Ultima edizione | Archivio giornali | Archivio tematico | Archivio video

CNR: Almanacco della Scienza


ISSN 2037-4801

Archivio Tematico

Cultura

 | 1  | 2  | 3  | 4  | 5  | 6  | 7  | 8  | 9  | 10  | 11  | 12  | 13  | 14  | 1516  | 17  | 18  | 19  | 20  | 21  | 22  | 23  | 24  | 25  | 26  | 27  | 28  | 29  | 30  | 31  | 32  | 33  | 34  | 35  | 36  | 37  | 38  | 39  | 40  | 41  | 42  | 43  | 44  | 45  | 46  | 47  | 48  | 49  | 50  | 51  | 52  | 53  | 54  | 55  | 56  | 57  | 58  | 59  | 60  | 61  | 62  | 63  | 64

The Italian paradox

Statistics on scientific research in Italy reveal a striking contradiction. While the country's R&D resources significantly lag behind those of other major economies, its output, in terms of scientific publications, is not only one of the most prolific in the world, but also highly recognized in several fields. We publish here part of an article appeared in Cnrs web-magazine


pubblicato in: International info nell'Almanacco N° 17 26 nov 2014

A bridge between science and people

Under the auspices of the Italian Presidency, Rome will host an international conference to promote dialogue and close cooperation between research and society actors, to connect talent and ideas. It is organised by Cnr in collaboration with Apre


pubblicato in: International info nell'Almanacco N° 16 12 nov 2014

Giornalismo e falsa scienza

Per arginare il dilagare di notizie sensazionali ma senza fondamento è stato lanciato negli Usa il 'Trust Project’ di Richiard Gringras, direttore per le news e i social di Google, e da Sally Lehrman, docente di etica del giornalismo all’Università di Santa Clara. Per recuperare il rapporto di fiducia con gli utenti bisognerebbe rendere esplicita il nome dell’autore, metodo di raccolta delle fonti, livelli di controllo della notizia


pubblicato in: L'altra ricerca nell'Almanacco N° 16 12 nov 2014

Murales per 'colorare’ il passato

Sono oltre 100 quelli che decorano il tratto superstite del muro di Berlino. Opere provocatorie, come la Trabant o il Bacio tra Honecker e Brežnev, si allineano lungo la Side Est, 1.300 metri di superficie lasciata in piedi per ricordare il passato diviso dalla capitale tedesca. Un reperto trasformato in un inno alla libertà dalla creatività degli 'urban artists'


pubblicato in: Focus nell'Almanacco N° 16 12 nov 2014

Quando di Berlino ce n'erano due

Simbolo della divisione ideologica e politica tra Est e Ovest, tra democrazie parlamentari e popolari, il Muro di Berlino fu abbattuto con i picconi dalla gente, dando il via al processo di riunificazione tedesca e alla fine dei blocchi e della Guerra fredda. A parlarne, Riccardo Pozzo direttore del Dipartimento scienze umane e sociali - Patrimonio culturale del Cnr


pubblicato in: Focus nell'Almanacco N° 16 12 nov 2014

Se a dividere è la religione

Venticinque anni fa con la caduta del Muro di Berlino nasceva la speranza di un periodo di pace e democrazia in Europa. Ma ancora oggi nel mondo esistono barriere che creano intolleranza, prima fra tutte quella confessionale. Ce ne parlano Massimo Viglione dell’Istituto di storia dell’Europa mediterranea e Paolo Xella dell’Istituto di studi sul Mediterraneo antico del Cnr


pubblicato in: Focus nell'Almanacco N° 16 12 nov 2014

 | 1  | 2  | 3  | 4  | 5  | 6  | 7  | 8  | 9  | 10  | 11  | 12  | 13  | 14  | 1516  | 17  | 18  | 19  | 20  | 21  | 22  | 23  | 24  | 25  | 26  | 27  | 28  | 29  | 30  | 31  | 32  | 33  | 34  | 35  | 36  | 37  | 38  | 39  | 40  | 41  | 42  | 43  | 44  | 45  | 46  | 47  | 48  | 49  | 50  | 51  | 52  | 53  | 54  | 55  | 56  | 57  | 58  | 59  | 60  | 61  | 62  | 63  | 64