Ultima edizione | Archivio giornali | Archivio tematico | Archivio video

CNR: Almanacco della Scienza


ISSN 2037-4801

Archivio Tematico

Cultura

 | 12  | 3  | 4  | 5  | 6  | 7  | 8  | 9  | 10  | 11  | 12  | 13  | 14  | 15  | 16  | 17  | 18  | 19  | 20  | 21  | 22  | 23  | 24  | 25  | 26  | 27  | 28  | 29  | 30  | 31  | 32  | 33  | 34  | 35  | 36  | 37  | 38  | 39  | 40  | 41  | 42  | 43  | 44  | 45  | 46  | 47  | 48  | 49  | 50  | 51  | 52  | 53  | 54  | 55  | 56  | 57  | 58  | 59  | 60  | 61  | 62  | 63  | 64  | 65  | 66  | 67  | 68  | 69  | 70  | 71  | 72  | 73  | 74  | 75  | 76  | 77  | 78  | 79

Venezia: l'alta marea arriva in digitale

Lo scorso 12 novembre è stato presentato in web conference il progetto “Aquagranda 2019”, un archivio digitale composto da messaggi di privati cittadini che hanno offerto il loro materiale scritto e vocale, foto, video e post sui social network, raccontando, a un anno di distanza, l'alta marea che ha colpito Venezia. L'iniziativa, realizzata da Università Ca' Foscari e Science Gallery Venice in collaborazione con i partner del Distretto veneziano di ricerca e innovazione (Dvri), è stata patrocinata da Confartigianato. 

L'idea di costruire una memoria collettiva digitale è nata da Odycceus, un progetto di ricerca europeo coordinato dall'ateneo veneziano che si occupa di conflitti sociali, per comprendere la reazione della comunità e riflettere sulle strategie per affrontare le future avversità. Attraverso Qr code si potranno consultare i contenuti raccolti, fruibili dal proprio cellulare e nelle sedi del Dvri ospitanti, tra cui: Istituto di scienze marine del Cnr, Fondazione Querini Stampalia onlus e Conservatorio Benedetto Marcello. In programma seminari e workshop per il 2021. Il 21 aprile si inaugurerà una mostra diffusa nella città, con opere virtuali ispirate ai contenuti e realizzate da alcuni artisti internazionali. È ancora possibile inviare i propri materiali di quel 12 novembre 2019 via e-mail all'indirizzo aquagranda@unive.it.

Vai al sito


pubblicato in: L'altra ricerca nell'Almanacco N 22 2 dic 2020

Nubi e stelle nella pittura

Sono molte le opere figurative che traggono spunto e ispirazione dalle ore notturne: gli affreschi nelle piramidi, i quadri di Van Gogh, capolavori di Giotto, Piero della Francesca, Raffaello e Turner. Giulio Betti del Cnr-Ibe evidenzia come la rappresentazione dei cieli bui da parte degli artisti sia spesso molto fedele


pubblicato in: Focus nell'Almanacco N 21 18 nov 2020

Apre, nel web il futuro della ricerca

Il tema è stato discusso nella conferenza annuale dell'Agenzia per la promozione della ricerca europea che si è svolta online dal 19 al 23 ottobre 2020. All'evento sono intervenuti i rappresentanti delle istituzioni europee, di quelle nazionali ed esperti del mondo della ricerca e dell'innovazione, che si sono confrontati sulle sfide da affrontare per un "nuovo futuro" del nostro sistema ricerca


pubblicato in: L'altra ricerca nell'Almanacco N 20 4 nov 2020

Enit, nuove sfide per la ripartenza

Per seguire la situazione del turismo nel mondo, l'Ente nazionale italiano per il turismo (Enit) ha monitorato la “road map” attraverso le informazioni raccolte dalle 28 sedi estere, che hanno fotografato l'evoluzione delle idee di viaggio verso l'Italia: spostamenti in sicurezza, possibilità di viaggio e regole da seguire. Con l'obiettivo di rilanciare il turismo nel nostro Paese, il servizio coglie i nuovi trend per orientare la domanda e guarda all'ambiente, favorendo una mobilità dolce e l'uso dei mezzi pubblici, valorizzando i prodotti locali e incentivando una maggiore collaborazione tra operatori turistici e istituzioni. Per ricollocare l'offerta del settore Enit sta modificando il proprio assetto, proponendo iniziative a favore dei turisti, come i rimborsi garantiti in caso di lockdown nelle località di montagna nella prossima stagione invernale.

Vai al sito


pubblicato in: L'altra ricerca nell'Almanacco N 20 4 nov 2020

Galileo, la rivoluzione del metodo

Fisico, astronomo, filosofo, matematico e accademico, fu messo a tacere dai suoi contemporanei perché autore di scoperte rivoluzionarie. Nel Seicento, ha confermato la teoria eliocentrica di Copernico con le osservazioni realizzate grazie al perfezionamento del cannocchiale da lui costruito, studiando inoltre il moto dei corpi grazie al piano inclinato. Tali scoperte venivano percepite come minacce al pensiero tradizionale, portando lo scienziato a scontrarsi con il potere, ecclesiastico e non


pubblicato in: Focus nell'Almanacco N 20 4 nov 2020

L'Almanacco sui media

Inauguriamo in questo numero una rubrica in cui occasionalmente riporteremo le segnalazioni dei nostri Focus e dei nostri articoli apparse su siti, portali e testate. Cominciamo dai numeri dedicati a Gianni Rodari e all'Agricoltura


pubblicato in: Rassegna stampa nell'Almanacco N 20 4 nov 2020

 | 12  | 3  | 4  | 5  | 6  | 7  | 8  | 9  | 10  | 11  | 12  | 13  | 14  | 15  | 16  | 17  | 18  | 19  | 20  | 21  | 22  | 23  | 24  | 25  | 26  | 27  | 28  | 29  | 30  | 31  | 32  | 33  | 34  | 35  | 36  | 37  | 38  | 39  | 40  | 41  | 42  | 43  | 44  | 45  | 46  | 47  | 48  | 49  | 50  | 51  | 52  | 53  | 54  | 55  | 56  | 57  | 58  | 59  | 60  | 61  | 62  | 63  | 64  | 65  | 66  | 67  | 68  | 69  | 70  | 71  | 72  | 73  | 74  | 75  | 76  | 77  | 78  | 79