Ultima edizione | Archivio giornali | Archivio tematico | Archivio video

CNR: Almanacco della Scienza


ISSN 2037-4801

Archivio Tematico

Tecnologia

 | 1  | 2  | 3  | 45  | 6  | 7  | 8  | 9  | 10  | 11  | 12  | 13  | 14  | 15  | 16  | 17  | 18  | 19  | 20  | 21  | 22  | 23  | 24  | 25  | 26  | 27  | 28  | 29  | 30  | 31  | 32  | 33  | 34  | 35  | 36  | 37  | 38  | 39  | 40  | 41  | 42  | 43  | 44  | 45  | 46  | 47  | 48  | 49  | 50  | 51  | 52  | 53  | 54  | 55  | 56  | 57  | 58  | 59  | 60  | 61  | 62  | 63  | 64  | 65  | 66  | 67  | 68  | 69  | 70  | 71  | 72  | 73  | 74  | 75  | 76  | 77  | 78  | 79  | 80  | 81  | 82  | 83  | 84  | 85  | 86  | 87  | 88  | 89  | 90

Non solo vino…

Paese di tradizione vitivinicola, l'Italia nel 2019 si è classificata al nono posto in Europa come produttore di birra: oltre alla produzione industriale, nel territorio sono attivi oltre ottocento microbirrifici artigianali e agricoli, che seguono buona parte della filiera, dalla coltivazione delle materie prime fino al prodotto finale. Piccole realtà sempre più aperte verso l'innovazione tecnologica, nell'ottica di una maggiore sostenibilità ambientale, come sottolineano Lorenzo Albanese e Francesco Meneguzzo dell'Istituto per la bioeconomia del Cnr


pubblicato in: Focus nell'Almanacco N 18 7 ott 2020

Premiato Lev Pitaevskii

L'American Physical Society ha assegnato il Lars Onsager Prize 2021 al fisico russo Lev Pitaevskii, docente presso il Dipartimento di fisica dell'Università di Trento con questa motivazione: “Per aver formulato la teoria Gross-Pitaevskii sui condensati di Bose-Einstein non uniformi e per i successivi contributi alla teoria dei fluidi quantistici, specialmente nelle applicazioni ai gas atomici ultrafreddi”. La storia del professor Pitaevskii, che nel 2018 ha ricevuto il premio “Enrico Fermi” dalla Società italiana di fisica, è strettamente legata allo sviluppo delle ricerche sugli atomi ultra-freddi, che portarono alla creazione del Centro Bec sulla Condensazione di Bose-Einstein a Povo (Tn), progetto congiunto dell'ateneo trentino con il Cnr.

Vai al sito


pubblicato in: L'altra ricerca nell'Almanacco N 18 7 ott 2020

Una giornata per la radio

Il 3 ottobre, presso il Marconi Science Park di Santa Marinella (Roma), si è svolto l'evento “Invenzione della radio 125 anni”, attraverso il quale le Stazioni marconiane aderenti al Coordinamento delle stazioni marconiane italiane (Cmsi) si sono collegate e hanno trasmesso dalle location in cui Guglielmo Marconi fece i suoi esperimenti in Italia. Alla manifestazione, organizzata dal Cmsi e dall'Associazione radioamatori italiani col patrocinio della Fondazione G. Marconi, hanno partecipato tra gli altri l'Associazione radioamatori di Civitavecchia IY0TC e il Centro radioelettrico sperimentale G. Marconi. Un messaggio speciale è stato inviato dalla Principessa Elettra Marconi a tutti i radioamatori del mondo. A chi si è collegato è stato rilasciato un diploma di partecipazione. Guglielmo Marconi, premio Nobel per la fisica, fu presidente del Cnr dal 1927 al 1937.

Vai al sito


pubblicato in: L'altra ricerca nell'Almanacco N 18 7 ott 2020

Nella Capitale, il Cnr raddoppia

Città attenta al mondo della scienza, Roma ospita numerose strutture scientifiche e università. Tra queste, due afferiscono al maggiore ente di ricerca italiano: le aree si trovano rispettivamente a Montelibretti e Tor Vergata e ospitano Istituti che operano in vari ambiti disciplinari, dalle energie rinnovabili al patrimonio culturale, dall'ingegneria del mare alla microelettronica. Ne abbiamo parlato con i loro presidenti


pubblicato in: Focus nell'Almanacco N 17 23 set 2020

Insegnamento, tra presenza e remoto

Nel periodo di lockdown per Covid-19 i docenti hanno fatto lezione a distanza con nuovi metodi e strumenti digitali, avviando di fatto il processo di trasformazione della loro professione, per una futura didattica da integrare con l'insegnamento in aula. Ne abbiamo parlato con Paolo Landri dell'Istituto di ricerche sulla popolazione e le politiche sociali del Cnr


pubblicato in: Focus nell'Almanacco N 16 9 set 2020

Le nuove tecnologie trovano casa

Matera ospiterà la Casa delle tecnologie emergenti (Cte), dopo l'approvazione del Consiglio comunale del progetto di costruzione dell'immobile e il finanziamento del Ministero dello sviluppo economico per il piano complessivo di insediamento della struttura. La Cte sosterrà progetti di ricerca e di sperimentazione, startup, trasferimento tecnologico verso le Pmi, nell'ambito dei programmi su blockchain, Internet delle cose (Iot) e intelligenza artificiale. E ospiterà le attività dei partner del progetto di ricerca e sperimentazione nel campo dell'innovazione tecnologica: Università della Basilicata, Politecnico di Bari, Cnr e Comune di Matera. Tra i vari laboratori di innovazione che verranno attivati al suo interno, robotica avanzata, audiovisivi e tecnologie per le riprese 3D.

Vai al sito


pubblicato in: L'altra ricerca nell'Almanacco N 15 29 lug 2020

 | 1  | 2  | 3  | 45  | 6  | 7  | 8  | 9  | 10  | 11  | 12  | 13  | 14  | 15  | 16  | 17  | 18  | 19  | 20  | 21  | 22  | 23  | 24  | 25  | 26  | 27  | 28  | 29  | 30  | 31  | 32  | 33  | 34  | 35  | 36  | 37  | 38  | 39  | 40  | 41  | 42  | 43  | 44  | 45  | 46  | 47  | 48  | 49  | 50  | 51  | 52  | 53  | 54  | 55  | 56  | 57  | 58  | 59  | 60  | 61  | 62  | 63  | 64  | 65  | 66  | 67  | 68  | 69  | 70  | 71  | 72  | 73  | 74  | 75  | 76  | 77  | 78  | 79  | 80  | 81  | 82  | 83  | 84  | 85  | 86  | 87  | 88  | 89  | 90