L’Area di Pisa sempre più smart
La struttura d ricerca del Cnr ha accresciuto le prestazioni tecnologiche disponendo, tra l'altro, di telecamere intelligenti, Smart badge ed edifici dotati di riconoscimento facciale

Scienza e divertimento al Maker Faire
All'evento, che celebra le invenzioni e valorizza la cultura del 'fai da te', il Cnr era presente con uno stand del Dipartimento di ingegneria, Ict e tecnologie per l'energia e trasporti, che ha presentato 12 progetti. Uno tra gli Istituti presenti, l'Isti-Cnr, ha inoltre ottenuto il 'Maker of Merit', riconoscimento che premia le proposte migliori per originalità e potenzialità

Finalissima .itCup 2017
Premiata dal Registro.it, gestito dall'Iit-Cnr, la start up siciliana Ludwig che utilizza il web come un immenso corpus linguistico per scrivere correttamente in inglese. Ai giovani inventori è andato il SanFranciscoDreaming, un'esperienza di formazione professionale al Mind the Bridge, centro per imprenditori in erba della Silicon Valley