Ultima edizione | Archivio giornali | Archivio tematico | Archivio video

CNR: Almanacco della Scienza


ISSN 2037-4801

Archivio dei video

Tecnologia
IM-CLeVeR: per creare un robot che impara come un bambino

IM-CLeVeR: per creare un robot che impara come un bambino (RM file)

Coordinato da Gianluca Baldassarre dell'Istituto di scienze e tecnologie della cognizione (Istc) del Cnr, il progetto IM-CLeVeR (Intrinsically motivated cumulative learning versatile robots)  mira a creare robot versatili in grado di imparare autonomamente, senza l'intervento umano, a risolvere in modo cumulativo compiti sempre più complessi.

"L'idea chiave con cui si vuole raggiungere questo obiettivo", spiega Baldassarre, "è dotare i robot di una mente artificiale il più simile possibile a quella dei bambini, in grado cioè di strutturare in modo gerarchico e ben organizzato le nuove conoscenze acquisite interagendo direttamente con l'ambiente fisico circostante. ‘Motore' del progressivo apprendimento sono algoritmi che riproducono ‘motivazioni intrinseche', quali la curiosità, il piacere di imparare cose nuove e il successo nel raggiungere nuovi risultati, simili a quelle che guidano i più piccoli durante il gioco".

Il progetto prevede di condurre una serie di esperimenti sia con bambini, in collaborazione con l'università Campus Biomedico di Roma (Ucbm),  che con scimmie, grazie alla sinergia con il  centro di primatologia dell'Istc-Cnr situato nel Bioparco di Roma e coordinato da Elisabetta Visalberghi. In tal modo, sarà possibile  studiare i meccanismi con cui gli organismi reali acquisiscono le loro competenze d'azione mossi da motivazioni intrinseche.

"Gli esperimenti", prosegue Baldassarre, "saranno basati su un'innovativa ‘tavola da gioco meccatronica', sviluppata dall'Ucbm e consistente in una serie di moduli simili a rompicapi meccanici che consentiranno di registrare in modo automatico le azioni eseguite su essi. Il sistema intelligente che controllerà il robot iCub in dotazione al Cnr verrà  sviluppato sulla base di questa stessa tavola e con gli stessi protocolli sperimentali usati con le scimmie e i bambini. Lo scopo sarà carpire i segreti dietro le strabilianti capacità di apprendimento autonomo degli organismi reali".

L'iCub è un robot umanoide di ultima generazione prodotto dall'Istituto italiano di tecnologia di Genova (Iit) e dotato di sofisticate proprietà  sensoriali e motorie, oltre che delle capacità  di movimento ‘compliant' (fluide).

Oltre al gruppo di ricerca del Consiglio nazionale delle ricerche denominato Locen (Laboratory of computational embodied neuroscience"), IM-CLeVeR coinvolge altri sei partner europei e ha un finanziamento comunitario totale di quasi sei milioni di euro di cui 1,6 del Cnr. Iniziato nel 2009, IM-CLeVeR avrà durata quadriennale.

Rita Bugliosi

Fonte: Gianluca Baldassarre, Istituto di scienze e tecnologie della cognizione, Roma, tel. 06/44595243, email gianluca.baldassarre@istc.cnr.it

Altri video Tecnologia

Con Amerigo la ricerca si sposta in fondo al mare
Il lender, realizzato da Cnr-Irbim e Cnr-Imm in collaborazione con l'azienda Rse di Milano, può raggiungere il 6.000 metri di profondità, permettendo di misurare le sostanze disciolte nei fondali marini utilizzate dai microrganismi marini per nutrirsi

L’inclinometro del Cnr per i lavori della metro C
Brevettato per misurare le deformazioni che si verificano in profondità nel terreno a seguito di una frana, questo strumento, messo a punto dall'Istituto di ricerca per la protezione idrogeologica dell'Ente, è ora usato per la realizzazione di una linea della metropolitana nella Capitale, una città il cui sottosuolo è ricco di beni archeologici, che possono interagire con lo scavo delle gallerie da parte degli operai

Studiare migrando
È il nome della piattaforma di e-learning che l'Istituto per le tecnologie didattiche del Cnr ha realizzato con la Scuola di lingua italiana per stranieri dell'Università di Palermo e l'Unicef, per supportare i giovani stranieri nella preparazione all'esame di Stato per conseguire la licenza media

Un videogioco in 3D per scoprire il Foro di Augusto
Realizzato dall'Istituto per le tecnologie applicate ai beni culturali del Cnr con la società maltese Vr Tron, il videogame conduce il visitatore alla scoperta dell'Impero romano durante il regno di Augusto

InnovAgorà 2019, la piazza dei brevetti
La manifestazione, promossa dal Miur e organizzata dal Cnr e dal Museo nazionale della scienza e della tecnologia Leonardo da Vinci e svoltasi a Milano lo scorso maggio, è stata l'occasione per far incontrare inventori di brevetti e mondo delle imprese, per favorire il confronto e la collaborazione tra le due realtà

Videogiochi e musei
L'argomento è stato oggetto di una giornata di studi alla quale ha partecipato anche il Cnr-Itabc. L'Istituto lavora da anni nel settore degli spazi espositivi e ha sottolineato le caratteristiche che le applicazioni interattive devono avere per funzionare in un area museale

L’Aquila, dieci anni dopo
Fausto Guzzetti del Cnr-Irpi, referente incaricato, per le attività dell'Ente a supporto della Protezione civile ai tempi del sisma abruzzese, ricorda le attività svolte dagli Istituti nei mesi successivi al sisma. E come quella esperienza abbia dato vita a un nuovo approccio collaborativo

La geologia marina in Italia
I geologi marini si sono riuniti in convegno a Roma, presso il Cnr, lo scorso 21 e 22 febbraio, per favorire un confronto sul tema delle geoscienze marine tra mondo scientifico, istituzionale e industriale. Nel corso dell'evento è stato lanciato l'allarme sulla carenza di navi oceanografiche da ricerca in Europa

2019, il compleanno della Tavola periodica
Nato 150 anni fa, questo strumento permette di raggruppare gli elementi chimici con proprietà simili. Pietro Calandra, ricercatore dell'Istituto per lo studio dei materiali nanostrutturati del Cnr spiega come, con il cosiddetto 'saggio alla fiamma' sia possibile individuare gli elementi chimici presenti in un composto

Pepper: il robot umanoide del Cnr-Icar
La macchina realizzata dal Cnr-Icar, può avere applicazioni in diversi settori, da quello educativo a quello assistenziale ad anziani e disabili